La risorsa online sul turismo lento e borghi italiani
Accedi alla Community

Acerenza


Piccolo borgo medievale, Acerenza è denominata “città cattedrale” per il suo magnifico tempio che si staglia nel centro dell'antico borgo, dedicato a Santa Maria Assunta e a San Canio. In questo piccolo scrigno di antichità si susseguono fontane e palazzi di pregio, molti dei quali con cortili interni, decorati di stemmi e portali in pietra.
  • Borgo in montagna
  • Borgo di lago
  • Borghi più belli d'Italia
  • Città del vino
Acerenza  | Mi.Ti./shutterstock.com
Acerenza
Mi.Ti./shutterstock.com
Acerenza  | Mi.Ti./shutterstock.com
Acerenza
Mi.Ti./shutterstock.com
Acerenza, Cattedrale  |
Acerenza, Cattedrale
Acerenza  |
Acerenza
Acerenza, Cripta Ferrillo  |
Acerenza, Cripta Ferrillo
Acerenza  |
Acerenza
Acerenza, Corteo Storico  |
Acerenza, Corteo Storico
Acerenza  |
Acerenza
Acerenza, Fontana San Marco  |
Acerenza, Fontana San Marco
Acerenza, Chiesa rurale Madonna del Cupo  |
Acerenza, Chiesa rurale Madonna del Cupo
Acerenza  |
Acerenza
Uno sguardo ad Acerenza
Uno sguardo ad Acerenza

Sul borgo

Acerenza (Lagerénze in dialetto lucano) è posta su un altipiano dai fianchi ripidi, tra il fiume Bradano e il suo affluente Fiumarella, ed è stata sempre molto importante dal punto di vista strategico per la difesa del territorio.

L’antica Acheruntia, situata a 833 m s.l.m., appare come una roccaforte inespugnabile, le cui origini risalgono alle prime tribù degli Osci. Conquistata dai romani nel 318 a.C., fu evangelizzata da S. Pietro nel 63 d.C. La sua posizione, considerata importante dal punto di vista strategico, dominava le grandi arterie che collegavano il sud a Roma: la via Appia, l'Appia-Traiana e la via Erculea. Dopo la conquista dei longobardi, divenne nel 605 capoluogo di uno dei tre castaldati della Lucania e nell'XI secolo i normanni rafforzarono il castello, fortificarono la città, costruirono la Cattedrale e diedero il nome di Basilicata alla regione in onore di questa grande Basilica cristiana. Ogni anno, l'11 e 12 agosto, viene celebrato questo importante evento in una rievocazione storica, che trasforma il borgo in un teatro a cielo aperto. Nel 1216 i templari lasciarono traccia del loro passaggio ad Acerenza. Dal XIII al XV secolo subisce la dominazione sveva, angioina e aragonese con le famiglie feudatarie dei Sanseverino, Durazzo, Ruffo, Ferrillo, Orsini di Gravina. Nel 1593 il re Filippo II di Spagna istituisce il Ducato di Acerenza con i Pinelli e in seguito i Pignatelli di Belmonte.

Il suo centro storico ha mantenuto le caratteristiche di borgo medievale con l’urbanistica a schema radiale attorno al Castello longobardo (attuale sede del museo di arte sacra) e alla Cattedrale, consacrata nel 1080 a S. Maria Assunta e S. Canio, patrono della città. Costruita su una precedente chiesa paleocristiana che, a sua volta, sorgeva su un tempio pagano dedicato ad Ercole Acheruntino, la Cattedrale è in stile romanico-cluniacense, sullo stile dell'abbazia francese di Cluny. All'interno è possibile ammirare importanti opere pittoriche di Antonio Stabile e la cripta rinascimentale del XVI secolo.

Acerenza è patria di San Laviero Martire, un giovane che nasce ad Acerenza nel vico Tergia e che muore martire a Grumento il 17 novembre 312. La sua Festa annuale del 17 novembre è preceduta da un Triduo di Preghiere nella chiesa a lui intitolata.

Comune di Acerenza
Provincia di Potenza
Regione Basilicata

Abitanti: 2.380 acheruntini (ufficiale);
acerenzesi o cerenzesi
Altitudine centro: 833 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Città del vino
Unione Alto Bradano

Il Comune
Via Vittorio Emanuele III 151 - Tel. +39 0971 741129

= distanze in linea d'aria

IN AUTO

  • Provenendo da strade ad alto scorrimento le uscite più vicine sono:
    - Uscita Potenza Est - Ospedale S. Carlo (Sicignano-Potenza)
    - Uscita Bucaletto (Sicignano-Potenza)

IN TRENO

  • Stazione di Melfi

IN AEREO

  • Aeroporto di Bari

Dormire, mangiare, comprare...

= distanze in linea d'aria
= distanze in linea d'aria
= distanze in linea d'aria
= distanze in linea d'aria

Eventi

da
sabato
10
agosto, 2024
a domenica 11 agosto 2024

Dai Longobardi ai Normanni - Storia di una Cattedrale

giovedì
15
agosto, 2024

Festa della Madonna Assunta in Cielo

domenica
1
settembre, 2024

Festa di San Canio Vescovo e Martire

da
giovedì
14
novembre, 2024
a sabato 16 novembre 2024

Triduo di Preghiere per San Laviero Martire

domenica
17
novembre, 2024

San Laviero Martire

martedì
25
marzo, 2025

San Canio Martire

domenica
25
maggio, 2025

San Canio Vescovo e Martire

Le nostre notizie su Acerenza

E’ dal capoluogo lucano che partiamo alla volta di due tra i centri più belli della regione. Acerenza e Venosa sono borghi profondamente diversi tra loro ma entrambi molto affascinanti. Situati nel nord della regione, terra di altopiani e vallate, continuo alternarsi di zone caratterizzate da fitta vegetazione, aree coltivate e ampie distese prative, ma anche zona costellata di minuscoli borghi spesso aggrappati ai poggi e addoss...
Continua
In Basilicata, quest’anno, non si parla altro che di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019. Ma la Lucania non è rappresentata soltanto dalla (splendida) Città dei Sassi. Tra i borghi meno rinomati, ma non per questo meno affascinanti, vi segnaliamo Acerenza. Arroccato in cima a un colle della provincia di Potenza, Acerenza sta catturando l’attenzione di molti studiosi e app...
Continua
Dopo la vittoria del borgo di Ganci del 2014, di Montalbano Elicona del 2015 e Sambuca di Sicilia del 2016, la terra del Gattopardo, con passo felpato, ancora una volta, scala le vette del podio con un'altra gemma dell'entroterra, aggiudicandosi con Petralia Soprana il titolo di Borgo dei Borghi autunno 2018. Questa edizione del concorso Il Borgo dei Borghi, spin-off autunnale legato alla trasmiss...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2024 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360