La risorsa online sul turismo lento e borghi italiani
Accedi alla Community

Castelmezzano


A fare la guardia a questo gioiello dalla struttura medievale, fatto di scale ripide, vicoli stretti, case arrampicate sulla roccia, sono le Piccole Dolomiti Lucane che, più in alto si sale, seguendo percorsi dedicati, più svelano un incantevole paesaggio. Proprio da qui si può vivere l’emozione unica del “Volo dell’Angelo”, per lanciarsi nel vuoto e godere come mai prima, da soli o in coppia, dell’incantevole paesaggio, fino a raggiungere la vicina Pietrapertosa.
  • Borgo in montagna
  • Borgo con parco
  • Agibile ai disabili
  • Area sosta camper
  • Borghi più belli d'Italia
  • Bandiera Arancione
Castelmezzano  |
Castelmezzano
Castelmezzano di notte  | Paolo Santarsiero/Unsplash
Castelmezzano di notte
Paolo Santarsiero/Unsplash
Castelmezzano  | wirestock
Castelmezzano
wirestock
La Chiesa Madre di S. Marta  | Lorenzo Palazzo
La Chiesa Madre di S. Marta
Lorenzo Palazzo
Castelmezzano innevata  | Paolo Santarsiero/Unsplash
Castelmezzano innevata
Paolo Santarsiero/Unsplash
Una particolare scaletta scavata nella roccia  |
Una particolare scaletta scavata nella roccia
Uno sguardo a Castelmezzano
Uno sguardo a Castelmezzano
DOLOMITI LUCANE 
CASTELMEZZANO   | MIKY  MERISI  - e-borghi Community
DOLOMITI LUCANE CASTELMEZZANO
MIKY MERISI - e-borghi Community
Castelmezzano  | Michelangelo Soldo - e-borghi Community
Castelmezzano By Michelangelo Soldo
Castelmezzano  | Michelangelo Soldo - e-borghi Community
Castelmezzano By Michelangelo Soldo
Castelmezzano  | Michelangelo Soldo - e-borghi Community
Castelmezzano By Michelangelo Soldo
Castelmezzano  | Michelangelo Soldo - e-borghi Community
Castelmezzano By Michelangelo Soldo
Castelmezzano  | Michelangelo Soldo - e-borghi Community
Castelmezzano By Michelangelo Soldo
Castelmezzano  | Michelangelo Soldo - e-borghi Community
Castelmezzano By Michelangelo Soldo
Castelmezzano  | Michelangelo Soldo - e-borghi Community
Castelmezzano By Michelangelo Soldo

Sul borgo

Situato nel cuore delle Dolomiti Lucane, in Basilicata, arroccato e protetto da questi imponenti massicci di roccia arenaria, che il vento e la pioggia hanno incessantemente scavato nel corso del tempo, Castelmezzano si rivela in maniera abbastanza insolita. Per entrare in paese infatti bisogna attraversare una galleria scavata nella roccia, subito dopo aver attraversato una piccola gola. Questa spettacolare posizione, fu fondamentale per la difesa del borgo nel corso dei secoli, la cui origine è data attorno al X secolo d.c.

Il nome deriva dal Castrum Medianum (letteralmente castello di mezzo) costruito qui dai Normanni tra il XI ed il XIII secolo d.c., e così chiamato proprio per la sua posizione rispetto a quelli dei vicini centri di Pietrapertosa e Brindisi Montagna. Del castello oggi sono ancora visibili i resti delle mura, una cisterna per la raccolta delle acque meteoritiche e la gradinata scavata nella roccia, che consentiva l'accesso al punto di vedetta più alto, da dove era possibile sorvegliare tutta la sottostante vallata del fiume Basento. La struttura urbana di Castelmezzano, tipicamente medievale, è un raro esempio di equilibrio sostenibile tra componenti naturali e intervento umano.

Il borgo si presenta infatti come un agglomerato concentrico di case con tetti a lastre di pietra arenaria incastrate in una conca rocciosa: le costruzioni sono inserite direttamente nella roccia. Vi sono numerose scale ripide che si aprono tra i vicoli e che invitano a salire alle vette sovrastanti e godere dei meravigliosi panorami delle Dolomiti Lucane. Cuore della vita cittadina è piazza Caizzo al cui centro si erge la Chiesa Madre di Santa Maria dell’Olmo con la sua maestosa facciata in stile romanico. Fuori dal paese, sentieri, scalinate e ponticelli in pietra permettono di raggiungere la vallata del Caperrino, caratterizzata dai resti di antichi mulini, costruiti a secco e i cui tetti sono realizzati con lastre di pietra locale, dette “chiang”.

Castelmezzano rientra con il suo territorio nell’area del Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane che offre oltre alle incontaminate bellezze paesaggistiche, tracce di una storia millenaria per la presenza delle mura megalitiche dell’insediamento lucano di Croccia Cognato del IV sec. a.c.

Borgo di Castelmezzano
Comune di Castelmezzano
Provincia di Potenza
Regione Basilicata

Abitanti: 792 castelmezzanesi
Altitudine centro: 750 m s.l.m.

il Comune fa parte di:
I Borghi più belli d'Italia
Paesi Bandiera Arancione

Riconoscimenti
Bandiera Arancione - Touring Club Italiano

Aree naturali protette:
Parco Gallipoli Cognato, Piccole Dolomiti Lucane

Il Comune
Via Roma 28 - Tel. +39 0971 986166

= distanze in linea d'aria

IN AUTO

  • Da Potenza: percorrere la SS 407 Basentana fino all’uscita Albano, dopo lo svincolo proseguire seguendo le indicazioni per Castelmezzano.
  • Da Napoli: prendere l'autostrada A3 SA-RC fino allo svincolo di Sicignano, seguire il Raccordo Autostradale Potenza-Sicignano fino a Potenza. Proseguire sulla SS 407 Basentana fino all’uscita Albano, dopo lo svincolo proseguire seguendo le indicazioni Castelmezzano.
  • Da Bari seguire le indicazioni per Matera percorrendo la SS7 fino all’imbocco della SS 407 Basentana. Proseguire verso Potenza fino all’uscita Albano, dopo lo svincolo proseguire seguendo le indicazioni Castelmezzano.

IN TRENO

  • Stazione di Potenza

IN AEREO

  • Aereoporto di Napoli
  • Aereoporto di Bari
  • Mercato settimanale: primo e terzo sabato del mese, in centro;
  • Festa del Maggio: Una delle tradizioni più belle e antiche di Castelmezzano è il Maggio, ricorrenza che coincide con la festa di Sant'Antonio. La prima domenica di settembre un gruppo di uomini si riuniscono nel bosco di Paolona per scegliere l'Albero della vita. Si procede con il taglio du’ Masc, il Maggio. Il cerro scelto sarà portato in paese trascinato da coppie d buoi. Intanto in località Virgilia viene scelta a' Cim, la Cima.
    I cortei con il Maschio e la Sposa procedono verso il paese, durante il percorso si fanno diverse soste per banchettare, cantare e ballare insieme. Arrivati in paese ci sarà il solenne momento dell'incontro tra i due sposi, il Maggio e la Cima. Il "sì" avviene alla presenza della processione religiosa di Sant'Antonio da Padova e successivamente si passa all'innesto tra i due alberi, cosicché il Maggio potrà essere innalzato. La fatica di chi tira le corde e la commozione di chi assiste accompagna il momento più importante della festa. Una volta alzato, il Maggio può essere scalato da temerari giovani.
    Nella cima del Maggio vengono legati dei premi, una volta venivano aggiudicati attraverso il tradizionale “sparo” (i cacciatori del luogo sparavano sui premi per ottenerli) oggi un'asta al rialzo decreta il vincitore. Musiche, fuochi d'artificio e balli accompagnano il Maggio di Castelmezzano alla conclusione;
  • Sagra Della Cuccia: nel mese di dicembre e durante la festa di Santa Lucia festeggia il suo piatto tipico;

Dormire, mangiare, comprare...

= distanze in linea d'aria
= distanze in linea d'aria
= distanze in linea d'aria
= distanze in linea d'aria

Castelmezzano è sul numero 5 della nostra rivista digitale e-borghi travel.
Sfogliala ora gratis!

Eventi

mercoledì
7
agosto, 2024

Festa in onore di San Donato Vescovo e Martire

venerdì
16
agosto, 2024

Pellegrinaggio in onore di San Rocco a Tolve

da
domenica
18
agosto, 2024
a lunedì 19 agosto 2024

San Rocco

da
mercoledì
11
settembre, 2024
a venerdì 13 settembre 2024

Festa in onore di Sant'Antonio di Padova

domenica
6
ottobre, 2024

Festa in onore di San Francesco, San Michele e della Addolorata

venerdì
13
dicembre, 2024

Festa in onore di Santa Lucia Vergine e Martire

giovedì
1
maggio, 2025

Festa in onore della Madonna del Bosco

domenica
15
giugno, 2025

Festa in onore di San Vito Martire

mercoledì
2
luglio, 2025

Festa in onore della Madonna delle Grazie

Le nostre notizie su Castelmezzano

PIATTO ADATTO A VEGANI La cuccìa &egra...
Continua
Un inverno che ha portato la magia nei borghi italiani: un #invernoneiborghi2018 innevato. Scorrendo le foto nell’hashtag vediamo delle foto che ci raccontano come anche con le basse temperature e con i borghi meno affollati, sia bellissimo andare per vicoli e fotografare queste realtà nostrane. Inutile negarlo, vedere i vicoli e i tetti innevati dei nostri gioielli ci porta a una visione ancora più romantica tutta italiana: la neve ci piace e ci fa stare bene!
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2024 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360