La più grande risorsa online su turismo lento e borghi
Accedi alla Community

Chianti

Provincia di Firenze, Provincia di Siena


Condividi
Regione del Chianti  | Orietta Gaspari/iStock
Regione del Chianti
Orietta Gaspari/iStock
Pedalata nel Chianti  | Uwe Moser/iStock
Pedalata nel Chianti
Uwe Moser/iStock
Radda in Chianti  | Rich Martello/Unsplash
Radda in Chianti
Rich Martello/Unsplash
Montefioralle nel Chianti  | Matej Drha/Unsplash
Montefioralle nel Chianti
Matej Drha/Unsplash
Una serata nelle terre del Chianti  | Fani Kurti/iStock
Una serata nelle terre del Chianti
Fani Kurti/iStock
Botti di vino nel Chianti  | Lisa-Blue/iStock
Botti di vino nel Chianti
Lisa-Blue/iStock
Volpaia dall'alto  | Fani Kurti/iStock
Volpaia dall'alto
Fani Kurti/iStock
Vicoli di Volpaia  | Dagny Walter/Pixabay
Vicoli di Volpaia
Dagny Walter/Pixabay
Pasta al ragù con un bicchiere di Chianti  | Lisa-Blue/iStock
Pasta al ragù con un bicchiere di Chianti
Lisa-Blue/iStock
Tra le colline del Chianti  | Johny Goerend/Unsplash
Tra le colline del Chianti
Johny Goerend/Unsplash
Casale nel Chianti  | Iris/Pixabay
Casale nel Chianti
Iris/Pixabay
Chianti  | Brett Jordan/Unsplash
Chianti
Brett Jordan/Unsplash
Castellina in Chianti  | Rowan Heuvel/Unsplash
Castellina in Chianti
Rowan Heuvel/Unsplash
Una cena nel Chianti  | Flo P/Unsplash
Una cena nel Chianti
Flo P/Unsplash
Vendita del Chianti  | Rowan Heuvel/Unsplash
Vendita del Chianti
Rowan Heuvel/Unsplash

Da sempre, la Toscana è una terra strettamente legata all'amore. Ricca di storia e tradizione, questa regione italiana ha visto generazioni innamorarsi delle sue bellezze naturali e del fascino culturale che offre.
Un'area molto interessante da visitare durante una gita in Toscana è sicuramente il Chianti, definita "Una Terra da Amare". Un luogo da esplorare in profondità, andando alla scoperta delle sue caratteristiche e curiosità che fanno di questa zona qualcosa per cui si sente amore fin dal primissimo sguardo.

L'area toscana conosciuta come Chianti comprende vari comuni situati tra Firenze e Siena, tra Arezzo e i Colli Pisani e considerata da sempre "cuore della Toscana", ed è spesso riconosciuta per i suoi panorami mozzafiato, i boschi verdi rigogliosi e il paesaggio collinare punteggiato da filari di vigneti ben curati. Un viaggio nel Chianti vi porterà a scoprire affascinanti borghi medievali disseminati tra le colline circostanti.

Scorci di città e borghi medievali
Il Chianti è una regione ricca di storia e di cultura, come testimoniano i numerosi paesaggi urbani che attraversano la campagna. Città e borghi medievali si susseguono su tutto il territorio, conservando ancora oggi tracce della loro antica gloria. Tra questi spiccano alcune località davvero straordinarie che forniscono uno sfondo ideale all’atmosfera magica del Chianti.

Firenze è senza dubbio il centro nevralgico della regione. La sua storia millenaria la rende unica nel suo genere, capace di offrire al visitatore preziose testimonianze dell’antichità. Palazzi antichi, piazze imponenti e musei ricchi d’arte sono solo alcuni dei tanti tesori custoditi dalla città. Inoltre, è circondata da bellissime colline che offrono un panorama mozzafiato.

Una visita a Certaldo Alto, luogo di nascita e di morte di Giovanni Boccaccio, è quasi obbligata per chi vuole ammirare le bellezze medievali del Chianti. Passeggiando tra le stradine strette di questo piccolo borgo, si raggiunge Piazza Boccaccio, dove si trova il Palazzo Pretorio che contiene una collezione di opere d’arte risalenti al XV secolo, nonché presenta una torre usata in passato come prigione.

Anche Greve in Chianti è imperdibile per coloro che desiderano godersi lo spirito medievale del Chianti. Si tratta di un grazioso borgo posto lungo il fiume Greve, da cui ha preso il nome. La piazza principale del paese, Piazza Matteotti, dalla caratteristica forma triangolare, ospitava il Macello Medievale, dove un tempo si tenevano le feste popolari più importanti. Adiacente alla piazza vi è un mercato datato 1551, il primo mercato agricolo documentato in Toscana, ancora attivo oggigiorno.

Nelle vicinanze di Greve si trova anche Volpaia, una frazione di Radda in Chianti piccolo borgo formato da poche case sparse tra le colline chiantigiane. Un luogo magico che conserva ancora oggi intatto l’atmosfera medioevale: il cuore pulsante del borgo è rappresentato dall’ imponente torre del Castello, che fu edificata nel 1237 e custodisce ancora oggi un massiccio portone in legno intagliato con motivi floreali e geometrici. Volpaia è nota per le caratteristiche uniche del suo Chianti, prodotto tra le austere mura del castello, ancora oggi importante azienda vitivinicola.

Impruneta è altrettanto suggestiva: situata appena fuori Firenze, questa cittadina è nota soprattutto per l’antica formazione vulcanica che domina il paesaggio e per i numerosi castelli ed edifici risalenti al Medioevo. Il cuore di Impruneta è costituito da Piazza Buondelmonti, dove possiamo trovare la Basilica di Santa Maria all’Impruneta. Intorno alla piazza brulicano botteghe artigianali dove acquistare preziosissimi prodotti in ceramica creati dai maestri locali seguendo tecniche tramandate da generazioni.

Un’altra chicca del Chianti è Castellina in Chianti: questo antico borgo toscano conserva ancora oggigiorno la sua tipica armonia architettonica del periodo medievale. Da non perdere è la visita alla Rocca di Castellina in Chianti, massiccia costruzione che sorge sulla piazza principale del borgo, con un torrione trecentesco merlato dalla cui sommità si può ammirare un notevole paesaggio chiantigiano. La rocca, dal 21 aprile 2006, è sede del Museo archeologico del Chianti senese.
Il museo, realizzato utilizzando tecnologie innovative, presenta la storia dei paesaggi antichi dell'intero territorio chiantigiano. A pochi passi da Castellina si può ammirare anche la Fortezza Medicea progettata nel 1590 da Bernardo Buontalenti su ordine di Cosimo I de' Medici come dimora estiva reale.

Infine, San Gimignano è considerata un gioiello tra i borghi medievali più famosi d’Italia: qui si ripete costantemente lo stesso scenario: mura fortificate circondano grandiosamente 14 torri, di cui la più alta è la Torre del Podestà di 54 m, tutte rimaste miracolosamente intatte fin dall’epoca medievale. Al centro della città vecchia si trova Piazza della Cisterna caratterizzata da un antico pozzo risalente al XII sec. Queste suggestive località sono solo alcune delle innumerevoli testimonianze storiche che la terra del Chianti offre a chi decide di visitarla; esperienze indimenticabili attendono chiunque scelga di fare tappa nell’affascinante mondo medievale del Chianti.

I paesaggi del Chianti
Il Chianti è uno dei territori più affascinanti della Toscana, caratterizzato da una vasta gamma di paesaggi diversi, che vanno dalle alte cime dell’Appennino alle dolci colline del Chianti, fino al mare cristallino della Costa Etrusca. Selvaggio e irresistibile, questo luogo è anche famoso per i suoi vini pregiati, offrendo ai visitatori un’esperienza unica ed indimenticabile. La natura rigogliosa e l’atmosfera incantevole che l’accompagna sono motivi sufficienti per visitare queste terre straordinarie.

Le montagne dell’Appennino toscano offrono alcuni degli scorci più maestosi del Chianti. Imponenti montagne come l’Amiata e la Montagnola si ergono tra i paesaggi di rilievo più alti della regione. Qui gli escursionisti possono godere di panorami spettacolari sulla campagna toscana in lontananza, con i suoi borghi antichi e le sue colline ricoperte di vigneti.

Le dolci colline del Chianti sono un’altra attrazione del territorio. Queste ondulate terre sono coperte di boschi di querce e pini e pascoli verdi. Coppe profonde scavate nella roccia come il famoso calice di Gallo Nero sono una caratteristica tipica di questa zona. Nelle giornate limpide si può ammirare l’azzurro intenso del Mar Tirreno in lontananza. Gli antichi villaggi che si trovano sulle colline del Chianti svelano ancora il fascino medievale che li circondava nell’antichità. Castelli, torri ed edifici storici si stagliano tra le terre ricoperte di ulivi e vigneti. 

Il Chianti è anche famoso per i suoi pregiatissimi vini prodotti da generazioni nella zona: il Sangiovese e il Vernaccia di San Gimignano sono solo alcuni esempi. I migliori vini producono eccellenza nel territorio, regalando a chi visita il Chianti un’esperienza enogastronomica unica ed indimenticabile.

Diventato un importante punto d’interesse turistico in tutta Italia, grazie alla varietà della sua bellezza naturale, gli appassionati di escursionismo possono ammirare paesaggi indimenticabili durante le loro passeggiate sulle colline del Chianti o lungo la costa Etrusca. Per coloro che amano esplorare la gastronomia locale, il "Chiantishire" offre prodotti tipici da assaporare in abbianamento ai i vini localmente prodotti. Il Chianti è senza dubbio un luogo meraviglioso da visitare e da scoprire.

La gente del Chianti
La terra del Chianti offre un mix unico di diverse culture che si incontrano, si mescolano e danno vita ad un ambiente rilassato ed accogliente. Per molti abitanti del Chianti, la terra rappresenta un elemento spirituale fondamentale, per loro questo luogo rappresenta un legame profondo con la storia, un legame che va oltre i confini geografici ed arriva fino al cuore di tutti gli abitanti della regione.

Il modo più autentico per conoscere la gente del Chianti è partecipare a una delle numerose fiere ed eventi locali. Durante le fiere si può assistere a spettacoli di musica folkloristica, balli ed assaggiare i prodotti tipici della regione: vino Chianti DOCG, olio extravergine di oliva e tante altre prelibatezze.

Negli eventi più grandi c'è spazio anche per concerti musicali gratuiti organizzati dalle associazioni locali. Attraverso i mercati rionali, dove i contadini vendono frutta e verdura prodotte a Km0, i piccoli negozi di alimentari gestiti da famiglie locali, le cantine dove è possibile assaggiare e acquistare il vino locale e infine le piazze maestose che si trovano in ognuno dei borghi medievali disseminati in tutta la regione si possono conoscere persone davvero strepitose, amichevoli e accoglienti.

Dalle strade della città alle campagne più remote, i turisti troveranno sempre persone pronte ad aiutarli, fornire informazioni o semplicemente mostrare loro il meglio di questa terra ricca di storia. 

Chianti: il vino rosso per eccellenza simbolo della Toscana
Il Chianti è uno dei più conosciuti e popolari vini del mondo e anche uno dei più antichi vini italiani. Questo vino ha avuto un grande impatto sulla cultura italiana ed è diventato uno dei più apprezzati vini della penisola.

Il Chianti è prodotto con uve di Sangiovese, Canaiolo, Colorino, Trebbiano e altre varietà autoctone. La zona di produzione del Chianti copre una vasta area di oltre 5 milioni di ettari che si estende da Firenze a Grosseto. La regione del Chianti ha un terreno prevalentemente collinare e ricco di minerali come ferro, calcio, magnesio e manganese.

I vigneti coltivati nella regione sono tutt'oggi ancora a conduzione tradizionale, utilizzando i sistemi agricoli tradizionali come la "lotta integrata" per combattere le malattie delle piante. La sua produzione originaria era limitata alla regione del Chianti ma ora la sua produzione viene replicata in diverse parti d'Italia.
Esistono diverse tipologie di Chianti: Chianti Classico DOCG, Chianti DOC e IGT (Indicazione Geografica Tipica). Ognuna di queste varietà ha un gusto distinto e apprezzato in tutto il mondo.

L'eccellenza del vino Chianti sta nel suo sapore intenso ma delicato al tempo stesso, che lo rende perfetto per accompagnare i pasti italiani più tradizionali. Il colore rosso rubino intenso e luminoso è il marchio distintivo del Chianti Classico DOCG, mentre quello della DOC è più leggero e tendente al rosato. Il gusto al palato è fruttato e avvolgente, con sentori di more selvatiche, fichi secchi e ciliegie sotto spirito. Un bicchiere di Chianti è un'ottimo elemento per accompagnare una cena romantica in compagnia della persona amata.

Un calice di vino rosso dona calore ed energia all'atmosfera romantica mentre i suoi sentori fruttati regalano profumi intensi che riempiono l'ambiente di allegria e benessere. Questo vino esprime perfettamente l'eccellenza italiana ed è un motivo in più per amare questa terra dai mille colori che incanta ed emoziona chiunque vi abbia messo piede.

L'abbinamento perfetto per una cena romantica con il vino Chianti è la costata alla Fiorentina o l'arrosto all'olio d'oliva con patate al forno aromatizzate con salvia e rosmarino. Queste pietanze si sposano benissimo con il sapore intenso ma delicato del vino rosso donando all'ambiente una calda atmosfera romantica.

Chiaramente non possiamo dimenticare anche gli altri fantastici abbinamenti che questo vino può fare con piatti meno classici ma che risultano comunque molto buoni da assaporare insieme ad un bicchiere di vino come, ad esempio, il pollo al marsala con funghi porcini o la pizza margherita; oppure anche antipasti come salumi misti oppure formaggio stagionato con marmellate fatte in casa; finendo poi con dolci unicamente frutta fresca per concludere in bellezza la serata.

Borghi nel Chianti

Barberino Val d´Elsa
[Firenze]
Barberino Val d'Elsa sorge tra le colline della Val d'Elsa, tra Siena e Firen...
Castelnuovo Berardenga
[Siena]
Castelnuovo Berardenga, tra le colline del Chianti, vanta un ricco patrimonio...
Certaldo
[Firenze]
Certaldo è situato al centro della Valdelsa e la zona medievale del borgo, co...
Montefioralle
[Firenze]
Montefioralle, un piccolo borgo appena sopra Greve in Chianti, sorge tra le d...
Radda in Chianti
[Siena]
Radda in Chianti, dall'aspetto medievale, fu la capitale della regione del Ch...
San Gimignano
[Siena]
San Gimignano, nella Val d'Elsa, è nota soprattutto per le torri medievali ch...
Tavarnelle Val di Pesa
[Firenze]
Tavarnelle Val di Pesa, situato nella regione storica del Chianti, è un borgo...
Vinci
[Firenze]
Vinci, città natale di Leonardo, è situato sulle pendici del Montalbano, vic...

Dal blog

Una leggenda, tramandata dagli anziani del borgo toscano di Certaldo, narra che nel sottosuolo di Certaldo Alto, uno dei due nuclei che compongono il borgo, vi siano una serie di cunicoli e gallerie che percorrerebbero tutto il perimetro dell'abitato e arriverebbero fino ad una misteriosa collinetta chiamata il "Poggio del Boccaccio". Queste gallerie, che sembrerebbero essere state scavate a mano, risalirebbero all'anno 1000 ma non si sa a quale scopo o da chi. All'interno di queste gallerie, dice la leggenda, ci sarebbero svariat...
Continua
e-borghi 2019-2023 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360