La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Chianalea


Condividi
Noto come la Venezia del sud, il borgo di Chianalea è un'area incontaminata della Calabria di circa 350 abitanti. Caratterizzato dalle tipiche case sugli scogli, questo borgo è uno dei luoghi più incantevoli della nota località turistica di Scilla.
  • Borgo di mare
  • Borgo con castello
  • Borghi più belli d'Italia
Chianalea  |
Chianalea
Chianalea  |
Chianalea
Chianalea  |
Chianalea
Scilla  | Andrei Molchan
Scilla
Andrei Molchan
Scilla  | DaSqui Photography
Scilla
DaSqui Photography
Scilla  | leoks
Scilla
leoks
Scilla  | mRGB
Scilla
mRGB
Scilla  | Natalia Macheda
Scilla
Natalia Macheda
Scilla  | OleOleg
Scilla
OleOleg
Scilla  |
Scilla
Chianalea  |
Chianalea
Scilla  |
Scilla
Scilla  |
Scilla
Scilla  |
Scilla
Scilla  |
Scilla
Chianalea, 1* tappa del mio tour
Chianalea, 1* tappa del mio tour "I Borghi più ...
Francesca Franzese - e-borghi Community
Le barche dei pescatori di Chianalea  | Ida Cerisano - e-borghi Community
Le barche dei pescatori di Chianalea
Ida Cerisano - e-borghi Community

Sul borgo

Chianalea è un piccolo villaggio di pescatori che custodisce tra le sue caratteristiche viuzze la tradizione più autentica della regione Calabria. Considerato uno dei borghi più belli d'Italia, il paese si affaccia sulle acque turchesi del Mar Tirreno.
Il suo nome deriva da piano della galea o Canalea in riferimento alle piccole e strette vie che separano le casette costruite a picco sulla scogliera. Tali vicoli, inoltre, scendono verticalmente verso il mare e, per questa ragione, ricordano appunto dei canali. Da qui il nome Chianalea.

La leggenda narra infatti che il primo nucleo della cittadina fu fondato da alcuni troiani durante il 456 d.C. Il piccolo insediamento subì una terribile invasione da parte dei Vandali, durante il VIII-IX secolo, che lo rasero al suolo. Successivamente durante la dominazione bizantina Chianalea vide un periodo di grande splendore e il suo territorio venne abitato dai Padri Basiliani (monaci italo-greci).
Nuovamente nel periodo tra il IX secolo e il XI secolo, questa terrazza sul mare venne toccata dalle invasioni dei Saraceni che la distrussero. Furono poi i Normanni ad insediarsi sul territorio durante il 1060 allontanando definitivamente il popolo bizantino. Il XI-XIV secolo fu un momento di rinascita per Scilla che, sotto la dominazione degli Svevi, intraprese commerci fruttuosi con le popolazioni orientali e con le popolazioni dell'Adriatico. Terminato il controllo della dinastia degli Svevi, si susseguirono gli Aragonesi e gli Angioini.
Nel 1523, il conte e capitano d’armi in Reggio Calabria di Sinopoli Paolo Ruffo, impedì a Barbarossa di attaccare le coste di Chianalea evitandone la distruzione. Sucessivamente, nel 1720 gli Austriaci fortificarono il Castello di Scilla con l'obbiettivo di difendere il territorio dagli Spagnoli. Tuttavia, questi ultimi, ripresero il possesso delle Due Sicilie pochi anni dopo, durante il 1734. Il terremoto che colpì la cittadina durante il 1783. Questo evento riportò il borgo nello sconforto che terminò con l'intervento dei Borboni nel 1827. Tuttavia, secondo gli studiosi, il primo insediamento deve essere ricondotto alle popolazioni liguri e a quelle iberiche che, per via della dedizione alla pesca, decisero di spostarsi verso il sud Italia in cerca di un luogo nel quale incrementare la propria attività.

Pur essendo un piccolo e antico borgo a picco sul mare, Chianalea è ricca di punti di interesse storico-culturale.
Il Castello di Ruffo rappresenta indubbiamente una delle tappe principali della visita a Scilla. Situato sulla vetta di una roccia, venne costruito nel 1532 a scopo militare. La sua imponente struttura spicca sullo stretto caratterizzandone il profilo. Non solo, al suo interno è custodito il Faro di Scilla, appartenente alla Marina Militare.
Raggiungendo la sommità è possibile ammirare un panorama mozzafiato sulle Isole Eolie. Anche Villa Zagari rientra tra le attrazioni principali. Il suo stile eclettico risalente al 1933, convive perfettamente con l'incantevole palazzo Scategna caratterizzato dai tre piani balconati realizzati in pietra a doppio ordine. Passeggiando per il paese i visitatori potranno apprezzare l'autenticità e l'atmosfera senza tempo che lo popola. Ogni angolo, dalle fontane al piccolo porto, raccontano una storia antica e autentica, impossibile da apprezzare nelle grandi città turistiche della costa.

Rinomato per la pesca, tra i prodotti tipici del borgo vi è indubbiamente il pesce spada, eccellenza della costa tirrenica. La sua carne gustosa e ricca viene cucinata secondo la tradizione culinaria calabrese in maniera semplice, per conservarne il sapore. Tuttavia, tra le ricette tipiche del borgo vi è altresì maccheroni al sugo di pesce spada e pesce alla griglia. Per accompagnare questi eccellenti piatti è possibile assaporare vino bianco delle vigne locali ottenuto dalle uve pregiate di zibibbo.

Chi ama la tranquillità dei piccoli borghi del sud Italia affacciati sul mare dovrà assolutamente visitare questo luogo incantevole. L'atmosfera rilassata dal sapore antico, le onde del mare che compongono una soave colonna sonora, le piccole e caratteristiche viuzze, lo scorcio privilegiato sul Mar Tirreno rappresentano senza dubbio i punti di forza di questo luogo. Non solo, pur custodendo sul suo territorio bellezze architettoniche e naturalistiche di estrema bellezza, Chianalea non soffre del caos tipico delle località turistiche marittime. Per questa ragione, soggiornare in una delle strutture ricettive del borgo, permetterà agli appassionati del mare e delle location dal fascino antico di vivere un'esperienza unica.

Seppur di piccole dimensioni vi sono numerose attività per i turisti e i visitatori. Più in particolare, in prossimità delle spiagge, numerosi tour operator si occupano del noleggio di gommoni e piccole imbarcazioni. In questo modo, gli amanti del mare e delle escursioni possono godersi una giornata diversa tra le calette della costa ammirando così la cittadina da una prospettiva insolita. Allontanandosi dalla riva, infatti, anche gli amanti dello snorkeling e delle immersioni potranno ammirare gli splendidi fondali del Mar Tirreno. Chi ama le passeggiate e il trekking può invece raggiungere a piedi, attraverso stradine e vialetti in mezzo al verde, la rocca sulla quale fu eretto lo splendido Castello di Ruffo.

Borgo di Chianalea
Comune di Scilla
Città Metropolitana di Reggio Calabria
Regione Calabria

Abitanti: 4.852
Altitudine centro: 72 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
Borghi più belli d'Italia

Comune di Scilla
Piazza San Rocco - Scilla (RC)
tel: 0965754003

IN AUTO

  • Percorrere l'autostrada A3 (Salerno-Reggio Calabria) e uscire a Scilla.

IN TRENO

  • Stazione di Reggio Calabria

IN AEREO

  • Aereoporto di Reggio Calabria
  • Aereoporto di Lamezia Terme

Dal blog

Quando si parla di Calabria, il pensiero si dirige subito agli splendidi panorami, ai chilometri di coste frastagliate e a un mare dai colori più variegati, che riporta alla felicità dei giorni spensierati trascorsi in vacanza. Eppure la punta dello Stivale non è solo questo, ma anche storia millenaria raccontata dai tanti borghi che animano la regione e che sembrano riportare ad un passato ricco di fasti. Borghi leggendar...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950