Chiesa di Santa Maria del Gamio - Cosa vedere a Saracena - Castelli, chiese, monumenti e musei - La chiesa di Santa Maria del Gamio di Saracena è una tra le più antiche dell'intera area del parco nazionale del Pollino.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Chiesa di Santa Maria del Gamio

Cosa vedere a Saracena, Cosenza

  • Via Santa Maria Maddalena, Saracena (CS)

Dal greco gamio, delle nozze (con probabile riferimento a quelle di Cana) la chiesa è una costruzione di origine bizantina, costruita probabilmente intorno ai secoli X e XI a.C. Dall'analisi di alcuni antichi frammenti di pergamena si può dedurre che il rito bizantino sia rimasto in uso fino al 1568, anno della consacrazione della chiesa al rito latino.

Alla chiesa si accede da un cancello in ferro, costruito, e collocato sul luogo, nella seconda metà del XIX secolo. Davanti al cancello ci sono due porte, una delle quali utilizzata come ingresso della chiesa. La porta più antica venne costruita da un certo Giovanni La Bollita di Altomonte all'inizio del 1600, con stucchi esterni realizzati da Pascale Morello nel 1757-58, mentre l'altra porta venne realizzata nel 1872, in seguito ai lavori di allungamento dell'edificio.

L'interno della chiesa, ricco di opere d'arte, è a tre navate. La navata centrale si presenta con un maestoso soffitto a cassettoni lignei intagliati e indorati, opera degli artigiani Jacono Lanfusa e Vincenzo de Untiis che la realizzarono tra il 1619 e il 1628. L'unica cappella della chiesa è dedicata a Sant'Innocenzo Martire, protettore della parrocchia. La statua di Sant'Innocenzo venne acquistata a Napoli nel 1831, e posta su un altare marmoreo costruito nel 1772 dall'artista napoletano Marino Palmieri sul quale era in precedenza collocata la statua della Madonna della Natività, poi traslata nell'altare maggiore.

Nella sacrestia è conservato un bel polittico su tavola della metà del Cinquecento, tra le cui raffigurazioni spiccano San Biagio e San Francesco di Paola. Alla base della struttura, sotto due colonne, sono posti gli stemmi dei Sanseverino, signori di Saracena, e della città. Di notevole interesse è anche il pancone sottostante, di bottega artigiana locale, risalente alla metà del XVII secolo. Attiguo alla sacrestia si trova il Museo di Arte Sacra.

TAGS :

Visita Saracena

Eventi a Saracena

Cosa vedere nei dintorni

Chiesa di San Leone
Chiesa di San Leone
La chiesa di San Leone di Saracena venne edificata sui resti di una preesistente chiesa bizantina.
Via Carlo Pisacane, Saracena (CS)
0.11 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Pinacoteca Andrea Alfano
Pinacoteca Andrea Alfano
Ubicata nei locali di Palazzo Mastromarchi, la Pinacoteca di Saracena è intitolata al pittore e poeta Andrea Alfano.
Via Carlo Pisacane, Saracena (CS)
0.14 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Monastero di San Bernardino da Siena
Monastero di San Bernardino da Siena
Il Monastero di San Bernardino di Morano Calabro è uno dei migliori esempi di architettura francescana del '400 dell'intera Calabria.
Via Porto Alegre, 10, Morano Calabro (CS)
7.60 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Collegiata di Santa Maria Maddalena
Collegiata di Santa Maria Maddalena
L'antico nucleo della Collegiata di Morano Calabro in Calabria risale al 1097.
Piazza Maddalena, Morano Calabro (CS)
7.75 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Castello Normanno-Svevo
Castello Normanno-Svevo
Il Castello Normanno-Svevo di Morano Calabro, in Calabria, appare in ruderi sulla sommità del borgo.
Via Castello, 6, Morano Calabro (CS)
8.17 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Museo dell’Alimentazione Mediterranea
Museo dell’Alimentazione Mediterranea
Il Museo dell’Alimentazione Mediterranea si trova ad Altomonte, in Calabria.
Piazza Castello, Altomonte (CS)
8.73 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Museo Civico di Santa Maria della Consolazione
Museo Civico di Santa Maria della Consolazione
Il Museo Civico di Altomonte, inaugurato nel 1980, ospita diverse opere.
Piazza Tommaso Campanella, 9 - 87042, Altomonte (CS)
8.75 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Convento dei Domenicani
Convento dei Domenicani
Il Convento dei Domenicani oggi è sede del Museo Civico ed ospita la Biblioteca Civica, la Biblioteca storica e un salone per convegni e mostre.
Piazza Tommaso Campanella - 87042, Altomonte (CS)
8.75 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio
Torre Normanna
Torre Normanna
La Torre Normanna è sede espositiva di mostre d’arte contemporanea.
Piazza Castello, 6 - 87042, Altomonte (CS)
8.75 Chilometri da Chiesa di Santa Maria del Gamio

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
La leggenda dell'amore di Bora
La leggenda dell'amore di Bora
La storia della nascita di Trieste è legata alla leggenda di Bora, figlia del dio Vento.
By Ivan Pisoni
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di