La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

San Candido


Condividi
Nel cuore degli imponenti massicci delle Dolomiti, tra i tesori naturali e culturali nascosti della Alta Pusteria, sorge San Candido. Una rinomata località turistica invernale ed estiva, inclusa nell'affascinante paesaggio montano del Parco Naturale delle Tre Cime. I sentieri escursionistici che si snodano nei dintorni del borgo permettono di esplorare il territorio in lungo e in largo.
  • Borgo in montagna
  • Borgo con parco
San Candido  |
San Candido
San Candido  |
San Candido
San Candido  |
San Candido
San Candido  | Boerescu/shutterstock
San Candido
Boerescu/shutterstock
Uno sguardo a San Candido
Uno sguardo a San Candido
Video di djandreaa

Sul borgo

San Candido è un comune italiano della provincia autonoma di Bolzano, in Trentino-Alto Adige, situato nell'Alta Pusteria. Oggi è una rinomata località turistica invernale ed estiva delle Dolomiti, inclusa nel parco naturale Tre Cime.
Le prime notizie che si hanno di San Candido risalgono al 1000 a.C., sviluppatosi a seguito dagli insediamenti degli Illiri e dei Celti.
Il comune di San Candido, nel VI secolo, venne distrutto dallo scontro tra Slavi e Bavari.
Successivamente nel 769 si sviluppò attorno al monastero dei monaci benedettini, grazie alla concessione del duca Tassilone III di Baviera, per contrastare gli Slavi.

L’imperatore romano Ottone I di Sassonia, nel 965 concesse a San Candido l’indipendenza dall’impero.
Nel tardo medioevo, il territorio si estese fino alle località di Monguelfo, Abfaltersbach e Cadore e nel XIII secolo alcune famiglie di agricoltori colonizzarono alcuni territori dell’attuale Tolmino in Slovenia.

Nel periodo successivo San Candido rimase soprattutto un centro religioso, attirando migliaia di pellegrini. Il centro storico è perciò caratterizzato da diversi luoghi di culto, oltre che da case signorili del XVIII e XIV secolo.
Con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, San Candido diventò un centro ospedaliero, dovuto alla sua pozione.
Nella spartizione, nel 1918, del Tirolo fra Austria e Italia, il comune di San Candido, per ragioni militari, fu assegnata all'Italia con due grandi caserme: la Cantore e la Druso.

L’economia di San Candido è sempre stata, nei secoli, legata all’agricoltura ed all’allevamento, con i prodotti tradizionali che hanno sempre caratterizzato queste attività. 
Oggi, tra le attività più importanti, c’è quella della produzione di speck e lo stabilimento di un’impresa di imbottigliamento di acque minerali che tiene viva la tradizione delle fonti del bosco di San Candido, l’acqua “Kaiserwasser”, cara agli imperatori austriaci.

L’enogastronomia e la cucina di San Candido si basa su prodotti di altissima qualità, dai formaggi di malga ai salumi, dalle mele ai frutti di bosco, dai funghi ai tanti tipi di pane ed agli ottimi vini altoatesini.
Nei ristoranti spicca ancora la qualità del settecento, in cui si trovano piatti tradizionali come il gulasch di cervo, i canederli allo speck, i Schlutzkrapfen, simili ai ravioli ripieni di spinaci e ricotta, i polli arrosto, le luganighe e le frittelline ripiene, i caratteristici tirtlen.
Tra i dolci tipici, troviamo lo strüdel di mele, i Strauben ed i krapfen; nel periodo di carnevale vengono preparate le tradizionali frittelle di San Candido, una sorta di pagnottine di pane raffermo ammollato nel latte, mescolato alla farina ed ai mirtilli e fritti nell’olio.

Borgo di San Candido
Comune di San Candido/Innichen
Provincia di Bolzano/Bozen
Regione Trentino-Alto Adige
Abitanti: 3.352
Altitudine centro: 1175 m s.l.m.

Aree naturali protette:
Parco naturale Dolomiti di Sesto
Festa Patronale
SS. Candido e Corbiniano - 24 agosto
Comune di San Candido/Innichen
Piazza Del Magistrato 2 - San Candido/Innichen (BZ)
tel: 0474912315

IN AUTO

  • Da Modena: prendere l'autostrada A22 fino all'uscita di Bressanone - Val Pusteria.
  • Da Milano: prendere l'autostrada A4 fino all'uscita di Bressanone - Val Pusteria.
  • Da Verona: prendere l'autostrada A22 fino all'uscita di Bressanone - Val Pusteria. 
  • Autostrada del Tauri o attraverso il Passo Felbertauern fino a Lienz e dopo attraverso la parte austriaca della Val Pusteria sino al confine, quindi verso l'Alta Pusteria.
  • Da Venezia - Treviso: prendere l'autostrada A27 Alemagna sino al suo termine. Proseguire sulla Statale 51 Alemagna in direzione Tai di Cadore - Cortina - Dobbiaco - Alta Pusteria.

IN AEREO

  • Aereporto di Bolzano
  • Aereporto di Verona Villafranca

Dormire, mangiare, comprare...

Acquafun San Candido
Piscina Acquafun, il centro specialistico per benessere, salute e fitness
Via M.H. Hueber - 39038, San Candido

San Candido è sul numero 2 della nostra rivista digitale e-borghi travel.
Sfogliala ora gratis!

Eventi

lunedì
24
agosto, 2020

SS. Candido e Corbiniano

Dal blog

La gastronomia altoatesina è l’espressione di due grandi arti culinarie: la gustosa cucina tirolese e gli innesti della fantasiosa cucina italiana. Il tutto con un pizzico di sapore viennese, ungherese e, addirittura, boemo. E’ la varietà, quindi, a contraddistinguere la cucina altoatesina e non esiste un’unica ricetta per il suo dolce più famoso, lo S...
Continua
"Non mi sembra un uomo libero quello che non ozia di tanto in tanto”. Parola di Marco Tullio Cicerone (106 a.C. - 43 a.C.), il cui aforisma galoppa attraverso i secoli e arriva al terzo millennio così intriso di contemporaneità da ritrovarsi – Cicerone in primis - su Facebook. Non stupisce, quindi, che l’archetipo olistico “salus per aquam” risulti più che mai attuale: il benessere psicofisico prelude al rinnovo di sé. Voglia di leggerezza, quindi, e anche di ritmi slow ...
Continua
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950