La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Laigueglia


Condividi
Laigueglia, posto tra Capo Santa Croce e Capo Mele, è un tipico borgo marinaro con i suoi carruggi e le piazzette sulla spiaggia. E' il luogo ideale per la camminata nordica, sia per principianti sia per camminatori esperti, e qui è stato creato il Nordic Walking Park, percorso composto da sei itinerari di varia difficoltà. Ma non solo, nel grazioso borgo ci si può dedicare alla degustazione di molti piatti tipici a base di pesce e tra i dolci sono molto apprezzati i noti baci di Laigueglia.
  • Borgo di mare
  • Agibile ai disabili
  • Area sosta camper
  • Borghi più belli d'Italia
Laigueglia  | Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia
Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia  | Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia
Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia  | Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia
Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia  | Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia
Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia  | Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia
Ufficio Turismo Laigueglia
Laigueglia  |
Laigueglia
Laigueglia  |
Laigueglia
Laigueglia, dal molo  |
Laigueglia, dal molo
Laigueglia  | Nadia
Laigueglia
Nadia
Laigueglia  |
Laigueglia
Laigueglia  |
Laigueglia
Laigueglia  |
Laigueglia
Laigueglia  |
Laigueglia
Uno sguardo a Laigueglia
Uno sguardo a Laigueglia

Eventi

lunedì
21
settembre, 2020

San Matteo

venerdì
2
aprile, 2021

Processione 'Du Segnù Mortu'

Sul borgo

Laigueglia è collocato nel tratto di mare racchiuso tra Capo Santa Croce e Capo Mele. La spiaggia di rena finissima ed il fondale basso e digradante nel limpido mare, luoghi dell’attività dei pescatori che hanno costruito il magnifico borgo, sono diventati elementi fondamentali per la trasformazione in centro turistico del paese, favorendo, insieme al clima mite, la balneazione. Pochi metri al largo di Capo Mele, sono possibili fantastiche immersioni sul relitto del Piroscafo Ravenna, silurato ed affondato durante la Prima Guerra Mondiale ed oggi ospite di fauna e flora marina tipica del Golfo.

Laigueglia conserva la tipica architettura ed il fascino del borgo marinaro, con i suoi carruggi, le piazzette a mare, i toni rosa-lilla delle case all’ombra protettrice della monumentale chiesa di San Matteo. Il cuore antico è rimasto e continua a pulsare nelle sue piazzette, nei suoi vicoli, nei suoi colori, nel torrione Saraceno del 1564, così chiamato perché parte delle postazioni di difesa dalle invasioni piratesche (è l’unico rimasto dei tre originari).

Da qualsiasi parte si indirizzi lo sguardo, non si può sfuggire ai due campanili, sormontati da cupole in maiolica colorata, della chiesa di San Matteo.Illuminata, di notte, sembra far la guardia al borgo. Le due croci che svettano in cima ai campanili seguono le direzioni del maestrale e del libeccio.
La parrocchiale è il monumento barocco che più rispecchia la storia del paese: la posa della prima pietra della nuova chiesa si ebbe nel 1715, quando la pesca corallina era al culmine e la popolazione poteva permettersi di ampliare il vecchio oratorio dedicato a San Matteo, la cui fondazione risale, forse, al IV secolo.

Da una scaletta che sale dalla via Aurelia si raggiunge la solitaria cappella della Madonna delle Penne, costruita dai pescatori di corallo catalani nel XVII secolo. Ex-voto di marinai e pescatori si trovano anche nella chiesa dell’Immacolata (1661): modelli di navi e velieri antichi che si recavano a pregare prima di effettuare un viaggio in mare.

Verso Colla Micheri, sopra Laigueglia, quasi a picco sul mare e dimora del famoso antropologo norvegese Thor Heyerdahl, timoniere del Kon Tiki, sono possibili bellissime camminate sui sentieri verdi, anche predisposte per il Nordic Walking e le pedalate in mountain bike. Un’attenzione particolare è rivolta all’accoglienza turistica delle famiglie e dei bambini, ospiti preferiti della località. 

La cucina laiguegliese è caratterizzata da piatti a base di pesce. Sono tipici: i friscioi de gianchetti (frittelle a base di farina e novellame); gli zerri e i totani fritti, pesce tipico di Laigueglia pescato a Capo Mele; e la zuppa di pesce del Golfo di Capo Mele. Tra i dolci, molto apprezzati: i baci di Laigueglia, a base di cioccolato; il pane del marinaio (o del pescatore); i marunsìn, biscotti duri a base di mandorle. Ed inoltre: é paste d'amanduìa, é papuétte é treie, dolci a base di mandorle ricoperte di glassa con la caratteristica forma di paperette e triglie, la cui ricetta originale è conservata solo da poche famiglie originarie del luogo. Ogni anno in occasione dei festeggiamenti patronali, vengono proposte le balette de S. Maté, frittelle dolci a base di farina e uvetta. 

Borgo di Laigueglia
Comune di Laigueglia

Provincia di Savona
Regione Liguria

Abitanti: 1.785
Altitudine centro: 6 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Borghi più belli d'Italia

Comune di Laigueglia
Via Genova 2 - Laigueglia
Tel. +39 0182 69111

IN AUTO

  • Prendere l'autostrada A10 Genova-Ventimiglia e uscire verso Andora e Albenga, proseguire verso Laigueglia

IN TRENO

  • Stazione di Laigueglia

IN AEREO

  • Aeroporto di Genova 
  • Aeroporto di Villanova d’Albenga
  • Aeroporto di Nizza

Dormire, mangiare, comprare...

Dal blog

Cantato da Gino Paoli nel brano “Canzone di Laigueglia”, composto da Rosario Bonaccorso e inserito nell’album dello stesso Paoli “Un incontro in jazz”, il borgo di Laigueglia è situato ai margini di una delle zone più popolose e turisticamente frequentate della riviera ligure di ponente, il tratto di costa delle due cittadine turistiche di Albenga ed Alassio. Laigueglia, più a sud, è centro d’origini romane, per parte della sua storia nell’orbita della potente c...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950