La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Roccavivara


Condividi
Roccavivara domina la valle del fiume Trigno e gode di una posizione geografica davvero spettacolare. E’ un concentrato di risorse archeologiche, artistico-religiose e naturalistiche. Dalla villa romana di età imperiale, alla chiesa di Santa Maria del Canneto, tra gli esempi più significativi dell’arte romanica, ai boschi di faggi secolari presso il Lago Ivalso.
  • Borgo in montagna
  • Città dell'olio
Roccavivara, Santuario della Madonna del Canneto  |
Roccavivara, Santuario della Madonna del Canneto
Roccavivara, Benedizione del Pane per la Festa di San Giuseppe  |
Roccavivara, Benedizione del Pane per la Festa di San Giuseppe
Roccavivara, Tradizioni  |
Roccavivara, Tradizioni
Roccavivara sotto la neve  | Nicola Ninni
Roccavivara sotto la neve
Nicola Ninni
Uno sguardo a Roccavivara
Uno sguardo a Roccavivara

Sul borgo

Sulle origini del nome di Roccavivara esistono due ipotesi, la prima vuole che esso derivi da Rocca Bonnarii, facendo riferimento al suo fondatore, un certo Bonnario; la seconda che esso provenga da Rocca di Vivara, riferendosi alla contrada di Vivara tuttora esistente e confinante con il comune di Roccavivara. La parte bassa dell'agro di Roccavivara offre ampie testimonianze della presenza di centri abitati all'epoca di Roma repubblicana ed imperiale. Notizie storiche ci dicono che nel 1268 era feudatario di Roccavivara Gualtiero di Vollers; a costui seguì Bertrando Cantelmo, la cui discendenza tenne il dominio fino al 1442. Successivamente il potere passò ai Sangro, ai Carafa e ai Coppola fino all'abolizione della feudalità. In località San Fabiano è stato rinvenuto un sito molto interessante: una villa romana sicuramente costruita su un pianterreno sostenuto da una costruzione megalitica.

Di pregevole valore storico-artistico è il Santuario di Santa Maria in Canneto, che merita sicuramente una visita.

Molto interessanti infine sono le tradizioni legate alle ricorrenze religiose. Particolare cura infatti viene messa nella preparazione e nello svolgimento della Festa di San Giuseppe che ricorre due volte l'anno. Le famiglie che conservano le tradizioni tramandate dagli avi, invitano a pranzo, a base di baccalà e cereali il 19 marzo e a base di carne il primo maggio, tre persone rappresentanti la Sacra Famiglia. La festa è preceduta dalla Benedizione del Pane che verrà consumato dalle famiglie.

Un'altra tradizione è quella del Gallo di San Rocco. Un gallo veniva collocato in un tombino da cui fuoriusciva solo la testa; al cospetto degli astanti, una persona bendata tentava di ammazzare l'animale vibrando un deciso colpo di verga. Da qualche anno la manifestazione si svolge utilizzando un gallo finto di gesso dopo ripetute proteste degli animalisti.

Un'altra iniziativa rilevante, perseguita da molte famiglie, è quella denominata Le Sagne de la Madonna. La cerimonia prevede da parte dei devoti di inviare sette ragazze e un'anziana signora in località Santa Maria di Canneto. Il gruppo rappresenta al cospetto della Santa Vergine i desideri e le intenzioni della famiglia. Al ritorno in paese viene fatto trovare loro un piatto tipico detto Le Sagn' de la Madonne, pasta fatta in casa condita con sugo o aceto e spezie varie. Il pasto viene poi distribuito agli altri rocchesi. Presso l'altare con decorazione della Madonna, corre una leggenda che la statua sorrida alle persone veramente care a Dio, dopo la preghiera della messa.

Comune di Roccavivara
Provincia di Campobasso
Regione Molise

Abitanti: 807
Altitudine centro: 650 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città dell'olio

Aree Naturali Protette:
Parco delle Morge Cenozoiche del Molise

Il Comune
Via Papa Giovanni XXIII 10 - Tel. +39 0874 875087

IN AUTO

  • Da Nord e da Sud: Dall'autostrada Adriatica A14 in direzione di Pescara uscire a Montenero di Bisaccia/Vasto Sud/San Salvo, immettersi sulla SS 650 in direzione di Isernia/Montenero di Bisaccia, continuare sulla SP 202, svoltare sulla SP 15 in direzione di Roccavivara (SP 92).
  • Da Campobasso: Prendere la SS 87, proseguire per la SS 647, svoltare sulla SP 163 in direzione di Lucito, attraversare Lucito, svoltare sulla SP 92 in direzione di Roccavivara.
  • Da Napoli: Dall’autostrada A1 uscire a Caianello, svoltare in direzione di Benevento, proseguire per Campobasso, SS 17, immettersi sulla SS 650 in direzione di San Salvo, proseguire sulla SP 202, svoltare sulla SP 15 in direzione di Roccavivara (SP 92).
  • Da Roma: Dall'autostrada del Sole A1 uscire a San Vittore, seguire direzione Isernia, Campobasso, raggiungere la SS 17, proseguire per la SS 650 in direzione di San Salvo, continuare sulla SP 202, svoltare sulla SP 15 in direzione di Roccavivara (SP 92).

IN TRENO

  • Stazione ferroviaria di Campobasso

IN AEREO

  • Aeroporto di Pescara 
  • Aeroporto di Foggia 
  • Aeroporto di Napoli 
  • Aeroporto di Roma Ciampino
  • Aeroporto di Roma Fiumicino

VIA MARE

  • Porto di Termoli
  • Porto di Pescara
  • Porto di Napoli 

Dormire, mangiare, comprare...

MCM Nautica
Via Corsica 179 - 86039, Termoli (Campobasso)
37.00 Chilometri da Roccavivara

Eventi

venerdì
19
marzo, 2021

Festa Di San Giuseppe

sabato
1
maggio, 2021

Festa Di San Giuseppe

giovedì
5
agosto, 2021

Festa patronale di Sant'Emidio

Dal blog

Le Sagne de la Madonna sono un primo piatto semplice e gustoso legato alla tradizione molisana, specialmente a Roccavivara. Infatti, questo piatto viene preparato specialmente in occasione del primo agosto, quando a Santa Maria di Canneto, sulle sponde del Trigno, si svolge l’omonima manifestazione. Questa prevede che i devoti debbano iniziare sette ragazze e una anziana signora, al cospetto della Santa Vergine, a rappresentare i desideri e le intenzioni della famiglia. Una volta tornati al paese, si festeggia gustando questo prelib...
Continua
Undici sono i giocatori che formano una squadra di calcio. E undici sono i Comuni del Molise che hanno deciso di fare squadra per vincere la partita più difficile contro un avversario considerato da queste parti "storico": lo spopolamento. Il Molise, infatti, soprattutto nell'ultimo ventennio, assiste passivamente alle partenze sempre più frequenti dei suoi abitanti, che lasciano la regione più piccola d'Italia in cerca di fortuna in altre zone dello Stivale, causando così...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950