La più grande risorsa online su turismo lento e borghi
Accedi alla community

Gubbio


Condividi
Tra le più antiche città dell'Umbria, Gubbio è certamente un paese affascinante ricco di fascino storico e di testimonianze di epoca medievale. Il borgo sorge in provincia di Perugia ed è una tappa irrinunciabile di quello che viene chiamato "Il cammino di San Francesco", scenario e testimonianza della vita del Santo in uno dei posti più preziosi d'Italia.
Palazzo dei Consoli  | Stefano_Valeri
Palazzo dei Consoli
Stefano_Valeri
Gubbio, Anfiteatro Romano  | Roberto Giachino
Gubbio, Anfiteatro Romano
Roberto Giachino
Gubbio  | Buffy1982
Gubbio
Buffy1982
Chiesa di San Francesco  | federico cardaio
Chiesa di San Francesco
federico cardaio
Corsa dei ceri   | Buffy1982
Corsa dei ceri
Buffy1982
Gubbio  | federico cardaio
Gubbio
federico cardaio
Gubbio  | francesco de marco
Gubbio
francesco de marco
Gubbio  | leoks
Gubbio
leoks
Gubbio  | Petru Stan
Gubbio
Petru Stan
Gubbio, San Francesco  | federico cardaio
Gubbio, San Francesco
federico cardaio
Gubbio  | Stefano_Valeri
Gubbio
Stefano_Valeri
Gubbio  | ValerioMei
Gubbio
ValerioMei
Gubbio  | ValerioMei
Gubbio
ValerioMei
Gubbio  | ValerioMei
Gubbio
ValerioMei
Gubbio  | ValerioMei
Gubbio
ValerioMei
Gubbio  | ValerioMei
Gubbio
ValerioMei
Video di Pablo Tibis

Sul borgo

Tra le più antiche città dell'Umbria, Gubbio è certamente un paese affascinante ricco di fascino storico e di testimonianze di epoca medievale. Il borgo sorge in provincia di Perugia ed è una tappa irrinunciabile di quello che viene chiamato "Il cammino di San Francesco", scenario e testimonianza della vita del Santo in uno dei posti più preziosi d'Italia.

Cenni storici
Il borgo medievale di Gubbio è uno dei più caratteristici e tradizionali dell'intera regione. Oltre alle bellezze e ricchezze architettoniche che contraddistinguono lo scenario del suo paesaggio, Gubbio mantiene inalterate le sue tradizioni folcloristiche e produttive, offrendo la veracità di una terra inimitabile.

La sua storia spicca essenzialmente durante il XIV secolo, dove il piccolo borgo ha potuto prosperare e svilupparsi ma le sue origini risulterebbero essere molto antecedenti, proclamandosi come la città più antica dell'Umbria. Proprio nel Museo Civico del borgo, infatti, sarà possibile ammirare le Tavole Eugubine e i resti del Teatro Romano, testimonianze uniche del suo passato antico.

Di importante rilevanza storica c'è sicuramente il legame indissolubile con San Francesco d'Assisi, divenendo tappa del suo percorso: è proprio a Gubbio che il Santo ha fatto il famoso incontro con il lupo divoratore, stipulando un patto di pace con i cittadini. Oltre a questo episodio, l'importanza di Gubbio è stata fondamentale anche per la formazione stessa del Santo, dove crebbe spiritualmente.

Architettura e monumenti
L'architettura caratteristica del borgo è certamente quella di tipo religioso, come per la maggior parte delle piccole città vicine umbre. Tra i più importanti siti religiosi, troviamo la Cattedrale dei Santi Giacomo e Mariano, innalzata per i due protomartiri cristiani nel 1190. Con una visita, potrete ammirare la sua semplicità ma, al tempo stesso, il suo fascino caratterizzato dalle linee e dagli usi dei materiali tipici umbri.

Un altro sito religioso imperdibile del borgo è sicuramente la Chiesa di San Francesco, costruita proprio in onore del Santo nel secolo XIII; da non trascurare troviamo anche altre due chiese minori, ossia la Chiesa di San Giovanni Battista e di San Domenico, non meno ricche di fascino storico e bellezza architettonica. Oltre ai monumenti religiosi, sarà possibile ammirare anche la bellezza del Palazzo Pretorio che, situato proprio in una delle piazze più importanti, ossia Piazza della Signoria, ma anche Palazzo dei Consoli: entrambi i monumenti sono una chiara testimonianza della grandezza della città all'epoca del XIV secolo.

La città dei matti
Il borgo medievale di Gubbio viene conosciuto, in tutta Italia e nel mondo, anche per una particolare caratteristica: viene chiamata la città dei matti. L'origine di questo simpatico epiteto non è del tutto nota, ciononostante passare per le strade di Gubbio e non compiere, per tre volte, il giro intorno alla celebre fontana della città sarebbe veramente un peccato. Effettuando questa simpatica pazzia, si potrà dire di essere veramente un matto nella città dei matti: porta fortuna! Approfittatene della scusa di raggiungere la nota fontana per poter perdervi e lasciarvi affascinare dalla bellezza delle strade medievali che caratterizzano il borgo.

Festa patronale di Sant'Ubaldo
Un altro momento caratteristico e importante del borgo Gubbio è sicuramente la festa patronale dedicata a Sant'Ubaldo, il Santo patrono della città. Proprio in occasione di questa giornata, il 16 maggio di ogni anno, viene fatta una Corsa dei Ceri proprio alla vigilia. Il Cero è una sorta di macchina in legno che viene utilizzata dai ceraioli portandola in spalla come segno di gioia, devozione e fede nei riguardi del Santo, e viene condotta fino in cima al monte.

Ricchezza storica e culinaria
Oltre alla bellezza e alla stranezza del borgo di Gubbio, bisogna necessariamente citare anche la bontà che contraddistingue la cucina tipica di questa cittadina. Visitare Gubbio implica assaggiare la famosa crescia al panaro: questo piatto è una specie di focaccia salata che va gustata con gli affettati del posto, ma anche con il friccò di agnello, il pollo, il coniglio e l'anatra. Anche il tartufo, sia nero che bianco, è un noto prodotto locale che potrà accompagnare anche i piatti più semplici, come per esempio delle tagliatelline fatte a mano, oppure su un semplice uovo al tegamino.

Un altro prodotto caratteristico è il brustengo, una sorta di pane che viene fritto e che, solitamente, accompagna il prosciutto, la salsiccia oppure la pancetta, arricchito dalla cipolla e dal rosmarino. Infine, per concludere il pasto, dovrete assaggiare anche uno dei dolci tipici di Gubbio: i Ganascioni delle Suore di Santa Lucia, ossia dei dolci a forma di mezzaluna che solitamente accompagnano una particolare bevanda chiamata Barcarola, una sorta di caffè d'orzo arricchito dalla presenza di mistrà.

Perché visitare Gubbio
Possono essere svariate le motivazioni per la quale valga la pena visitare il borgo medievale di Gubbio: per prima cosa, la sua caratteristica bellezza architettonica lo rende unico, incastonato nel verde tipico umbro e contraddistinto dal colore aureo delle sue mura. Di rilevante importanza troviamo anche lo stretto legame che vi fu con San Francesco d'Assisi, rendendosi una tappa non solo fondamentale per la vita del Santo ma anche per il percorso attuale del pellegrino sulle sue orme. La sua bellezza viene resa unica anche dalle bontà culinarie che si potranno assaggiare, rendendo perfetta l'atmosfera inimitabile di un borgo ricco di storia, passato, folclore e, perché no, anche futuro radioso senza tralasciare la tradizione.

Borgo di Gubbio
Comune di Gubbio
Provincia di Perugia
Regione Umbria

Abitanti: 31.651
Altitudine centro: 522 m s.l.m.

Il Comune
Piazza Grande, 9 - Tel. 075 92371

IN AUTO

  • Da Nord: prendere l'Autostrada A14 e uscire a Fano. Proseguire per Roma in direzione Gubbio. Oppure prendere l'Autostrada A1 e uscire ad Arezzo e proseguire per Città di Castello in direzione Gubbio.
  • Da Sud: prendere l'Autostrada A1 si esce a Orte in direzione Perugia-Cesena fino all'uscita per Gubbio. Oppure prendere l'Autostrada A14 e uscire ad Ancona-Nord e proseguire per Jesi-Fabriano in direzione Gubbio.

IN TRENO

  • Stazione di Fossato di Vico/Gubbio
  • Stazione di Perugia/Fontivegge

IN AEREO

  • Aeroporto di Perugia
  • Aeroporto di Ancona-Falconara
Sei un operatore turistico?

Dormire, mangiare, comprare...

Lacole Casa Italiana
Un fantastico showroom di arredamento a Pistrino di Citerna che custodisce alcuni tra i più sontu...
Via della Libertà, 56 - 06010, Citerna (Perugia)
38.15 Chilometri da Gubbio

Eventi

domenica
16
maggio, 2021

Sant'Ubaldo

Dal blog

Nel nostro Paese esistono davvero tanti borghi da visitare, una ricchezza culturale, paesaggistica e urbanistica che è difficile trovare in qualsiasi altra parte del mondo. Borghi medievali retti da mura storiche, antiche chiese e torri di guardia perfettamente tenute, arroccati su alte montagne o adagiati in pianura. Capolavori di un mondo andato ma che vive ancora nelle antiche costruzioni e nelle tradizioni dei popoli che vi abitano....
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2021 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360