La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Sottoguda


Condividi
Risalendo la Val Pettorina, Sottoguda è l’ultimo borgo prima di Malga Ciapéla e della Marmolada, in Veneto. Antico villaggio si caratterizza per i numerosi tabièi, fienili in legno diffusi nell’area dolomitica di cultura ladina, usati dai contadini per il deposito del fieno e il ricovero del bestiame e degli attrezzi agricoli. Oggi sopravvive anche la tradizione della lavorazione artistica del ferro battuto grazie ad alcuni artigiani che hanno i loro negozi sulla strada che collega il borgo di Palue a Sottoguda.
  • Borgo in montagna
  • Siti UNESCO
  • Agibile ai disabili
  • Borghi più belli d'Italia
Sottoguda  | Buffy1982/shutterstock
Sottoguda
Buffy1982/shutterstock
Sottoguda  | Matteo Nesello
Sottoguda
Matteo Nesello
Sottoguda  | Buffy1982/shutterstock
Sottoguda
Buffy1982/shutterstock
Sottoguda  | Moreno Geremetta
Sottoguda
Moreno Geremetta
Un vecchio Fienile  |
Un vecchio Fienile
Sottoguda  | Moreno Geremetta
Sottoguda
Moreno Geremetta
La parete di ghiaccio dei Serrai  | Consorzio Operatori Turistici e Union di Ladins de La Rocia
La parete di ghiaccio dei Serrai
Consorzio Operatori Turistici e Union di Ladins de La Rocia
Sottoguda  |
Sottoguda
Sottoguda  | Buffy1982/shutterstock
Sottoguda
Buffy1982/shutterstock
Il Museo della Grande Guerra sulla Marmolada  |
Il Museo della Grande Guerra sulla Marmolada
Passaggio con panorama sulla Marmolada   |
Passaggio con panorama sulla Marmolada
Sottoguda  |
Sottoguda
Lavorazione del ferro battuto  |
Lavorazione del ferro battuto
La gola dei Serrai in estate  |
La gola dei Serrai in estate
La chiesetta di Sottoguda costriuta nel 1550  |
La chiesetta di Sottoguda costriuta nel 1550
Sottoguda  | Moreno Geremetta
Sottoguda
Moreno Geremetta
Sottoguda  | Daria Trefilova/shutterstock
Sottoguda
Daria Trefilova/shutterstock
Sottoguda  | Buffy1982/shutterstock
Sottoguda
Buffy1982/shutterstock
Tra i borghi più belli d'Italia  | Rudi Gobbo - e-borghi Community
Tra i borghi più belli d'Italia
Rudi Gobbo - e-borghi Community

Sul borgo

Risalendo la Val Pettorina, Sottoguda è l’ultimo borgo prima di Malga Ciapéla e della Marmolada, in Veneto. Antico villaggio le cui testimonianze scritte risalgono al 1260, si caratterizza per i numerosi tabièi, fienili in legno diffusi nell’area dolomitica di cultura ladina, usati dai contadini per il deposito del fieno e il ricovero del bestiame e degli attrezzi agricoli. L’agricoltura è stata per secoli la principale fonte di sostentamento della piccola comunità. Oggi sopravvive anche la tradizione della lavorazione artistica del ferro battuto grazie ad alcuni artigiani che hanno i loro negozi sulla strada che collega il borgo di Palue a Sottoguda.

La popolazione originaria della Val Pettorina e di Laste giunse dalle Valli dell’Adige e dell’Isarco al pari delle genti delle valli di Badia, Gardena, Fassa e Livinallongo. Anticamente il territorio di Rocca Pietore era un’arimannia longobarda. Le arimannie erano insediamenti di tipo militare posti a difesa di un dato territorio e facenti capo ad una fortificazione, come in questo caso l’antica Rocca Bruna (Rukepraun in tedesco), il cui territorio di competenze, intorno all’anno 1000, comprendeva anche l’alta Val di Fassa, il Livinallongo e forse parte dell’alta Val Badia, tutti territori dell’antica regione del Norico. Nel 1395 il territorio passò sotto il controllo della città di Belluno, riuscendo però a mantenere una forte autonomia, formalizzata nel 1417 con gli Statuti della Magnifica Comunità della Rocca. Questi trattati le permisero di assurgere a piccola repubblica che visse per 411 anni in uno stato di forte autonomia amministrativa. Al tempo esisteva persino un tribunale situato a Saviner, chiamato “el Banch de la Reson”, formato da capifamiglia eletti democraticamente. Questo status durò fino al 1806 quando l'arrivo di Napoleone Bonaparte mise fine a questo straordinario periodo storico. Da allora il destino del territorio de La Rocca rimase legato al Veneto, compreso il periodo della dominazione asburgica sul Lombardo Veneto (1813-1866).

L’edificio più antico di Sottoguda, l’unico risparmiato dall’incendio del 1881, è la chiesetta dedicata ai santi Fabiano, Sebastiano e Rocco, consacrata nel 1486 quando doveva servire una comunità costituita da una decina di abitazioni. Il campanile è del 1550 e l’altare del 1616. Subito dopo le ultime case inizia la gola dei Serrai di Sottoguda, un profondo canyon di circa due chilometri, oggi Parco di interesse regionale, che arriva fino alla conca di Malga Ciapéla, ai piedi della Marmolada. Il percorso si snoda fra alte rocce strapiombanti e interseca il corso del torrente Pettorina. Un tempo lungo i Serrai transitavano le mandrie di mucche e le greggi di capre dirette ai pascoli di alta montagna, e i carichi di legname e fieno condotti a valle dai boschi e dalle zone di sfalcio. In inverno, quando le cascare gelando ricoprono le pareti rocciose di uno spesso strato di ghiaccio, la gola diventa una palestra di arrampicata su ghiaccio tra le più apprezzate d’Europa.

Nel cuore delle Dolomiti, a Sottoguda, si estende la Gola dei Serrai, unica al mondo. Sono lunghi circa 2 chilometri, con pareti a picco alte centinaia di metri con poco spazio tra l'una e l'altra. Percorsi per l'intero tratto dal piccolo torrente Pettorina, che nel suo infaticabile scorrere ha eroso le rocce fino a formare voragini e numerose grotte. La visita ai Serrai si può effettuare sia partendo da valle e salendo verso Malga Ciapela, sia provenendo dal versante opposto, scendendo verso Sottoguda. Lungo il percorso si potranno ammirare la splendida cascata di Franzei, che quando è ben alimentata arriva a lambire la strada, la piccola chiesetta di Sant'Antonio e più avanti la statua della Madonna dei Serrai, posta in una grotta naturale. Da sempre i Serrai sono stati fonte inesauribile di miti e leggende. La più famosa è quella di Re Ombro, che narra di come il sovrano abitasse nella gola, protetto da portoni d'oro massiccio. I Serrai sono stati dichiarati riserva naturale, visitabili sia d'estate che d'inverno, quando le numerose cascate ai lati della strada si ghiacciano.

Borgo di Sottoguda
Comune di Rocca Pietore
Provincia di Belluno
Regione Veneto

Abitanti: 1.256
Altidutine: 1.143 m s.l.m.

Il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d’Italia 
Unione Montana Agordina 

Sito Unesco:
Le Dolomiti

Comune di Rocca Pietore
Via Capoluogo 2 - 32020 Rocca Pietore BL
tel 0437 721178

IN AUTO

  • Proveniendo dalla A27 uscire a Belluno; seguire le indicazioni per Agordo e percorrere per 60 km la SR203 fino ad arrivare a Sottoguda.
  • Proveniendo dalla A22 autostrada del Brennero uscire a Egna - Ora - Termeno fino a Canazei e imboccare la Strada Statale del Passo Fedaia (chiusura invernale in base al meteo). Scendendo, oltrepassata la località di Malga Ciapéla si giunge a Sottoguda.

IN TRENO

Stazione ferroviaria di Belluno

Dormire, mangiare, comprare...

Dolomitissime
Con 5 uffici sul territorio Dolomitico.
Piazza Kennedy, 11, Sottoguda

Eventi

giovedì
22
luglio, 2021

Santa Maria Maddalena

Dal blog

Cosa rende la nostra tradizione culinaria unica al mondo? Un ventaglio di ricette irresistibili ed estremamente varie: cambiano di regione in regione. Ma non solo. La chiave della nostra unicità va sicuramente ricercata nell’impiego delle migliori materie prime. Il territorio italiano è capace di regalare una varietà incredibile di ogni prodotto. Oggi vi presentiamo il fagiolo di Lamon della vallata bellunese, prodotto I.G.P. dal 1996.
Continua
A monte del borgo di Sottoguda, all'entrata dei Serrai, si narra che vi fosse un gigantesco portone bronzeo dal quale si accedeva ad un regno ricco e fiabesco. Era il regno di Re Ombro, il quale viveva in uno sfarzoso castello di alabastro che non poteva essere visto dalla gente comune perchè essa non poteva oltrepassare il portone. Re Ombro aveva una figlia bellissima, Ombretta, tanto bella quanto gioiosa e amata da tutti i sudditi del regno. La giovane aveva tutte le attenzioni e ammirazioni dei principi in visita al cast...
Continua
Da venerdì 19 a domenica 21 gennaio, ai serrai di Sottoguda torna l’Ice Climbing Meeting, una manifestazione dedicata a tutti gli appassionati di arrampicata su ghiaccio. Le cascate che contraddistinguono la gola dei Serrai, in questo periodo, si ghiacciano diventando un vero e proprio parco divertimenti per gli iceclimbers. Gli appassionati a questa disciplina accorrono numerosi da tutta Italia e non solo per affrontare “le prove” di una tra le più rinomate palestre di ghiaccio di tutto il territor...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950