Sacra di San Michele - Cosa vedere a Sant'Ambrogio di Torino - Castelli, chiese, monumenti e musei - L'Abbazia di San Michele di San Michele della Chiusa è uno dei monumenti simbolo del Piemonte.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Sacra di San Michele

L'abbazia di San Michele della Chiusa venne fondata tra il 983 e il 987. E' stata una delle più celebri abbazie benedettine dell'Italia settentrionale ed è tra i più grandi complessi architettonici di epoca romanica in Europa, posta lungo il cammino micaelico che da Mont St. Michel porta a San Michele del Gargano. La sua attuale imponente costruzione, iniziata attorno a una chiesetta tricora dedicata all'arcangelo Michele, venne edificata tra l'XI e il XIV secolo. Soggetta a una progressiva decadenza, nel 1622 vide la soppressione della vita monastica tra le sue mura. L'abbazia, adibita anche a fortilizio, fu danneggiata nel 1691 dalle truppe francesi di Catinat. Solo nel 1836 l'antico monastero riprese le proprie funzioni religiose, con l'arrivo della comunità dei padri Rosminiani che ancora oggi vi risiedono.

La Sacra di San Michele presenta elementi artistici e architettonici unici, quali il portale dello zodiaco e lo scalone dei morti (XII sec.) e, all'esterno, il sepolcro dei monaci, mentre l'interno della chiesa abbaziale è impreziosito dalle sculture romaniche nell'area absidale e da numerosi affreschi del XV-XVI sec.

Immagini sindoniche. Affresco dell'Assunzione della Beata Vergine Maria
Il dipinto, di grandi dimensioni, è realizzato su una parete dell’aula della chiesa della Sacra di San Michele. Il pittore Secondo del Bosco di Poirino, forse aiutato da un suo allievo, ha utilizzato lo spazio a disposizone raffigurandovi tre diverse scene sviluppando il racconto in verticale. Partendo dall’alto si può leggere l’Assunzione della Beata Vergine Maria in cielo, la scena centrale raffigura Maria che dorme, la scena in basso rappresenta il momento della deposizione di Cristo nel sepolcro. Proprio in questa scena si vede anche il Sacro Lenzuolo che, dopo la resurrezione di Gesù, diverrà la Sindone nella tradizione cristiana. Il soggetto centrale anche qui è sempre Maria Vergine che, teneramente, accarezza il volto sofferente del figlio per l’ultima volta, prima che venga chiuso il sepolcro con le sue spoglie mortali. Il grande affresco colpisce per la vivacità, ancora sana e forte, dei colori utilizzati. Tutti i volti esprimono grande dolore e sofferenza. Singolare è notare che i volti dei tre soldati seduti ai piedi del sepolcro sono stati cancellati.

Il percorso di visita è arricchito periodicamente dall'apertura speciale della biblioteca, nata a partire dal 1836, anno di arrivo dei Padri Rosminiani sul Monte Pirchiriano, e del monastero vecchio, distrutto dalle truppe di Catinat sul finire del Seicento. La biblioteca ospita attualmente circa 8000 volumi, con testi a partire dal XVII secolo, ed è consultabile su richiesta.

Monte Pirchiriano
Il monte Pirchiriano (962 m.s.l.m.), posto a sentinella della Valle di Susa, è celebre per ospitare, sulla propria vetta, una delle abbazie più famose d’Europa, nonché monumento simbolo del Piemonte: la Sacra di San Michele. Proprio a seguito della costruzione del monastero (nato tra il 983 e il 987 su un preesistente sito di romitaggio e sviluppatosi tra XI e XV secolo), il nome del monte fu mutato da Porcariano (monte dei porci) a Pirchiriano (monte del fuoco sacro).

Contatta ora Sacra di San Michele

Compila questo modulo per metterti in contatto direttamente

Accetto i termini della privacy
Voglio ricevere la newsletter
TAGS :

Visita Sant'Ambrogio di Torino

Eventi a Sant'Ambrogio di Torino

Cosa vedere nei dintorni

Museo etnografico Ex Latteria
Museo etnografico Ex Latteria
Il museo etnografico di Chiusa San Michele in Valle Susa è ospitato nei locali dell'ex latteria sociale.
Via General Cantore, 9, Chiusa di San Michele (TO)
1.38 Chilometri da Sacra di San Michele
Ex Cappella di San Giuseppe
Ex Cappella di San Giuseppe
L'ex Cappella di San Giuseppe si trova Chiusa di San Michele in Valle Susa.
Via General Cantore, 60, Chiusa di San Michele (TO)
1.54 Chilometri da Sacra di San Michele
Castello del Conte Verde
Castello del Conte Verde
I ruderi del Castello del Conte Verde si trovano su un'altura nei pressi di Condove, in Valle Susa.
Via Conte Verde, 42, Condove (TO)
2.21 Chilometri da Sacra di San Michele
Museo Valsusino della Resistenza
Museo Valsusino della Resistenza
Il Museo Valsusino della Resistenza di Condove è ospitato nei locali delle ex Officine Moncenisio, in Valle Susa.
Via Torino, 29, Condove (TO)
2.97 Chilometri da Sacra di San Michele
Chiesa di San Rocco
Chiesa di San Rocco
Le prime notizie dell'antica chiesa romanica di San Rocco di Condove, in Valle Susa, risalgono al 1290.
Via Cesare Battisti, 13, Condove (TO)
3.22 Chilometri da Sacra di San Michele
Castello di Avigliana
Castello di Avigliana
Il castello di Avigliana, in Val di Susa, dall'alto domina il borgo.
Via Ortigara, 32, Avigliana (TO)
4.38 Chilometri da Sacra di San Michele
Parco Naturale del Laghi di Avigliana
Parco Naturale del Laghi di Avigliana
Il Parco naturale del Laghi di Avigliana comprende un territorio di circa 400 ettari ricco di varietà ambientali ed ecologiche, in Val di Susa.
Via Monte Pirchiriano, 54, Avigliana (TO)
4.41 Chilometri da Sacra di San Michele
Chiesa di Santa Maria Maggiore in Borgo Vecchio
Chiesa di Santa Maria Maggiore in Borgo Vecchio
Le origini della Chiesa di Santa Maria Maggiore, sita nel Borgo Vecchio, alle pendici del castello, sono incerte.
Vicolo Santa Maria, Avigliana (TO)
4.49 Chilometri da Sacra di San Michele
Chiesa di San Giovanni
Chiesa di San Giovanni
La chiesa di San Giovanni è sita nei pressi della centrale piazza Conte Rosso di Avigliana, in Val di Susa.
Piazzetta San Giovanni, Avigliana (TO)
4.74 Chilometri da Sacra di San Michele

Piú letti del mese

L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
L’altra Toscana: viaggio nei borghi dell’immediato entroterra e sulle isole
La Toscana è una regione ricca di infiniti tesori storico-architettonici e naturali, dove si incontrano borghi di rara bellezza
By Simona PK Daviddi
Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
Itinerario tra 5 dei più suggestivi borghi della Sardegna settentrionale
Da Olbia a Porto Torres, un itinerario che ci porterà alla scoperta di cinque fantastici borghi sardi tra mare ed entroterra
By Redazione
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Da Cavo a Cavo, un itinerario lungo le coste e i centri abitati della più importante isola della Toscana
By Redazione
Ricetta: Is Arrubiolus
Ricetta: Is Arrubiolus
Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
By Redazione
Ricetta: I Tortellini di Valeggio
Ricetta: I Tortellini di Valeggio
In onore del tortellino di Valeggio, conosciuto anche come "Ombelico di Venere" o "Nodo d'amore", annualmente a giugno viene celebrata a Valeggio sul Mincio la “Festa del Nodo d'Amore”
By Redazione
5 borghi lungo la spettacolare 'costa del dito' in Corsica
5 borghi lungo la spettacolare 'costa del dito' in Corsica
Un itinerario oltreconfine che saprà regalare momenti indimenticabili tra mare, natura, relax, andando alla scoperta di 5 borghi della Corsica
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di