Vogogna sorge a pochi chilometri dal Lago Maggiore. Il borgo costituisce la cornice ideale per le manifestazioni civili e religiose
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Vogogna

Il Borgo degli Agoni
Leggi di più

Borgo di Vogogna
Comune di Vogogna
Provincia di Verbano-Cusio-Ossola
Regione Piemonte

Abitanti: 1.757
Altitudine centro: 226 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Borghi Sostenibili del Piemonte
Paesi bandiera arancione
Unione montana delle Valli dell'Ossola 

Aree naturali protette:
Parco Nazionale della Val Grande

Comune di Vogogna
Via Nazionale, 150 - Vogogna
Tel. +39 0324 87042

Vogogna (Vogogna in piemontese, Vugògna in dialetto ossolano) è situato al centro della Val d'Ossola, in Piemonte. Il toponimo potrebbe trarre origine dal nome dall'antico popolo che abitava queste terre prima dei Romani, i Galli Agoni: Vallis Agonum, valle degli Agoni. Una lapide risalente al 196 d.C. testimonia la presenza romana a Vogogna. Il paese, citato per la prima volta in un documento notarile del 970 d.C., rimane un villaggio di contadini fino al XIII secolo, quando Vogogna, per la sua collocazione geografica, viene scelto come capoluogo dell'Ossola Inferiore. Nel 1375, la rivalità tra Domodossola, capitale dell'Ossola Superiore, e Vogogna, culmina con il sacco di quest'ultima da parte degli avversari. Nel 1411 Vogogna respinge gli invasori svizzeri ma nel 1416 si allea con questi contro l'Ossola Superiore. Tra il 1450-1535, durante la signoria degli Sforza e sotto il governo dei Borromeo (1416-1600) Vogogna diventa un fiorente borgo, centro di traffici e commerci lungo l'antica strada del Sempione che lo attraversa. Il periodo di relativa floridezza economica e rilevanza militare, durerà fino all'inizio della dominazione spagnola (1535-1706).

Il Castello Visconteo viene costruito nel 1348. La pianta della struttura è irregolare e rispecchia l'orografia del terreno nonché le diverse fasi costruttive. Poco sopra il castello si trovano le rovine dell'antica rocca risalente al IX-X secolo. Il Palazzo Pretorio fu costruito anch'esso nel 1348. Si trova ai piedi della scalinata che conduce al castello. È stato sede fino al 1819 del governo dell'Ossola Inferiore. L'edificio riprende il modello architettonico del broletto lombardo ed è sostenuto da archi a sesto acuto che poggiano su colonne. All'interno e all'esterno sono ancora in parte visibili frammenti dell'antica decorazione pittorica tra cui lo stemma visconteo in alto sulla facciata. Il palazzo ospita il suo interno il mascherone celtico, in pietra ollare, originariamente posto nel cortile della Chiesa di San Pietro, dove, almeno dal 1753, era inglobato in una fontana. La maschera rappresenta una figura maschile che potrebbe rappresentare un dio silvestre, Cernunnos, o un eroe celtico.

Video di envipark

Altre destinazioni nelle vicinanze

Varzo
Varzo
Varzo, situato lungo il confine con la Svizzera, è un borgo costituito da 53 frazioni sparse sui declivi solati.
Verbano-Cusio-Ossola - 22.36 KM da Vogogna
Stresa
Stresa
Stresa, affacciata sul Lago Maggiore nei pressi del Golfo dove si trovano le famosissime Isole Borromee, è una delle località turistiche più belle e frequentate del nord Italia.
Verbano-Cusio-Ossola - 23.34 KM da Vogogna
Crodo
Crodo
Crodo è noto per il Crodino e per le sue acque minerali. Una delle testimonianze antichissime del borgo è il "Muro del Diavolo"
Verbano-Cusio-Ossola - 23.59 KM da Vogogna
Orta San Giulio
Orta San Giulio
Orta San Giulio sorge lungo le acque del Lago d’Orta: un punto strategico e uno dei palcoscenici ideali da cui ammirare il piccolo specchio d’acqua.
Novara - 25.26 KM da Vogogna
Laveno
Laveno
Il borgo di Laveno si trova sulle sponde del Lago Maggiore, in Lombardia. Laveno è considerato anche un importante centro di produzione di ceramiche e porcellane, tra i maggiori in Italia e in Europa
Varese - 27.29 KM da Vogogna
Baceno
Baceno
Baceno è situato nella Valle Antigorio, in un tranquillo paesaggio rurale e boschivo delle pittoresche frazioni.
Verbano-Cusio-Ossola - 28.2 KM da Vogogna

NOTA: le distanze espresse sono in linea d'aria.

Piú letti del mese

Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Ricetta: Torta al formaggio umbra
Un soffice rustico umbro da preparare durante la Settimana Santa e da gustare il giorno di Pasqua, anticamente portato in chiesa per farlo benedire
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Il borgo di Nonantola, in Emilia, ospita la celebre Abbazia carica di storia e tesori. Il suo fondatore fu un personaggio coraggioso e carismatico che svestì i panni della nobiltà per abbracciare quelli più umili del monachesimo.
By Roberto Giarrusso
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di