La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Fosdinovo


Condividi
Porta di accesso alla regione storica della Lunigiana, a dominare l'intero borgo è il bellissimo Castello Malaspina, una delle più belle e meglio conservate fortezze del territorio. Fittamente attraversato da percorsi adatti al trekking e alle mountain bike è un piacere scoprirne la rigogliosa natura delle montagne che circondano il borgo.
  • Borgo con castello
  • Via Francigena
  • Agibile ai disabili
  • Area sosta camper
  • Paesi Bandiera Arancione
  • Città dell'olio
Giardino delle Ortensie del Castello Malaspina  | ASDI Associazione Dimore Storiche Italiane
Giardino delle Ortensie del Castello Malaspina
ASDI Associazione Dimore Storiche Italiane
Castello e borgo medievale di Fosdinovo  | Pro Loco Fosdinovo
Castello e borgo medievale di Fosdinovo
Pro Loco Fosdinovo
Fosdinovo  | Castello Malaspina Fosdinovo
Fosdinovo
Castello Malaspina Fosdinovo
Salone del Castello di Fosdinovo  | Castello Malaspina Fosdinovo
Salone del Castello di Fosdinovo
Castello Malaspina Fosdinovo
Castello Malaspina Fosdinovo  | Castello Malaspina Fosdinovo
Castello Malaspina Fosdinovo
Castello Malaspina Fosdinovo
Fosdinovo  | Fosdinovo.blogspot
Fosdinovo
Fosdinovo.blogspot
Fosdinovo  | Fosdinovo.blogspot
Fosdinovo
Fosdinovo.blogspot
Fosdinovo  | Comune di Fosdinovo
Fosdinovo
Comune di Fosdinovo
Uno sguardo a Fosdinovo
Uno sguardo a Fosdinovo

Eventi

da
venerdì
3
luglio, 2020
a domenica 5 luglio 2020

Festa Medievale di Fosdinovo

da
venerdì
17
luglio, 2020
a domenica 26 luglio 2020

Fino al Cuore della Rivolta. Festival della Resistenza

da
venerdì
31
luglio, 2020
a domenica 30 agosto 2020

Rappresentazioni del Teatro itinerante Gira Girò

da
venerdì
28
agosto, 2020
a domenica 23 agosto 2020

La Forza del Sorriso. Festival culturale

giovedì
1
ottobre, 2020

Festa patronale di San Remigio

domenica
8
novembre, 2020

Festa del Pomo Rodelo

da
venerdì
25
dicembre, 2020
a domenica 27 dicembre 2020

Concerto Natalizio di fine anno.

venerdì
1
gennaio, 2021

Festa dell'Unità Pastorale

Sul borgo

Fosdinovo è un antico borgo posto nella regione storica della Lunigiana, in Toscana.
Abitato dalla preistoria, Fosdinovo fu capitale di un marchesato indipendente e retto dal più importante ramo della famiglia Malaspina dello Spino Fiorito, i cui marchesi erano vicari imperiali in Italia.
Anticamente il paese fu protagonista degli scontri tra i Malaspina e i vescovi di Luni ma dal 1340, Spinetta Malaspina divenne unico propietario del feudo, iniziando un’epoca di relativo splendore e tranquillità fino al 1800.
Simbolo indiscusso del borgo è il Castello Malaspina, situato in cima al monte e all’abitato imponendosi come una delle più belle e meglio conservate fortezze della Lunigiana.

Andando alla scoperta del borgo è possibile vedere: la Chiesa Parrocchiale di San Remigio, voluto originariamente dai vescovi di Luni; l’Oratorio della Compagnia dei Bianchi, la cui facciata in marmo bianco risale alla secondà metà del '600.

Fosdinovo si trova in un territorio segnato dagli scontri della Seconda Guerra mondiale e da tremende stragi di civili.
Questi eventi vengono ricordati nel Museo audiovisivo della Resistenza, con un percorso espositivo che mette al centro la “memoria”, costituita da documenti quali interviste, immagini di repertorio e registrazioni, presentati tramite supporti multimediali che stabiliscono un rapporto interattivo con il visitatore.

Localmente viene prodotto un ottimo vino bianco, il Vermentino fosdinovese o Colli di Luni Bianco DOC e il Vino Bianco IGT Toscana. Tra i vini rossi, invece, si distinguono il Sangiovese, la Malvasia nera, il Ciliegiolo, il Cannaiolo, il Rosso Colli di Luni Rosso DOC, il Vino Rosso IGT Toscana e la "Merla" (un biotipo di Cannaiolo con una piccola dose di Colorino).

Tra i piatti tipici della tradizione fosdinovese si ricordano il Testarolo (variante fosdinovese), il castagnaccio e le pattone. I testaroli ("testaròi" in dialetto fosdinovese) fatti a Fosdinovo si differenziano da quelli lunigianesi per le più piccole dimensioni, la diversa preparazione e perché non vengono tagliati, conditi e serviti in un piatto, ma vengono farciti con olio d'oliva, pesto, pecorino grattugiato, sugo di funghi, salumi, stracchino o altro (anche cibi dolci come la crema di nocciola), arrotolati su se stessi e mangiati a mo' di panino. C'è una festa dedicata al testarolo il quarto weekend di luglio a Fosdinovo. I castagnacci invece ("castignà" in dialetto fosdinovese), sono uno dei tanti piatti tipicamente fosdinovesi dove è usata la farina di castagne, profumato con del rosmarino oppure amalgamato con pinoli e bucce d'arancio.
Sono degustabili per esempio nella Festa delle Castagne che si tiene la terza domenica di ottobre. Le pattone infine sono piatti preparati con la farina di castagne e acqua, cotti su foglie di castagno e serviti arrotolati con ricotta e/o crema di nocciole.


Unico borgo certificato della provincia di Massa Carrara, Fosdinovo dal Medioevo al Settecento fu la piccola capitale di un marchesato indipendente retto dalla nobile famiglia Malaspina che qui si insediò agli inizi del Trecento. Tutto questo per dire che anche qui, come ovunque in Lunigiana, si respira la storia, e l’alto camminamento fra i merli ghibellini del castello consente di cogliere l’ottima posizione sulla val di Magra in cui sorge questo borgo di crinale. Residenza e centro politico della famiglia, il castello dei Malaspina è il simbolo e l’attrattiva principale di Fosdinovo. La rievocazione storica che si svolge a luglio non è il solito Medioevo artefatto, ma un modo di sentire il respiro della pietra, che dura da settecento anni, anzi di più, perché i Malaspina restaurarono e ampliarono un castello che aveva già un paio di secoli alle spalle. In una delle sue stanze sembra abbia trovato ospitalità Dante Alighieri. Venire in posti come questo, è un’urgenza. È il desiderio di uscire dal tempo breve degli impegni, delle scadenze immediate, delle notizie quotidiane, ed entrare in un tempo lungo, legato alla memoria di chi viveva qui, in queste case, sotto queste travi, tra questi muri. Eccolo lì, Galeotto Malaspina, il signore di Fosdinovo: nel suo monumento sepolcrale del 1367, nella chiesa parrocchiale dedicata a San Remigio, santo francese il cui culto si diffuse in Italia attraverso la Via Francigena. Ecco l’edificio in cui si trovava l’antica Zecca. Ecco il Teatro Malaspina con i suoi palchetti di legno intarsiato su cui si è depositata la polvere del tempo.

Scopri gli altri borghi sulla guida Toscana - Borghi Da Amare

Borgo di Fosdinovo
Comune di Fosdinovo
Provincia di Massa e Carrara
Regione Toscana

Abitanti: 4.831
Altitudine centro: 500 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città dell'olio
Comuni della Via Francigena
Paesi bandiera arancione
Unione Montana Lunigiana
Strada del Vino Colli di Candia e di Lunigiana

Il Comune
Via Roma 4 - Tel. 0187-6807

IN AUTO

  • Da Nord: Percorrere l'autostrada A1, seguire la direzione La Spezia - Parma Ovest, proseguire sull'autostrada della Cisa A15, seguire la direzione Livorno, continuare sull'autostrada A12, uscire a Sarzana, attraversare Sarzana, Paghezzana, prendere la SS 446 in direzione Fosdinovo.
  • Da Sud: Prendere l'autostrada A1 in direzione di Firenze, seguire la direzione Livorno, continuare sull'autostrada A11, a Viareggio seguire la direzione Genova, continuare sull'autostrada A12, uscire a Sarzana, attraversare Sarzana, Paghezzana, prendere la SS 446 in direzione Fosdinovo.

IN TRENO

  • Stazione ferroviaria di Sarzana

IN AEREO

  • Aeroporto di Pisa 
  • Aeroporto di Genova 
  • Aeroporto di Firenze

Dormire, mangiare, comprare...

Dal blog

Se Firenze, Pisa, il “Chiantishire”, ma anche borghi come Volterra e San Giminiano sono famosi in tutto il mondo, la Toscana è in realtà uno scrigno infinito di tesori storico-architettonici e naturali, in grado di stupire anche il viaggiatore che crede di conoscerla a fondo con piccole realtà ricche di gemme preziose, da scoprire con i ritmi slow del bien vivre – ma anche con quelli attivi del bike e del...
Continua
PIATTO ADATTO AI VEGETARIANI I Testaroli della Lunigiana sono un piatto semplice e tipico della tradizione lunigiana e pontremolese diffuso già ai tempi dell'antica Roma. I Testaroli sono una sorta di pane-piadina cotti in "testi", recipienti di ghisa o terracotta (oggi si cuociono anche in padella), dai quali prendono il nome, successivamente vengono tagliati a quadratini che una volta fatti bollire e raffreddare sono pronti da mangia...
Continua
Rievocazioni storiche, duelli, falconieri, artisti di strada, laboratori per bambini e mercatini a tema: questo è quello che potrete vedere l'1 e il 2 luglio nel borgo di Fosdinovo a partire dalle 18:30 per la XIX Edizione della Festa Medievale. Il paese ha unito tutte le sue forze per donare ancora una volta un'esperienza unica a chi potrà partecipare, offrendo iniziative ed eventi adatti ...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950