La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Marzamemi


Condividi
Ad appena 55km da Siracusa sorge uno dei borghi più pittoreschi della Sicilia: Marzamemi, piccola frazione di Pachino. A chi vi mette piede per la prima volta sembra di essere stati catapultati indietro nel tempo, quando la vita ruotava essenzialmente attorno alla pesca e il turismo, che oggi supporta l'economia del posto, era solo un'utopia. Mare cristallino, spiagge e storia rendono il borgo un luogo da scoprire e vivere con i ritmi lenti.
  • Borgo di mare
  • Agibile ai disabili
  • Area sosta camper
  • Città del vino
  • Città dell'olio
Marzamemi  | riserva-vendicari.it
Marzamemi
riserva-vendicari.it
Marzamemi, Palazzo del principe di Villadorata  | riserva-vendicari.it
Marzamemi, Palazzo del principe di Villadorata
riserva-vendicari.it
Marzamemi, la Tonnara  | riserva-vendicari.it
Marzamemi, la Tonnara
riserva-vendicari.it
Marzamemi, Chiesa Antica di San Francesco di Paola  | riserva-vendicari.it
Marzamemi, Chiesa Antica di San Francesco di Paola
riserva-vendicari.it
Marzamemi  | @francesco_foti - Yallers
Marzamemi
@francesco_foti - Yallers
Marzamemi  | @bianca.ferraro77
Marzamemi
@bianca.ferraro77
Marzamemi  | @il_mastromatto
Marzamemi
@il_mastromatto
Marzamemi  | @francesco_foti
Marzamemi
@francesco_foti
Marzamemi  |
Marzamemi
Marzamemi  |
Marzamemi
Marzamemi  |
Marzamemi
Marzamemi  |
Marzamemi
Marzamemi  |
Marzamemi
Marzamemi  |
Marzamemi
Uno sguardo a Marzamemi
Uno sguardo a Marzamemi
Marzamemi, ovvero ‘marsà al-ḥamāma’  | Francesco D'Angelo - e-borghi Community
Marzamemi, ovvero ‘marsà al-ḥamāma’
Francesco D'Angelo - e-borghi Community
Video di Salvo La Lota

Eventi

lunedì
17
agosto, 2020

Festa di San Francesco di Paola

mercoledì
6
gennaio, 2021

La Befana vien dal mare

da
sabato
8
maggio, 2021
a lunedì 10 maggio 2021

Inverdurata di Pachino

da
sabato
26
giugno, 2021
a lunedì 28 giugno 2021

Festival del Pesce Azzurro

Sul borgo

La Tonnara e i Villadorata

L'origine del nome Marzamemi, marsà al-ḥamāma ovvero Baia delle Tortore, rivela la presenza nel territorio degli arabi che qui costruirono una tonnara nel 1000 d.C.. Un'altra ipotesi vuole l'origine del nome da Marza e Memi, ovvero porto piccolo.
Il borgo marinaro di Marzamemi, in provincia di Siracusa, nacque nel '700 in seguito all'acquisto nel 1630 da parte della famiglia Villadorata della tonnara araba che venne opportunamente ingrandita: con i Villadorata vennero poi costruite le case dei pescatori, la chiesa e la residenza di famiglia.
La Tonnara, dove veniva prodotto il tonno sott'olio e quello salato, rimase in attività fino al 1969: gli scieri, le lunghe barche usate dai tonnaroti, erano rimesse nella Loggia degli Scieri, una grande sala con arcate in tufo oggi sede di cene, eventi e matrimoni.
Accanto alla Tonnara si erge il Palazzo del Principe di Villadorata costruito in arenaria e affacciato sulla luminosa Piazza Regina Margherita: l'edificio barocco risale al 1725 e sulla facciata si possono ammirare grondaie in pietra e lo stemma dei Villadorata sul portale. Entrando nel Palazzo e superata una scala dal cortile alberato, si può visitare la camera del principe, con il balconcino affacciato direttamente sulla Tonnara.

Da Piazza Regina Margherita a Balata

Oltre al Palazzo del Principe, sull'ariosa Piazza Regina Margherita si affacciano due chiese: la più antica è la Chiesa di San Francesco da Paola risalente al 1752 e adiacente proprio alla tonnara, mentre l'altra dedicata sempre allo stesso santo (peraltro patrono di Marzamemi celebrato ogni agosto con una suggestiva festa marinara con tanto di regate e cuccagna in mare) risale al 1950, presenta un portone in legno e un bel rosone in stile romanico.
La piazza è letteralmente circondata dalle antiche case dei pescatori, oggi riqualificate e divenute botteghe artigianali, gelaterie e caratteristici ristorantini dove gustare i prodotti tipici della zona, vere e proprie specificità del luogo: da non perdere pietanze a base di pomodorini Pachino ICG, il pesce spada affumicato e ovviamente il tonno rosso, compresi mosciame, ventresca e la bottarga.
Di sera la piazza si accende di mille lucine che la attraversano da un capo all'altra e non c'è luogo migliore dove sostare godendosi la semplice quanto autentica atmosfera del luogo.
Da Piazza Regina Margherita si aprono una serie di pittoreschi vicoli, uno più incantevole dell'altro: percorrendo Vicolo Villadorata si arriva direttamente al porticciolo di Balata, certamente il più caratteristico dell'altro di Porto Fossa, con tanto di pavimentazione realizzata in pietra calcarea.
Da Balata, oltre alle scrostate barche dei pescatori che ancora oggi danzano avanti e indietro nelle loro battute di pesca, si può ammirare nitida a largo l'Isola Piccola, nota anche come Isolotto Brancati dal nome del medico di Pachino che vi costruì la sua villa, ospitandovi tra gli altri anche il saggista e scrittore Vitaliano Brancati.

Dalle spiagge di Marzamemei alla Riserva di Vendicari

Le spiagge che circondano Marzamemi sono tante e adatte alle esigenze di ogni tipo di turista, dalla spiaggia di San Lorenzo più grande e animata a quella della Spinazza perfetta sia per le famiglie che per gli amanti di snorkeling.
Molto affascinante è poi la spiaggia dell’Isola delle Correnti, distante da Marzamemi 17km: il nome suggerisce proprio lo spettacolo a cui si può assistere in questo luogo, con le correnti marine del Mediterraneo e del Mar Ionio che si incontrano.
Ci sono poi gli arenili più selvaggi e incontaminati, siti all'interno della Riserva di Vendicari tra Marzamemi e Noto, distante appena 20km: presso la spiaggia della Tonnara si fa il bagno tra i resti della civiltà bizantina mentre presso la spiaggia di Eloro, sita al limitare della foce del fiume Tellaro, presenta le vestigia di un'antica domus romana.
Una vacanza a Marzamemi non può non includere una visita alla bella "Riserva Naturale Orientata Oasi Faunistica di Vendicari" che, grazie alla presenza di ben quattro Pantani, è un vero e proprio santuario degli uccelli migratori: gli amanti del birdwatching possono ammirare trampolieri, aironi, cormorani, cavaliere d'Italia, cicogne e leggiadri fenicotteri.
Oltre a queste zone umide, tra le quali solo il Pantano Piccolo non si prosciuga mai, l'Oasi di Vendicari consta anche di spiagge come precedentemente accennato, di saline, di lunghe dune costiere, profumata macchia mediterranea e lotomie: si tratta in quest'ultimo caso di cave di pietra realizzate dall'uomo intorno al V secolo per estrarre i materiali necessari per la costruzione di monumenti e templi.
Chiunque voglia scoprire le bellezze della Riserva potrà scegliere l'itinerario a lui più congeniale: avrà in tal caso modo di scoprire non solo la variegata natura dell'oasi ma anche i suoi numerosi siti archeologici come ad esempio un edificio ellenistico dove si lavorava il pesce, un'antica necropoli, una tonnara del XVIII secolo e Torre Sveva (chiamata anche Bafutu) di origine araba, anch'essa anticamente destinata alla lavorazione del tonno.


I prodotti tipici del borgo:

  • Bottarga di tonno rosso
  • Ventresca di tonno rosso
  • Mosciame di tonno rosso
  • Pomodorino secco di Pachino
  • Pesce spada affumicato
  • Meloni gialli a rete
  • Melone cantalupo
  • Vino Nero d'Avola
  • Suppizzata di tonno
  • Crispelle di san Martino
  • Granite di Mandorle
  • Ciliegino di Pachino (IGP)

Borgo di Marzamemi
Comune di Pachino
Provincia di Siracusa
Regione Sicilia

Abitanti: 22.205
Altitudine centro: 65 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Città dei sapori
Città del vino
Strada del Vino del Val di Noto

Il Comune
Via XXV Luglio - Tel. 0931-803111

IN AEREO

  • Aeroporto di Catania
  • Aeroporto di Comiso

VIA MARE

  • Porto di Catania
  • Porto di Palermo

Dormire, mangiare, comprare...

Nuova Dolceria
Le specialità sono la ricotta candita, la pralina all’olio evo, il panettone degli Iblei.
Via Necropoli Grotticelle, 25, Siracusa (Siracusa)
40.26 Chilometri da Marzamemi

Dal blog

Marzamemi, ovvero ‘marsà al-ḥamāma’, (baia delle tortore), così come gli arabi avevano battezzato il posto, quando ancora da queste parti erano loro ad abitarvi è  un borgo marinaro siciliano risalente al XVII secolo e località già nota ai tempi della dominazione greca in loco. Incastonato su una lastra di roccia che si affaccia sullo Ionio e posto geograficamente tra Pachino a (Sud) e Noto a...
Continua
I cannoli Siciliani devono il loro nome alle canne di fiume cui veniva arrotolata fino a pochi decenni fa la cialda durante la sua preparazione ed è uno dei dolci tipici della pasticceria siciliana. Ingredienti PER I CANNOLI: 800 g farina di riso 200 g farina di mais tipo fumetto 300 g amido di mais (maizena) 10 g xantana 120 g zucchero semolato 15 g ca...
Continua
La pesca del tonno ha origini molto primitive e la tradizione legata al mondo del tonno rosso e della sua caccia senza sosta affonda le sue radici in Mesopotamia e nelle città costiere di tutto il Medio Oriente. La spiccata gregarietà di questo pesce, il suo radunarsi in grandi branchi nelle zone costiere, dove l'acqua era più bassa, facilitando così la deposizione delle uova ha reso anche più semplice catturarli e fondare sulla loro carne (in realtà del tonno, come del maiale, non si butta via ni...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950