La risorsa online sul turismo lento e borghi italiani
Accedi alla Community

Vinci


Noto per essere la città natale del più grande genio del Rinascimento italiano, Vinci è il luogo ideale per trascorrere una giornata all'insegna della cultura, ma anche per esplorare la campagna con i suoi vigneti e uliveti, amati da Leonardo.
  • Borgo con castello
  • Agibile ai disabili
  • Area sosta camper
  • Bandiera Arancione
  • Città del vino
  • Città dell'olio
Chiesa di Santa Croce  |
Chiesa di Santa Croce
Leonardo Da Vinci al museo nella sua città natale  |
Leonardo Da Vinci al museo nella sua città natale
La casa di Leonardo da Vinci  |
La casa di Leonardo da Vinci
Vinci  |
Vinci
Vinci  |
Vinci

Sul borgo

Nascosta nel cuore delle colline toscane si trova Vinci, un affascinante borgo le cui origini risalgono all'800 a.C. Situato sulle pendici dell'affascinante Montalbano, un massiccio collinare più noto per i suoi vigneti e oliveti, Vinci è un borgo medievale unico e ben conservato che gareggia tra le mete più ambite del turismo italiano e internazionale. Non solo per la bellezza del paesaggio e l'importanza storica del suo patrimonio, ma anche e soprattutto per essere la cittadina natale di Leonardo da Vinci, uno dei più grandi geni della storia dell’umanità.

Il Comune di Vinci, situato nel cuore della Toscana, in provincia di Firenze, fa parte della regione dell'Empolese Valdelsa e Montalbano. Questo territorio corrisponde alla culla del Rinascimento italiano, una delle fasi più fruttuose di tutta la storia dell'arte e della cultura mondiale. La sua struttura peculiare a forma di mandorla la rende unica nella Regione Toscana. La vista piantonata sembra replicare un'imbarcazione a due alberi, rappresentati dalla torre della Rocca dei Conti Guidi e dal campanile della chiesa di Santa Croce. Questa peculiarità ha attribuito al centro storico di Vinci la denominazione di "Castel della Nave".

Vinci, la Culla di Leonardo

Ancora oggi, nonostante il passare dei secoli, Vinci rimane orgogliosamente legata alla figura di Leonardo, mantenendone viva la memoria non solo nei toponimi delle vie e delle piazze, ma anche con attività museali e ricerche storico-scientifiche svolte nel Museo Leonardiano e nella Biblioteca Leonardiana, centri di primaria importanza a livello mondiale per lo studio e l'approfondimento della figura di Leonardo. Nel loro insieme, le strutture formano un vero e proprio ecomuseo che valorizza tutto il territorio circostante, in un ideale percorso delle tappe che hanno contraddistinto la vita, gli studi e i viaggi di Leonardo "il Toscano".

Insomma, Vinci è un borgo che sa offrire mille altre attrattive: dai meravigliosi paesaggi caratterizzati da vigneti e oliveti, ai tuffi nel passato guardando la Rocca dei Conti Guidi o la Chiesa di Santa Croce, dove, secondo la tradizione, fu battezzato Leonardo, senza dimenticare l'opportunità di gustare i tipici prodotti locali come l'olio extra vergine d'oliva e le pietanze della tradizione toscana nelle numerose trattorie del centro storico.

A soli tre chilometri dal centro del paese, è possibile visitare la casa natale di Leonardo, raggiungibile anche a piedi lungo la Strada Verde. Questo sentiero attraversa i pittoreschi vigneti e oliveti della regione, offrendo un coinvolgente viaggio a ritroso nel tempo.

Le Celebrazioni Locali

Vinci conserva le proprie radici attraverso le rievocazioni storiche e le celebrazioni. L'ultimo mercoledì di luglio, un corteo in costume ricorda la storia del Capitano Cecchi Santi, un soldato locale. Inoltre, il corteo della Festa dell'Unicorno, che si svolge l'ultimo fine settimana di luglio, trasforma il paese in un fantasioso regno medievale.

Insomma, sia che siate amanti della storia dell'arte, sia che la vostra passione sia la natura o l'enogastronomia, il Comune di Vinci saprà stupirvi e affascinarvi. E, come è successo a Leonardo più di cinquecento anni fa, anche voi porterete nel cuore un pezzetto di questa meravigliosa terra toscana.

Borgo di Vinci
Comune di Vinci
Provincia di Firenze
Regione Toscana

Abitanti: 14.497 vinciani
Altitudine centro: 97 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città del vino
Città dell'olio
Paesi bandiera arancione

Riconoscimenti
Bandiera Arancione - Touring Club Italiano

= distanze in linea d'aria

IN AUTO

  • Da Nord e da Sud: Prendere l'autostrada A1, uscire in direzione Firenze Scandicci e immettersi sulla superstrada Firenze-Pisa-Livorno in direzione Pisa/Livorno, uscire a Empoli Ovest e seguire le indicazioni per Fucecchio - Vinci.

IN TRENO

  • Stazione ferroviaria di Empoli

IN AEREO

  • Aeroporto di Firenze

Arroccatosi nei secoli attorno al castello, fondato dai conti Guidi verso l’anno Mille, il borgo a forma di mandorla è un luogo speciale, in cui tutto parla di Leonardo. Sulla figura e sulle opere del grande inventore si accentrano gran parte delle attrattive di questa località, comunque non meno dotata di altre bellezze paesaggistiche e monumentali. Ulivi e vigneti spargono le loro delizie ovunque nelle fertili campagne dei dintorni, mentre sontuose ville si celano dietro fitte cortine di cipressi e pinete.
Il visitatore che giunge in paese non potrà comunque tralasciare il Museo e la Biblioteca leonardiana, ospitati nella rocca dei conti Guidi. Il Museo, uno dei più importanti e frequentati della Toscana, conserva un’ampia e prestigiosa collezione di modelli di invenzioni del grande genio: ecco un apparecchio per proiezioni, un elicottero, un paracadute, macchine idrauliche e militari… Decine di modelli di strumenti dagli utilizzi più svariati, presentati con precisi riferimenti ai disegni e alle annotazioni manoscritte dell’artista.
Passeggiando per vicoli e sentieri ci si immerge, poi, nella verdissima campagna in cui Leonardo vagava in contemplazione, mentre la sua mente instancabile cercava ispirazione per sempre nuove e curiose applicazioni. Si giunge infine, percorrendo l’antica “strada verde”, alla frazione di Anchiano, dove si può visitare la casa natale del grande uomo di Vinci.

Scopri gli altri borghi sulla guida Toscana - Borghi da Amare

Vinci offre agli amanti della cucina tradizionale toscana piatti deliziosi come la pappa col pomodoro, la zuppa di farro e la farinata di cavolo nero. Grazie alla produzione dell’olio extra vergine d’oliva toscano IGP, il borgo si distingue anche per gli oli dal sapore inconfondibile e leggermente piccante.

  • Mercato settimanale: ogni lunedì in Via Fedi, ogni mercoledì in piazza della Libertà e ogni sabato in Piazza del Popolo;
  • Aprile - Lettura Vinciana. Dissertazioni su argomenti leonardiani alla Biblioteca Leonardiana.
  • Giugno - "Menar mascelle all'or di cena" (cena rinascimentale).
  • Giugno - Riapertura della casa natale di Leonardo ad Anchiano.
  • Luglio - Festa dell'Unicorno (manifestazione medievale-fantasy).
  • Ultimo mercoledì di Luglio - Il volo di Cecco Santi (rievocazione storica).
  • 10 Agosto - Calici di stelle.

Dormire, mangiare, comprare...

= distanze in linea d'aria
= distanze in linea d'aria

Eventi

sabato
30
novembre, 2024

Sant'Andrea

Le nostre notizie su Vinci

Magnifica e munifica, la Toscana, una regione costellata da monili preziosi: i borghi della memoria, un unicum di storia, tradizioni, leggende, costumi e folclore. A iniziare dal suo capoluogo, Firenze, nel cui territorio spiccano, fra i numerosi, Vinci, Barberino Val d’Elsa, Certaldo, Montefioralle e Scarperia. E poi Montelupo Fiorentino, la cui tradizione manifatturiera si ritrova anche nella gastronomia che dal passato arriva fino a o...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2024 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360