Cattedrale di Sant'Andrea - Cosa vedere a Venosa - Castelli, chiese, monumenti e musei - La rinascimentale cattedrale di Sant'Andrea Apostolo si trova a Venosa, in Basilicata.
 
CERCA PER ZONA

Cattedrale di Sant'Andrea

Cosa vedere a Venosa, Potenza

  • Piazza Municipio, 1, Venosa (PZ)

La rinascimentale concattedrale di Sant'Andrea Apostolo di Venosa è alta complessivamente 42 metri. La parte sovrastante è composta da due prismi ottagonali, che fanno da base alla cuspide piramidale alta 10 metri. L'edificio fu eretto per volere del duca Pirro del Balzo, il responsabile della mutazione urbanistica di Venosa durante gli ultimi decenni del Quattrocento. Il duca, divenuto signore della città, ottenne il permesso dal vescovo di demolire l'antica cattedrale ed ivi costruire il castello, essendo il punto più vulnerabile della città ed il più soggetto ad attacchi. Mentre i lavori per il castello procedettero a ritmi costanti, quelli della cattedrale, iniziati nel 1470, vennero conclusi solo più di trent'anni dopo (nel 1502) e la costruzione fu consacrata il 12 marzo 1531. Ciononostante, la struttura era ancora incompleta del campanile, la cui elaborazione iniziò nel 1589 per ordine del vescovo Rodolfo di Tussignagno, fu continuata nel 1614 da Andrea Perbenedetti e terminata nel 1714.

L'interno della concattedrale mostra uno stile architettonico di tipo tardogotico, vistosamente coniugato con inserti rinascimentali ed è suddiviso in due piani e tre navate. Le navate sono delimitate con archi a sesto acuto, di cui quella centrale prospetta, al suo limite, due grandi archi che segnano l'area del transetto, oltre il quale la visuale va a chiudersi sull'abside a forma di lunetta. Scendendo nella cripta, si giunge ove è custodita la tomba di Maria Donata Orsini, moglie di Pirro del Balzo, dalla quale il duca ebbe come bene dotale Venosa nel 1453. La Orsini morì in questa cittadina nel 1485, all'età di 54 anni e, inizialmente, fu seppellita nella chiesa di Santa Maria della Pace, fuori le mura di Venosa. Dopo cent'anni, i suoi discendenti decisero di trasferire la salma e il monumento in marmo nella Cattedrale e i frati, aprendo il sepolcro, si accorsero che il suo corpo, così come le sue vesti, rimase intatto come se fosse morta da poco e permisero ai fedeli di poter toccare la donna defunta per poter trarre miracolose guarigioni.

TAGS :

Visita Venosa

Eventi a Venosa

Cosa vedere nei dintorni

Casa di Quinto Orazio Flacco
Casa di Quinto Orazio Flacco
La cosiddetta Casa di Orazio si trova nel borgo di Venosa, in Basilicata.
Via F. Frusci, 40, Venosa (PZ)
0.13 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Castello Aragonese
Castello Aragonese
Il castello aragonese di Venosa, in basilicata, è situato all'estremità sud del borgo.
Piazza Umberto I, 21, Venosa (PZ)
0.57 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Anfiteatro Romano
Anfiteatro Romano
L'Anfiteatro Romano si trova nei pressi del parco archeologico di Venosa, in Basilicata.
Strada Provinciale 18 Ofantina, 13, Venosa (PZ)
0.60 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Complesso della Santissima Trinità
Complesso della Santissima Trinità
Il complesso della Santissima Trinità si trova a Venosa, in Basilicata.
Strada Provinciale 18 Ofantina, 13, Venosa (PZ)
0.66 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Catacombe Ebraiche
Catacombe Ebraiche
Le catacombe ebraiche sono situate sulla collina della Maddalena nei pressi di Venosa, in Basilicata.
Strada Provinciale 18 Ofantina, 13, Venosa (PZ)
0.72 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Area archeologica di Notarchirico
Area archeologica di Notarchirico
Situata in Contrada Notarchirico vicino a Venosa, in Basilicata, contiene reperti risalenti all'era paleolitica.
Contrada Notarchirico, Venosa (PZ)
5.11 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Castello Normanno Svevo
Castello Normanno Svevo
Il castello di Melfi è il simbolo del paese ed è considerato tra i più importanti castelli medievali d'Italia.
Via Normanni - 85025, Melfi (PZ)
14.46 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Castello di Lagopesole
Castello di Lagopesole
Il Castello di Lagopesole è l’ultima e la più grande residenza voluta dall’imperatore Federico II di Svevia in Basilicata.
Via castello - 85021, Avigliano (PZ)
19.10 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea
Cattedrale di Acerenza
Cattedrale di Acerenza
Il Duomo di Acerenza, in Basilicata, è intitolata a Santa Maria Assunta e a San Canio vescovo.
Largo Duomo, 1, Acerenza (PZ)
21.16 Chilometri da Cattedrale di Sant'Andrea

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Sulla sponda occidentale del Lario, a pochi chilometri da Menaggio, di fronte a Bellagio e Varenna, sorge un piccolo borgo antico, meritevole di una bella gita primaverile
By Joni Scarpolini
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Vi raccontiamo una fresca giornata di primavera trascorsa nel minuscolo borgo medievale sui verdi colli piacentini
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di