La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Locorotondo


Condividi
Diviso in numerosissime frazioni, il più bel balcone della Murgia dei Trulli, si caratterizza per una particolare pianta circolare da cui ne deriva il nome, luogo rotondo dal latino Locus Rotundus. Il cuore antico del paese è un luogo davvero unico capace di esercitare suggestioni e fascino fuori dal comune. Dal suo belvedere si ammira un territorio emozionante: un mosaico di piccoli vigneti segnati da muretti a secco, macchie di bosco mediterraneo e argentei uliveti che circondano antiche masserie, migliaia di trulli sparsi nelle contrade.
  • Agibile ai disabili
  • Borghi più belli d'Italia
  • Paesi Bandiera Arancione
  • Città del vino
Locorotondo  | ValerioMei
Locorotondo
ValerioMei
Locorotondo  | Stefano_Valeri
Locorotondo
Stefano_Valeri
Locorotondo  | Nicola Simeoni
Locorotondo
Nicola Simeoni
Locorotondo  | Nicola Simeoni
Locorotondo
Nicola Simeoni
Locorotondo  | maserrac
Locorotondo
maserrac
Locorotondo di sera  | Angelo D'Amico
Locorotondo di sera
Angelo D'Amico
Locorotondo  | Martina Conte
Locorotondo
Martina Conte
Locorotondo dall'alto  | Fabio Dell
Locorotondo dall'alto
Fabio Dell
Locorotondo, Via Dura angolo Via Porta Nuova  | Vita Rosaria Benedetto
Locorotondo, Via Dura angolo Via Porta Nuova
Vita Rosaria Benedetto
Locorotondo, Chiesa Madre di San Giorgio Martire  | Comune di Locorotondo
Locorotondo, Chiesa Madre di San Giorgio Martire
Comune di Locorotondo
Locorotondo, giardino della Masseria Ferragnano  | Comune di Locorotondo
Locorotondo, giardino della Masseria Ferragnano
Comune di Locorotondo
Locorotondo, Via Nardelli  | Serena Cisternino
Locorotondo, Via Nardelli
Serena Cisternino
Locorotondo, Chiesetta di San Nicola  | Comune di Locorotondo
Locorotondo, Chiesetta di San Nicola
Comune di Locorotondo
Locorotondo, Via Dura   | Emanuele Colabello
Locorotondo, Via Dura
Emanuele Colabello
Locorotondo, Via Morelli  | Comune di Locorotondo
Locorotondo, Via Morelli
Comune di Locorotondo
Locorotondo, Veduta Valle d'Itria  | Lucio Palmisano
Locorotondo, Veduta Valle d'Itria
Lucio Palmisano
Locorotondo, Sant'Anna  | Comune di Locorotondo
Locorotondo, Sant'Anna
Comune di Locorotondo
Locorotondo, Via Verdi  | Serena Cisternino
Locorotondo, Via Verdi
Serena Cisternino
Locorotondo, Trullo di Marziolla  | Comune di Locorotondo
Locorotondo, Trullo di Marziolla
Comune di Locorotondo
Locorotondo, Via Alfieri  | Donato Pinto
Locorotondo, Via Alfieri
Donato Pinto
Locorotondo, Via Verdi  | Vita Rosaria Benedetto
Locorotondo, Via Verdi
Vita Rosaria Benedetto
Locorotondo, Municipio  | Comune di Locorotondo
Locorotondo, Municipio
Comune di Locorotondo
Locorotondo  | Davide Fornari
Locorotondo
Davide Fornari
Locorotondo  | Comune di Locorotondo
Locorotondo
Comune di Locorotondo
Locorotondo, Colori della Valle  | Alfredo Neglia
Locorotondo, Colori della Valle
Alfredo Neglia
Uno sguardo a Locorotondo
Uno sguardo a Locorotondo
Emozioni nelle stradine di Locotorondo  | Massimiliano Ricci - e-borghi Community
Emozioni nelle stradine di Locotorondo
Massimiliano Ricci - e-borghi Community
Una cena magica a Locorotondo  | Massimiliano Ricci - e-borghi Community
Una cena magica a Locorotondo
Massimiliano Ricci - e-borghi Community

Eventi

da
sabato
15
agosto, 2020
a lunedì 17 agosto 2020

San Rocco

da
giovedì
22
aprile, 2021
a venerdì 23 aprile 2021

Dono a San Giorgio

Sul borgo

La bianca Locorotondo è il più bel balcone della Murgia dei Trulli. I caratteristici tetti aguzzi fatti di grigie “chiancarelle” di pietra, le cummerse, fanno svettare in alto le facciate delle case, che all’interno presentano ambienti dalle tipiche volte a stella. Dal suo belvedere si ammira un territorio che è a tratti emozionante: un mosaico di piccoli vigneti segnati da muretti a secco, macchie di bosco mediterraneo e argentei uliveti che circondano antiche masserie, migliaia di trulli sparsi nelle contrade. In più, il piccolo nucleo antico di Locorotondo, racchiuso nella sua perfezione circolare di pietre e calcine, un tempo segnato dalle mura, sembra sospeso tra sogno e realtà: il bianco della calce avvolge ogni cosa, fa da abbagliante sfondo alle architetture barocche in pietra locale, esalta le macchie di colore intenso dei balconi fioriti. Il cuore del centro storico è piazza Vittorio Emanuele, un salotto creato dalle architetture circostanti, in cui si trova anche la Pro Loco, prezioso punto di riferimento per i turisti e gli organizzatori di eventi e lo IAT.

Varcando Porta Napoli si accede nell’accogliente ed elegante piazza ottocentesca. Un tempo era detta piazza castello in quanto costeggiava l’antico Castello, che sorgeva presumibilmente dove attualmente si trova la Chiesa dell'Addolorata. Anche se il castello non esiste più in realtà in questa piazza si può osservare sulla destra, appena si varcano le colonne di porta Napoli, un antico caseggiato predisposto alla difesa del piccolo borgo. Sempre sul lato desto si eleva un imponente palazzotto signorile in stile ottocentesco, che nella parte superiore presenta una cornice dipinta con un rosa delicato. Sull’altro lato della piazza si erge il grandioso palazzo Aprile-Ximenes, anch’esso dell’Ottocento, completamente tinteggiato con una tonalità molto accesa del tipico rosso pompeiano. Fra i due palazzi si impianta una storica casa a corte con i tipici tetti a cummerse.

Questa casa a corte è chiusa da un’antica struttura muraria in pietra calcarea con un arco ad ogiva i cui conci sono scolpiti con motivi tardo-medievali. Con ogni probabilità questi conci sono materiali di riuso che forse appartenevano all’antica porta Napoli che è stata abbattuta e rifatta nel XIX secolo. Il motivo decorativo di questi conci è molto variegato, si va dai due dragoncelli alati posti alle estremità dell’arco all’effetto a canestrato, a squame o a racemi proposti lungo tutta la curva del portale. Nella parte superiore è stata inserita un’edicoletta con la statua della Madonna. La piazza ospita negozietti artigianali e ricreativi e sul pavimento spicca lo stemma musivo della città. Da vedere la Chiesa Madre dedicata a San Giorgio Martire, la Chiesa di San Nicola (con cupola a trullo e navata a cummersa), la Chiesa della Madonna della Greca. Da esplorare l'agro ed il polmone verde in contrada Caramia, dove un bosco attrezzato con postazioni ginniche attira atleti ed appassionati di natura. In contrada San Marco di pregio è la chiesa antica ed il vicino Trullo di Marziolla.

Locorotondo è famosa per le sue 130 contrade circa, per il suo vino Bianco Locorotondo DOC e per le nuove produzioni di vini derivanti dai Vitigni Autoctoni, nonché per i “gnumerèdde suffuchète”, involtini di trippa d’agnello, legati con le budella dell’animale e cotti a lungo in tegami di terracotta e A Ciallèdde, un piatto tipico della tradizione contadina e mediterranea.

Suggestive le manifestazioni che vi si svolgono. Dal Locus Festival, appuntamento annuale con la buona musica le cui note viaggiano fra i tetti aguzzi e conici della pietra locale che si svolge dalla seconda metà di luglio alla prima metà di agosto, al Viva Festival (seconda metà di agosto) con musica d'avanguardia, ai sapori autentici delle feste di contrada che accompagnano per l'intera estate residenti e visitatori nei diversi agglomerati sparsi nell'agro, offrendo la possibilità a tutti di assaporare i gusti e vivere la proverbiale accoglienza di questa terra.

E ancora le manifestazioni nel centro storico: dal concorso Balconi Fioriti (da giugno ad agosto) alla rassegna “Libri nei vicoli del Borgo”. Le commedie in vernacolo e le diverse iniziative delle associazioni locali: dal teatro, al rock, alla danza, fino all'enogastronomia delle sagre e le degustazioni del buon vino. Immancabile la sagra pirotecnica del 16 agosto che illumina tutta la valle d'Itria in onore del Santo Protettore San Rocco. In autunno (ottobre-novembre) c'è l'appuntamento con la Festa del Novello, un evento immancabile nell'agenda autunnale della Valle d'Itria, che da oltre 30 edizioni propone il vino novello e le nuove produzioni vitivinicole della Valle d'Itria, nelle suggestive viuzze del centro storico con gustosi piatti della tradizione.

Borgo di Locorotondo
Comune di Locorotondo
Provincia di Bari
Regione Puglia

Abitanti: 14.156 
Altitudine centro: 410 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Paesi Bandiera Arancione
Città del vino
Strada del Vino Doc Locorotondo e Martina Franca

Il Comune
Piazza Aldo Moro 29 - Locorotondo (BA)
Tel. +39 080 4356310

IN AUTO

  • Da Bari: percorrere la SS 16; uscita Fasano; imboccare la SS 172 Dir SS 100; uscita Turi; immettersi poi sulla SS 172 (Statale dei trulli)
  • Da Taranto: percorrere la SS 172 Dir
  • Da Lecce-Brindisi: SS 379; uscita Fasano; immettersi poi sulla SS 172 Dir

IN TRENO

  • Stazione di Fasano Scalo

IN AEREO

  • Aeroporto di Bari 
  • Aeroporto di Brindisi 

VIA MARE

  • Porto di Bari 
  • Porto di Brindisi

Dormire, mangiare, comprare...

Dal blog

Non serve andare fino a Santorini, in Grecia, per assistere dal vivo allo spettacolo di una città tutta dipinta di bianco. La Valle d’Itria, che si estende nella parte settentrionale della Puglia, tra le province di Bari, Brindisi e Taranto, è famosa in tutto il mondo per i suoi incantevoli borghi dalle case candide come l’abito di una sposa. Un tour sorprendente, un’esperienza da fare almeno una volta nelle vit...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950