Museo Geologico G. Cortesi - Cosa vedere a Castell'Arquato - Castelli, chiese, monumenti e musei - Noto a livello internazionale, il Museo Geologico G. Cortesi di Castell'Arquato raccoglie diverse collezioni che permettono di seguire la storia evolutiva del bacino padano.

 
CERCA PER ZONA

Museo Geologico G. Cortesi
Cosa vedere a Castell'Arquato, Piacenza

Museo Geologico G. Cortesi

Il cinquecentesco edificio dell’Ospitale Santo Spirito, già in epoca medievale luogo di sosta per i pellegrini in viaggio verso Roma, ospita nelle sue ampie sale la sede del Museo geologico “G.Cortesi”. Noto a livello internazionale per conservare l’abbondante fauna fossile dello strato tipo del”Piacenziano” (terreni di origine marina di età compresa tra 3,5 e 2,5 milioni di anni fa), il museo raccoglie oggi diverse collezioni che permettono di seguire la storia evolutiva del bacino padano, da quando quest’area era completamente occupata dal mare fino alla comparsa dell’uomo. Tra i reperti spiccano i molluschi fossili locali (oltre un migliaio esposti), ma soprattutto i grandiosi resti di balenottere e delfini rinvenuti sulle pendici calanchive che circondano l’antico borgo medioevale di Castell’Arquato. La sala centrale del museo è interamente dedicata ai grandi resti di cetacei in cui spicca una raro cranio fossile di balenottera e diversi esemplari di odontoceti. Nella sala adiacente è esposta una serie di reperti del Quaternario padano, tra cui un cranio di rinoceronte e alcune parti scheletriche di orso.

Contatta ora Museo Geologico G. Cortesi

Compila questo modulo per metterti in contatto direttamente

Accetto i termini della privacy
Voglio ricevere la newsletter
TAGS :

Visita Castell'Arquato

Eventi a Castell'Arquato

Cosa vedere nei dintorni

Museo Luigi Illica
Luigi Illica, nato a Castell’Arquato fu uno degli esponenti della scapigliatura milanese, nonché uno dei principali librettisti dell’epoca post-verdiana. Lavorò per Giacomo Puccini, Alfredo Catalani, Umberto Giordano e Pietro Mascagni.
Scalinata Della Riva, 47, Castell\'Arquato (PC)
0.06 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Collegiata di Santa Maria Assunta
L’attuale Collegiata di Santa Maria Assunta di Castell'Arquato fu terminata nel 1122.
Piazza don Enrico Cagnoni, Castell\'Arquato (PC)
0.10 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Rocca Viscontea
Costruita su iniziativa della città di Piacenza nel 1342, la Rocca Viscontea di Castell'Arquato fu rinforzata ed ultimata da Luchino Visconti nel 1347.
Piazza Municipio, Castell\'Arquato (PC)
0.10 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Museo degli Orsanti
Il Museo degli Orsanti del borgo di Vigoleno, in Emilia Romagna, raccoglie testimonianze della vita degli Orsanti.
Via Libertà, Castello di Vigoleno, Vernasca (PC)
4.66 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Museo del Mastio
Il mastio era l’estrema difesa della rocca di Vigoleno, in Emilia Romagna.
Via Libertà, Castello di Vigoleno, Vernasca (PC)
4.68 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Oratorio della Madonna delle Grazie
L'Oratorio della Madonna delle Grazie è un elegante edificio del primo Seicento del borgo di Vigoleno, in Emilia Romagna.
Via Libertà, Castello di Vigoleno, Vernasca (PC)
4.68 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Pieve Romanica di San Giorgio
La Pieve Romanica di San Giorno del Borgo di Vigoleno in Emilia Romagna, è tra le più rappresentative del territorio piacentino.
Via Libertà, Castello di Vigoleno, Vernasca (PC)
4.69 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Rocca Sanvitale
La rocca Sanvitale, nota anche come castello di Fontanellato, è un maniero d'epoca medievale interamente circondato da fossato colmo d'acqua di risorgiva.
Piazza Matteotti, 1, Fontanellato (PR)
24.31 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi
Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario
Già nel 1628 fu associato alla Madonna di Fontanellato il primo miracolo; la successiva peste del 1630 riguardò il borgo di Fontanellato solo marginalmente, accrescendo tra i fedeli la fama taumaturgica della Madonna del Rosario.
Via IV Novembre, 19, Fontanellato (PR)
24.58 Chilometri da Museo Geologico G. Cortesi

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Génépy, il liquore forte e deciso e dei borghi valdostani
Artemisia weber e artemisia glacialis. Sono le piantine di montagna d’alta quota che, insieme, danno origine al Génépy: un liquore dal sapore alpino, una prelibatezza da conoscere e saper preparare
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi