La più grande risorsa online su turismo lento e borghi

San Paolo Albanese


Condividi
San Paolo Albanese è un piccolo borgo fondato da profughi albanesi, partiti dal porto di Corone nel Peloponneso, approdati sulla costa lucana in seguito alle invasioni turche del XVI secolo. Si tratta del comune più piccolo di tutta la regione e gli abitanti hanno conservato diversi dettagli relativi alla tradizione albanese come le usanze, i costumi e la lingua. Passeggiando per le vie del paese non è raro imbattersi in persone che vestono il tipico abito albanese o che parlano in lingua "arbëreshe". Durante una cerimonia nuziale è possibile ammirare l'antica cultura in tutte le sue sfaccettature, dalla coralità dell'evento al carattere tradizionale e simbolico del rito e degli abiti indossati. San Paolo Albanese è davvero un posto tutto da scoprire, nel quale ritrovare una genuinità pura e semplice legata alle origini contadine e povere dei fondatori del piccolo borgo.
  • Borgo in montagna
  • Borgo con parco
  • Area sosta camper

Video esclusivo

“Mirë sa né erdhtit”, benvenuti! Il borgo più piccolo della Basilicata, San Paolo Albanese, accoglie così i suoi ospiti. Uno dei cinque centri della Lucania dove si custodisce e tramanda la cultura arbëreshë. Scopri di più su San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese, Il ciclo delle ginestre  |
San Paolo Albanese, Il ciclo delle ginestre
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese, Museo della Cultura Arbëreshe  |
San Paolo Albanese, Museo della Cultura Arbëreshe
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese, danza del falcetto  |
San Paolo Albanese, danza del falcetto
San Paolo Albanese, Festa di San Rocco  |
San Paolo Albanese, Festa di San Rocco
San Paolo Albanese, Taralji  |
San Paolo Albanese, Taralji
San Paolo Albanese, Museo della Cultura Arbëreshe  |
San Paolo Albanese, Museo della Cultura Arbëreshe
San Paolo Albanese, Museo della Cultura Arbëreshe  |
San Paolo Albanese, Museo della Cultura Arbëreshe
Telaio, Museo della Cultura Arbëreshe  |
Telaio, Museo della Cultura Arbëreshe
San Paolo Albanese, abiti tipici  |
San Paolo Albanese, abiti tipici
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese, abiti tipici  |
San Paolo Albanese, abiti tipici
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese, La Petulla  |
San Paolo Albanese, La Petulla
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
Fioritura di ginestre e vette del Pollino all'orizzonte  |
Fioritura di ginestre e vette del Pollino all'orizzonte
San Paolo Albanese, Shtridhljat  |
San Paolo Albanese, Shtridhljat
San Paolo Albanese, Tessuto di Ginestra  |
San Paolo Albanese, Tessuto di Ginestra
San Paolo Albanese, Vallja matrimonio  |
San Paolo Albanese, Vallja matrimonio
San Paolo Albanese, tipico matrimonio  |
San Paolo Albanese, tipico matrimonio
San Paolo Albanese, Chiesa Esaltazione Santa Croce e iconostasi  |
San Paolo Albanese, Chiesa Esaltazione Santa Croce e iconostasi
San Paolo Albanese, Shtridhljat  |
San Paolo Albanese, Shtridhljat
San Paolo Albanese, Shtridhljat  |
San Paolo Albanese, Shtridhljat
San Paolo Albanese, centro storico  | Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, centro storico
Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, centro storico  | Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, centro storico
Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, Chiesa di San Rocco  | Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, Chiesa di San Rocco
Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, Chiesa Esaltazione Santa Croce e iconostasi  | Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, Chiesa Esaltazione Santa Croce e iconostasi
Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, danza del falcetto  | Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, danza del falcetto
Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, Himunea  | Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese, Himunea
Katoqui - Casa Turistica
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese
San Paolo Albanese  |
San Paolo Albanese

Sul borgo

La storia di San Paolo Albanese
L’insediamento pare che risalga al 1534 ed il primo documento, in cui compare il toponimo di Santo Paulo, è del 1541.
Successivamente gli è stato assegnato il nome di Casalnuovo di Noya, che mantenne fino alla prima metà del XIX secolo.
Nel periodo fascista assunse, temporaneamente, il nome di Casalnuovo Lucano e nel 1962, con D.P.R., venne, definitivamente, cambiato il nome da Casalnuovo Lucano in San Paolo Albanese (albanese, come attributo perché edificato dagli albanesi nella prima metà del XVI secolo). Gli abitanti di San Paolo Albanese restano ancora oggi fortemente legati alla loro storia e per questo, ancora oggi mantengono diversi usi e costumi della cultura “arbëreshe” d’origine.

Un luogo magico tutto da scoprire
San Paolo Albanese sembra quasi un luogo fatato, dove il tempo si è fermato. Il centro storico del piccolo borgo è caratterizzato da case a schiera, che si sviluppano quasi incastrandosi l'una dentro l'altra, con struttura muraria tutta portante, in comune, realizzata in pietra e malta povera, che risulta testimonianza dell’architettura del passato. Diversa struttura architettonica e distribuzione degli spazi hanno invece i palazzotti nobiliari, risalenti al XVIII secolo.
Oltre a questi edifici sono presenti anche altre interessanti costruzioni storiche, come i mulini Blumetti e Affuso e la fornace che si trova nella località di Giansilvio. Il borgo di San Paolo Albanese è ricco di mastri artigiani che lavorano pietra, legno e vimini, senza tralasciare le sapienti mani di chi confeziona le bambole che indossano i tradizionali costumi albanesi.
Nel "Museo della Cultura Arbëreshe", infine, sono custoditi gli elementi caratterizzanti la cultura della minoranza etnico-linguistica insediatasi, nel XVI secolo, in questo territorio. Esso è testimonianza storica e, insieme, laboratorio culturale.
All'interno, i visitatori potranno immergersi completamente nella cultura che ha dato vita al borgo di San Paolo Albanese, aggirandosi tra testimonianze di vita, costumi e usi tradizionali. Si potranno osservare oggetti antichi ma ancora oggi presenti nella quotidianità e scoprire l'arte della lavorazione della ginestra, una pianta che anticamente veniva trattata per produrre i tessuti con cui erano confezionati gli abiti della tradizione "arbëreshe".

San Paolo Albanese e i piatti da non perdere
La tradizione gastronomica di San Paolo Albanese è fortemente legata alla terra e i piatti tipici contadini, poveri e semplici, costituiti da sapori genuini e gustosi. Il pane, preparato ancora in casa con lievitazione naturale, si sposa perfettamente con salumi e formaggi del posto. Per quanto riguarda i primi piatti, brillano “shtridhëljat”, piatto di pasta fresca, fatta a mano, mentre i secondi sono quasi sempre preparati con carne di capretto o agnello.
Tipici sono anche i dolci, preparati in particolare nelle festività natalizie e pasquali, tra i quali spiccano “pettula”, una specie di crepe, con ripieno dolce o salato, cucinata su pietra arroventata e “nusëza” la bambola realizzata, con pasta “di pane di Pasqua” (kuljaç), per i bambini.

I dintorni immersi nella natura
San Paolo Albanese sorge su un punto decisamente privilegiato, sovrastando la valle in cui si snoda il fiume Sarmento.
Tutto il territorio di San Paolo si trova nel cuore "Parco Nazionale del Pollino” e vi sono punti panoramici da cui vengono ammirate le cinque vette del Pollino.
Gli affacci panoramici offerti dal piccolo borgo consentono di apprezzare scorci davvero suggestivi; esplorando il Bosco Capillo si entra in contatto con una natura incontaminata.
Sul monte Carnara, dalla seconda metà di maggio e fino alla fine di giugno, si può ammirare “Banxhurna ka Karnara”, la peonia rosso-purpurea dei detti popolari, non a caso, un canto popolare del borgo recita: "queste nostre ragazze, vestitesi a nuovo come gentildonne, con guance rosse come chicchi di melograno, come peonia su un monte" (in lingua arbëreshe: këto vashasitë e tona çë na undruan si xhinduldhona, faqe kuqe si koqe sheg, si banxhurna tek një breg).
Il territorio nei dintorni di San Paolo Albanese è ricco di cespugli di ginestra e piante selvatiche che accompagnano i visitatori tra percorsi naturali magici e meravigliose fontane presso cui sostare per refrigerarsi e prendersi una pausa dalla passeggiata.

La tradizione religiosa
La religione, cristiana cattolica di rito bizantino, è un altro elemento fortemente caratterizzante del piccolo borgo di San Paolo Albanese. La Chiesa “Esaltazione Santa Croce”, impreziosita da icone, sembrerebbe edificata nel XVIII secolo su preesistente edificio religioso, così come la seicentesca Cappella di "San Rocco", al cui interno, invece, si trovano diversi affreschi.
Il misticismo del rito bizantino si esprime meglio con le icone che con le statue, ma la mistione di riti, verificatasi nei secoli, ha fatto sì che a San Paolo Albanese si facciano processioni con statue. Il 16 agosto ricadono i festeggiamenti dedicati di Santo Patrono, San Rocco; muovono davanti alla statua in processione, Himunea, il tronetto votivo, portato a spalla e realizzato con spighe di grano tenero e grano duro, e il Ballo della falce.

Comune di San Paolo Albanese
Provincia di Potenza
Regione Basilicata

Abitanti: 232
Altitudine centro: 800 m.s.l.m.

Il Comune
Via A. Smilari, 19 - Tel. 0973 94367

= distanze in linea d'aria

IN AUTO

  • Percorrendo l'autostrada le uscite più vicine al centro di San Paolo Albanese sono:
    - Uscita Morano Calabro - Castrovillari (Salerno-Reggio Calabria)
    - Uscita Frascineto - Castrovillari (Salerno-Reggio Calabria)

IN TRENO

  • Stazione di Sibari Cassano all'Ionio
  • Stazione di Praia a mare

Dormire, mangiare, comprare...

= distanze in linea d'aria

San Paolo Albanese è sul numero 22 della nostra rivista digitale e-borghi travel.
Sfogliala ora gratis!

Eventi

venerdì
12
agosto, 2022

Sagra della Pettula

da
sabato
17
settembre, 2022
a lunedì 19 settembre 2022

Festival Antiche radici 'Rrënjet e Vjetra'

Dal blog

È uno scrigno di tradizioni, sorge nel cuore del Parco Nazionale del Pollino - a circa 850 metri di altitudine - e spicca fra i borghi più caratteristici di tutta la Basilicata. Benvenuti a San Paolo Albanese, la cui particolarità è legata al suo patrimonio storico-artistico e, soprattutto, culturale. Il borgo, infatti, è stato fondato da una comunità di profughi albanesi insediatisi nelle terre aride dello Stato di Noia, concesse loro dai regnanti di Napoli nel versante nord-orientale del Pollino...
Continua

Le nostre collaborazioni

cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2021 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360