La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Laveno


Condividi
Laveno, capitale turistica della sponda orientale del Lago Maggiore, è nota per il suo porto turistico che la mette in contatto con la sponda piemontese. Il borgo è considerato anche un importante centro di produzione di ceramiche e porcellane, tra i maggiori in Italia e in Europa. Sopra il paese si erge il monte Sasso del Ferro, che è possibile raggiungere tramite una funivia e che rappresenta uno dei punti panoramici più frequentati del Lago Maggiore, non solo da semplici turisti ma anche dagli appassionati di deltaplano e parapendio.
  • Borgo di lago
  • Agibile ai disabili
Veduta della chiesa di Filippo e Giacomo  |
Veduta della chiesa di Filippo e Giacomo
Lago Maggiore  |
Lago Maggiore
Funicolare d'epoca a Laveno  |
Funicolare d'epoca a Laveno
Laveno Mombello è la capitale del turismo della sponda orientale del Lago Maggiore  |
Laveno Mombello è la capitale del turismo della sponda orientale del Lago Maggiore
Il treno alla stazione di Laveno  |
Il treno alla stazione di Laveno
Statue di San Francesco con Gesù bambino sul Lago Maggiore  |
Statue di San Francesco con Gesù bambino sul Lago Maggiore
Uno sguardo a Laveno
Uno sguardo a Laveno

Eventi

lunedì
3
maggio, 2021

SS. Filippo e Giacomo

Sul borgo

Il borgo di Laveno (Lavén in dialetto varesotto) è uno dei maggiori scali del Lago Maggiore. Oltre al porto turistico c'è un imbarcadero dal quale partono tutto l'anno traghetti con trasporto di automobili per Verbania-Intra. Il centro del borgo si trova in un'ampia insenatura naturale, ai cui estremi si trovano due fortini. Sul colle nord si trova il forte Garibaldino, circondato da un parco.

Il nome Laveno deriverebbe da quello del comandante romano Tito Labieno, che qui aveva il suo accampamento e che sulla collina di Mombello ebbe uno scontro con i Galli; da qui proverrebbe anche il nome Mombello, cioè colle della battaglia in latino (mons belli).

In epoca medioevale fu un borgo abitato da pescatori. Le più importanti famiglie nobili legate a Laveno furono i Visconti e i Borromeo, a cui il territorio era infeudato, i Tinelli di Gorla, i conti Guilizzoni e i Sessa de Ceresolo, padroni della frazione Ceresolo in Cerro. Dall'Ottocento in poi ospitò le famose fabbriche della ceramica, tra le più grandi d'Europa. In frazione Cerro, sul lungolago all'interno del Palazzo Guilizzoni-Perabò, si trova il Museo Internazionale del design ceramico (MIDC)

Il comune di Laveno Mombello venne creato nel 1927 dalla fusione dei comuni di Cerro Lago Maggiore, Laveno e Mombello Lago Maggiore.

Meritano sicuramente una visita il Presepe Sommerso di fronte a Piazza Caduti del Lavoro sul lungolago del borgo, la chiesa di S. Maria in Ca' Deserta, la chiesa prepositurale dei Santi Filippo e Giacomo e l'Eremo di Santa Caterina del Sasso, nei pressi del borgo di Leggiuno, raggiungibile da Laveno tramite il sentiero panoramico dello Anello di Santa Caterina.

Borgo di Laveno
Comune di Laveno-Mombello
Provincia di Varese
Regione Lombardia

Abitanti: 8.743
Altitudine centro: 205 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città della Ceramica
Comunità Montana Valli del Verbano
Autorità di bacino lacuale dei laghi Maggione, Comabbia, Monate e Varese

Comune di Laveno-Mombello
Via Roma 16/A - Laveno-Mombello (VA)
Tel. +39 0332 625511

IN AUTO

  • Percorrendo l'autostrada le uscite più vicine al centro di Laveno-Mombello sono:
    - Uscita Brovello Carpugnino (A26 Genova Voltri-Gravellona)
    - Uscita Baveno - Stresa (A26 Genova Voltri-Gravellona)
    - Uscita Sesto Calende - Vergiate (A8 Gallarate-A26 Gattico Veruno)
    - Uscita Azzate - Buguggiate (A8 Milano-Varese)

IN TRENO

  • Stazione di Stresa
  • Stazione di Verbania-Pallanza

IN AEREO

  • Aeroporto di Milano-Malpensa
  • Aeroporto di Milano-Linate
  • Aeroporto di Bergamo Orio al Serio

Dormire, mangiare, comprare...

cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950