La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Castiglion Fiorentino


Condividi
Castiglion Fiorentino, le cui origini risalgono all’epoca etrusca e poi romana, sorge su di un colle in Valdichiana. Considerata la sua forma a spirale, da lontano è possibile intravedere la svettante Torre del Cassero che ne domina il centro storico.
  • Borgo con castello
  • Agibile ai disabili
  • Paesi Bandiera Arancione
  • Città dell'olio
Castiglion Fiorentino  | pegasophoto/shutterstock.com
Castiglion Fiorentino
pegasophoto/shutterstock.com
Castiglion Fiorentino, Logge del Vasari  |
Castiglion Fiorentino, Logge del Vasari
Castiglion Fiorentino, scorcio con campanile collegiata  | Toscana Promozione Turistica
Castiglion Fiorentino, scorcio con campanile collegiata
Toscana Promozione Turistica
Castiglion Fiorentino  |
Castiglion Fiorentino
La Valle Verde  | pegasophoto/shutterstock
La Valle Verde
pegasophoto/shutterstock
Castiglion Fiorentino  | La Valle Verde - pegasophoto/shutterstock
Castiglion Fiorentino
La Valle Verde - pegasophoto/shutterstock
Castello di Montecchio  | pegasophoto/shutterstock
Castello di Montecchio
pegasophoto/shutterstock
Torre del Cassero  | ermess/shutterstock
Torre del Cassero
ermess/shutterstock
Castiglion Fiorentino  | pegasophoto/shutterstock
Castiglion Fiorentino
pegasophoto/shutterstock
Uno sguardo a Castiglion Fiorentino
Uno sguardo a Castiglion Fiorentino
CASTIGLION FIORENTINO (AR) - Scorcio sulla Piazza e le Logge del Vasari  dalla salita che conduce alla Torre del Cassero.  | Luca Spinelli - e-borghi Community
CASTIGLION FIORENTINO (AR) - Scorcio sulla Piaz...
Luca Spinelli - e-borghi Community

Eventi

sabato
8
maggio, 2021

San Michele

Sul borgo

Abitato fin dalla preistoria, il territorio castiglionese conobbe un primo periodo di fioritura con l'epoca villanoviana e il suo nucleo abitato si sviluppò già a partire dal VI secolo a.C. Gli Etruschi apportarono una prima bonifica alla Val di chiana, traversata all'epoca dal fiume Clanis che scorreva nel senso opposto dell'attuale Canale Maestro e costituiva un'importante via d'acqua navigabile. Nell'area castiglionese restano a testimonianza di tale periodo numerosi reperti archeologici, tra cui il celebre Deposito di Brolio, rinvenuto nel XIX secolo nell'omonima frazione, e costituito da una grande quantità di bronzetti. Giunti i Romani, questi decisero di sfruttare la fertilità della zona per il fabbisogno alimentare dell'Urbe. Ma con l'impero di Augusto il panorama cambiò radicalmente: tra le cause delle piene del Tevere che di tanto in tanto allagavano Roma fu reputato il Clanis, che era affluente del Paglia, a sua volta tributario del fiume romano. I Romani ostruirono pertanto la foce del Clanis, provocando la stagnazione delle acque e il conseguente impaludamento della Valdichiana. È probabile che Castulone si espanse in tale periodo, sorgendo in altura e quindi essendo immune dalla malaria, da cui molte delle genti degli abitati della valle erano fuggite.
Il centro abitato viene ricordato dai documenti con il nome di "Castiglione" non prima del X secolo, quando risulta feudo dei marchesi del Monte Santa Maria. Dal 1384 la cittadina passò definitivamente a Firenze e da questo momento in poi, ridenominata "Castiglion Fiorentino", resterà sotto il suo dominio.

Meritano una visita le Logge del Vasari, il Castello di Montecchio Vesponi, la Pieve di San Giuliano e la sua Collegiata e il Santuario della Madonna del Bagno.


Passeggiando nella campagna aretina e guardando verso l’alto, ecco stagliarsi contro il cielo, in lontananza, su un’altura non troppo elevata, le mura duecentesche del borgo medievale di Castiglion Fiorentino. Il gorgogliare dei corsi d’acqua accompagna la passeggiata, come musica cristallina in sottofondo, mentre, immersi nel meraviglioso paesaggio agrario della fertile Valdichiana, si percorre la strada che giunge al centro storico del paese. Intorno, olivi e filari di viti a perdita d’occhio, e il sereno pascolare dei bovini dei celebri allevamenti chianini. Volgendo lo sguardo a est, si perdono nella nebbia i monti dei Preappennini. Superando le torri che delimitano il centro storico, si giunge nella piazza del Municipio, cuore del paese, da cui, sotto le arcate del Loggiato vasariano (1513), si ammira la Val di Chio. Si prosegue la passeggiata fino all’area archeologica del Cassero, fermandosi a riposare nel giardino pubblico che circonda la Torre. Tratti di una cinta muraria del IV secolo a.C., rinvenuti qui, ci confermano che questa era zona etrusca. Salendo in cima alla torre del Cassero, si gode di uno splendido panorama sul borgo, la Val di Chiana e la Val di Chio. E dopo aver arricchito lo spirito visitando le sei chiese dentro le mura e le collezioni della Pinacoteca civica presso la chiesa di Sant’Angelo, ci si ristora e conforta a pranzo, ordinando in qualche ristorante del luogo un bel taglio di chianina, accompagnata da un ottimo bicchiere di vino toscano. Nell’aria risuona ancora la voce di Roberto Benigni, che nella scena iniziale del suo celeberrimo La vita è bella raggiunge le mura del paese in auto, mentre viene scambiato dai castiglionesi per il re Vittorio Emanuele III.

Scopri gli altri borghi sulla guida Toscana - Borghi Da Amare

Borgo di Castiglion Fiorentino
Comune di Castiglion Fiorentino
Provincia di Arezzo
Regione Toscana

Abitanti: 13.210 (9.985 nel borgo)
Altitudine centro: 345 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Paesi Bandiera Arancione
Castiglioni d'Italia
Città della chianina
Città dell'olio
Strada del Vino Terre di Arezzo

Il Comune
Piazza Del Municipio 12 - Tel. 0575-65641

IN AUTO

  • Da Nord: Percorrere l'autostrada A1, uscire ad Arezzo, seguire in direzione Arezzo e proseguire sul raccordo Arezzo-Battifolle, attraversare Terrarossa e continuare seguendo indicazioni per Castiglion Fiorentino.
  • Da Sud: Prendere l'autostrada A1 in direzione Firenze, uscire a Valdichiana/Bettolle/Sinalunga, continuare sulla SS 327 e poi sul raccordo RA6 in direzione di Perugia, uscire a Cortona e prendere la SP 32 sempre in direzione Cortona, attraversare Camucia e poi seguire le indicazioni per Castiglion Fiorentino.

IN TRENO

  • Stazione ferroviaria di Castiglion Fiorentino

IN AEREO

  • Aeroporto di Firenze 
  • Aeroporto di Pisa

Dormire, mangiare, comprare...

Il Convivio dei Corsi
Il Convivio dei Corsi si trova nel borgo di Raggiolo, in Toscana.
Piazza san Michele, 3, Ortignano Raggiolo (Arezzo)
41.03 Chilometri da Castiglion Fiorentino
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950