La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Montecarlo


Condividi
Noto per i vasti vigneti che ne caratterizzano il paesaggio e la produzione di vino, Montecarlo è un incantevole borgo situato tra le colline della provincia di Lucca. Il suo centro storico è tuttora circondato dalla splendida cinta muraria, ben conservata. Simbolo del paese è la Rocca del Cerruglio, risalente ai secoli dal XIV al XVI.
  • Borgo con castello
  • Agibile ai disabili
  • Città del vino
Montecarlo  | Toscana Promozione Turistica
Montecarlo
Toscana Promozione Turistica
La Fortezza  |
La Fortezza
Montecarlo  | Simona Bottone/shutterstock
Montecarlo
Simona Bottone/shutterstock
Montecarlo  | Simona Bottone/shutterstock
Montecarlo
Simona Bottone/shutterstock
Montecarlo  | Simona Bottone/shutterstock
Montecarlo
Simona Bottone/shutterstock
Montecarlo  |
Montecarlo
Montecarlo, fortezza e giardino  | Toscana Promozione Turistica
Montecarlo, fortezza e giardino
Toscana Promozione Turistica
Uno sguardo a Montecarlo
Uno sguardo a Montecarlo

Eventi

lunedì
30
novembre, 2020

Sant'Andrea

Sul borgo

Il borgo di Montecarlo sorge sul Colle del Cerruglio, che domina la pianura circostante, a cavallo tra la Lucchesia e la Valdinievole. Vi si produce un olio di notevole qualità e pregiati vini DOP: il Montecarlo bianco e il Rosso di Montecarlo.

Il nucleo originario di Montecarlo era il borgo di Vivinaia, antica proprietà dei Duchi della Tuscia, che sorgeva alle pendici del colle. Nel 1331 il paese fu devastato dai fiorentini e le autorità lucchesi decisero di rifondare il borgo sulla sommità del Colle del Cerruglio, dove sorgeva la fortezza omonima. Nel 1333 il nuovo borgo prese il nome di Montecarlo in onore del futuro imperatore Carlo IV di Lussemburgo, che aveva aiutato Lucca a liberarsi dall'occupazione pisana.

La Fortezza del Cerruglio ebbe un ruolo strategico nelle guerre del XIV secolo tra Lucca, Pisa e Firenze e fu da quella rocca che Castruccio Castracani, signore di Lucca, diresse le sue truppe portandole alla vittoria nella battaglia di Altopascio del 1325. La fortezza fu ampliata prima da Paolo Guinigi, signore di Lucca, e successivamente dai fiorentini, specialmente dal governo granducale che, dal 1437, ebbe definitivamente Montecarlo sotto il proprio controllo.

Montecarlo è anche il luogo di nascita di Armando de Dominicis, pioniere dell'aviazione italiana, a cui il comune nell'anno 2002 ha dedicato il parco di San Salvatore, collocandovi una targa a suo nome.

Oltre alla visita della Fortezza del Cerruglio, si consiglia anche la Pieve di San Piero in Campo, nell'omonima frazione.


Mentre si salgono le vie di Montecarlo, lastricate di larghe pietre, tra fila di case fiorite, ci si immerge nella storia delle sue antiche colline, quando fra Lucca e Montecatini Terme ancora un paese vero e proprio non c’era, ma rocchette e torricole, spesso ridotte in rovina dal condottiero di turno. Quando, nel XIV secolo, il territorio della Lucchesia passò in mano a Giovanni di Boemia, gli abitanti del luogo intitolarono il nuovo borgo al figlio Carlo, ed è grazie a questo gesto che nel 1333 l’Imperatore decise di costruire sul colle di Montecarlo la potente Fortezza che nei secoli ebbe un ruolo fondamentale nelle guerre con Pisa e Firenze, e resta ancora oggi gioiello indiscusso del borgo.
Le case di Montecarlo sono belle, di una nobiltà bene educata. La piazza è un ampio balcone che guarda la parte più mossa della geografia toscana: piane e paduli, fiumi e paesi, lontane montagne e isolate groppe boscose. Dell’antico disegno, oltre alla trama delle vie, sussistono due porte d’accesso e imponenti avanzi del castello trecentesco, serrati attorno alla più antica rocca e interamente circondati da mura.
Gli ulivi e i vigneti delle colline che abbracciano il paese producono un olio di notevole qualità e un vino speciale: il bianco di Montecarlo, che nasce da processi di vinificazione nei quali alcuni vignaioli, verso la metà dell’Ottocento, introdussero tecnologie francesi, donando al prodotto un gusto squisito, da allora chiave della notorietà del paese in campo enologico.

Scopri gli altri borghi sulla guida Toscana - Borghi Da Amare

Borgo di Montecarlo
Comune di Montecarlo
 
Provincia di Lucca
Regione Toscana

Abitanti: 4.428
Altitudine centro: 162 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città del vino
Strada del vino e dell'olio Lucca Montecarlo Versilia

Riconoscimenti
Bandiera Arancione - Touring Club Italiano

Il Comune
Via Roma 56 - Tel. +39 0583 22971

IN AUTO

  • Da Nord: Prendere l'autostrada A1, seguire la direzione La Spezia - Parma Ovest, continuare sull'autostrada A15, seguire la direzione Genova - Livorno, proseguire sull'autostrada A12, a Viareggio seguire la direzione Lucca - Firenze, continuare sull'autostrada A11 Firenze – Mare, uscire a Altopascio, attraversare Marginone, proseguire in direzione Montecarlo.
  • Da Sud: Prendere l'autostrada A1, seguire la direzione Livorno, continuare sull'autostrada A11 Firenze - Mare, uscire a Chiesina Uzzanese, svoltare sulla SP 13 in direzione Pescia - Collodi, attraversare San Salvatore e seguire le indicazioni per Montecarlo.

IN TRENO

  • Stazione ferroviaria di Altopascio

IN AEREO

  • Aeroporto di Pisa 
  • Aeroporto di Firenze
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950