La più grande risorsa online su turismo lento e borghi
Accedi alla Community

Rivodutri


Condividi
Nella provincia di Rieti sorge il borgo di Rivodutri, piccolo comune di soli 1000 abitanti noto però per la grande storia che ha alle spalle. I ritrovamenti più antichi risalgono al lontano XII secolo a.C. e da allora il borgo è sempre stato culla di innovazioni ed eventi storici di rilevanza.
  • Borgo di lago
  • Borgo con parco

Video esclusivo

Un itinerario tra storia, natura e tradizione. Partiamo da Rieti, nel centro d'Italia, una cittadina immersa nella natura e circondata dalla bellezza della Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile. Proseguendo verso il piccolo borgo medievale di Cantalice, alle pendici del Monte Terminillo. Grazie all'aiuto della guida del territorio, scopriamo le Sorgenti di Santa Susanna, facente parte della Riserva Naturale. Poco distante, ci si imbatte nel borgo di Poggio Bustone, paese natale di uno dei più grandi cantautori italiani, Lucio Battisti. Ma questo paese custodisce anche il santuario fondato da San Francesco. Sulle falde occidentali del Terminillo, continua il viaggio alla scoperta del borgo medievale di Rivodutri, luogo di passaggio del Santo in cui si racconta la storia del faggio e dell'asinello. Tornando verso Rieti visitiamo due vere eccellenze del territorio: Fonte Cottorella e Torrefazione Faraglia.
Rivodutri  |
Rivodutri
Rivodutri  |
Rivodutri
Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile  | ValerioMei
Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile
ValerioMei
Rivodutri  |
Rivodutri
Rivodutri  |
Rivodutri
Le Sorgenti di Santa Susanna  | Marcello Mari - e-borghi Community
Le Sorgenti di Santa Susanna
Marcello Mari - e-borghi Community
Pittura murale del percorso Rivodutri contemporanea  | Marcello Mari - e-borghi Community
Pittura murale del percorso Rivodutri contempor...
Marcello Mari - e-borghi Community

Sul borgo

Il borgo di Rivodutri è da sempre un luogo particolarmente amato da tutti coloro che vogliono concedersi dei momenti di riflessione a contatto con la natura. Non a caso, infatti, il paese fu scelto dallo stesso San Francesco nel corso dei suoi pellegrinaggi.

Uno dei monumenti più iconici di Rivodutri è la Porta Alchemica, chiamata anche "Porta Magica". Questa struttura risale alla seconda metà del 1600 ed è oggi l'unica sopravvissuta di cinque altre porte di villa Palombara, una grande residenza nobiliare che si ergeva su questo ampio spazio verde. La porta prende il nome da una leggenda secondo la quale un alchimista, dopo aver trascorso la notte nei giardini della villa, scomparve misteriosamente attraverso la porta, lasciando dietro di sé alcune pagliuzze d'oro. Gli stessi simboli incisi sulla porta, infatti, raffigurano le illustrazioni di alchimia e filosofia esoterica che tanto erano popolari nel 1600. D'altronde, gli stessi esponenti della famiglia che possedevano il palazzo e l'adiacente giardino erano noti per le loro ricerche esoteriche e per la pratica delle cosiddette scienze occulte.

Visitare questo borgo è un po' come fare un salto nel passato vivere in un mondo in cui sembra che il tempo si sia fermato. In particolare, nel centro storico potrai ammirare la Parrocchiale di San Michele Arcangelo, chiesa risalente al XV secolo che conserva ancora in buone condizioni una cappella seicentesca in cui è affrescata una bellissima rappresentazione della Madonna del Rosario.

Un altro punto di interesse da vedere assolutamente è il Faggio di San Francesco. Situato nel corso di un bellissimo percorso in mezzo alla natura, caratterizzato da una conformazione dei rami molto particolare. Anziché salire verso l'alto, i rami dell'arbusto si piegano verso il basso a formare una sorta di ombrello. La leggenda vuole che furono i rami stessi a piegarsi in occasione di un forte temporale per dare a San Francesco la possibilità di ripararsi.

Cosa fare
Se sei amante della pesca non potrai perderti una sessione di pesca sportiva al Parco Alle Noci. Questa riserva sorge da un ex allevamento di trote e lo specchio d'acqua è generato dal passaggio sotterraneo delle sorgenti di S. Susanna. L'acqua sorgiva è oggi ormai naturalizzata con vasche in terra, erba e ghiaia, che formano un laghetto ideale per la pesca sportiva.

Da non perdere anche la visita alla Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile. Ritagliarsi del tempo per fare un'escursione in questi territori sarà un'occasione perfetta per rilassarsi in un paesaggio naturale indimenticabile. I laghi, circondati da canneti e terreni coltivati, sono anche il luogo di ritrovo preferito di molti uccelli e altre specie animali. Se sarai paziente, infatti, ti basterà aspettare un po' per vedere vari animali selvatici fare la loro comparsa e completare così il quadretto di bellezze naturali che avrai di fronte.

Anche per il amanti della bicicletta, nei dintorni del borgo sono presenti numerosi percorsi, soprattutto per mountain bike, che potrai noleggiare. I percorsi sono adatti per tutte le età: infatti, potrai semplicemente concederti una giornata di relax in mezzo alla natura lussureggiante oppure metterti alla prova con percorsi più impegnativi.

Cosa mangiare
Come ogni borgo o paese italiano, anche Rivodutri ha i suoi piatti tipici che non ti dovrai perdere nel corso della tua vacanza. Il piatto tipico per eccellenza sono gli stringozzi al sugo di carne, un primo piatto tradizionale molto conosciuto e apprezzato. Oltre agli stringozzi, Rivodutri è conosciuto per la pizza fritta, notoriamente accompagnata dal formaggio pecorino.

Se visiterai il borgo in agosto potrai partecipare alla sagra della trota biologica, così da assaggiare un pesce sano, salutare e dal sapore inconfondibile. Ma non solo, durante questa sagra potrai assaggiare anche prelibati gamberi e particolarità esclusive come la carpa al sesamo.

Per concludere i pasti con qualcosa di dolce, il borgo di Rivodutri offre il serpentone di Natale, tipicamente natalizio ma ormai da poter gustare in qualsiasi periodo dell'anno, a base di noci, fichi secchi, nocciole e mandorle.

Alcune curiosità
Rivodutri non è solamene luogo di storia, escursioni e buon cibo. La cittadina, nonostante i suoi pochi abitanti, è conosciuta anche grazie alla sua maschera di carnevale, chiamata lo Zanno. Questa maschera fu una delle prime a essere ideate nella provincia di Rieti. Lo Zanno era usato per inscenare la Moresca, antica danza araba che voleva rappresentare la lotta tra bene e male.

Come abbiamo visto, il borgo di Rivodutri è un luogo ricco di punti di interesse e cose da fare, nonostante le sue piccole dimensioni. Potrai imparare qualcosa di nuovo soffermandoti sui monumenti storici e sui ritrovamenti antichi, oppure dedicarti alle passeggiate in mezzo alla natura o alla buona cucina. In ogni caso, una visita al borgo di Rivodutri è assolutamente d'obbligo!

Comune di Rivodutri
Provincia di Rieti
Regione Lazio

Abitanti: 1.160 rivodutrani
Altitudine centro: 560 m.s.l.m.

Il Comune
Piazza Municipio 9 - Tel. 0746 685612

= distanze in linea d'aria

IN AUTO

  • Da Nord: Prendere l'autostrada A1 Firenze - Roma, uscire ad Orte, proseguire per Terni, uscire in direzione Terni Ovest, attraversare Terni, continuare sulla SS 79, attraversare Marmore e proseguire fino a Rivodutri.
  • Da Sud: Percorrere l'autostrada del Sole A1 in direzione Roma, seguire la direzione Rieti, Grande Raccordo Anulare, Roma Nord, uscire a Fiano Romano e seguire le indicazioni per la SS 4 Salaria in direzione Rieti, attraversare Borgo Santa Maria, uscire in direzione Rieti Est, prendere la SS 579 in direzione Rieti/Leonessa, attraversare Rieti, prendere la SS 79, attraversare Quattro Strade, Vignaletto e continuare fino a Rivodutri.
  • Da Rieti: Imboccare la SS 79, attraversare Quattro Strade, Vignaletto e continuare fino a Rivodutri.
  • Da Terni: Prendere la SS 79, attraversare Marmore e proseguire fino a Rivodutri.

IN TRENO

  • Stazione ferroviaria di Rieti

IN AEREO

  • Aeroporto di Roma Ciampino
  • Aeroporto di Roma Fiumicino

Dormire, mangiare, comprare...

= distanze in linea d'aria

Rivodutri è sul numero 24 della nostra rivista digitale e-borghi travel.
Sfogliala ora gratis!

Eventi

giovedì
29
settembre, 2022

San Michele Arcangelo

Dal blog

Il patrimonio naturalistico, storico e artistico del Lazio è davvero notevole e per capirlo è sufficiente un viaggio nel reatino, un territorio che cela borghi medievali, eremi, antichi castelli e aree naturalistiche che affondano le radici in un passato lontanissimo.A cingere in un abbraccio il reatino c'è la Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile: questa bellissima area naturalistica prende il nome da due laghett...
Continua

Le nostre collaborazioni

cos'altro vuoi scoprire?