Forte di Exilles - Cosa vedere a Exilles - Castelli, chiese, monumenti e musei - Il Forte di Exilles è uno dei monumenti più antichi della Valle di Susa, in Piemonte.
 
CERCA PER ZONA

Forte di Exilles

Cosa vedere a Exilles, Torino

Esistente già nel 1155, nel 1339 presenta già una struttura complessa, raro esempio di “castello di strada”, utile controllo del fondamentale asse stradale che dal Piemonte portava in Provenza attraverso il Monginevro. Nel Cinquecento il castello è a lungo conteso dalle opposte fazioni cattoliche e riformate che ambivano al controllo del Delfinato al di qua delle Alpi. All’inizio del Seicento il forte modificò il suo assetto di vecchio castello in fortezza bastionata, dove ha ospitato, tra il 1681 ed il 1687, il misterioso personaggio denominato “Maschera di Ferro”.

Nei primi anni del Settecento, la rocca fortificata di Exilles, sotto la direzione del Bertola e del De Willencourt, subisce importanti lavori di ristrutturazione e ammodernamento, tra cui il ribaltamento del fronte difensivo verso la Francia. Nuove trasformazioni vengono attuate a metà ‘700: il Forte viene ricostruito operando una sintesi tra assetti difensivi e logistici. Il trattato di Utrecht del 1713, che trasferì la dignità regia dal re di Francia a casa Savoia, rese necessario il ribaltamento del fronte difensivo. Il forte fu infine disarmato nel 1915 e perse definitivamente ogni funzione militare nel 1943 quando venne abbandonato definitivamente dai militari.

Nel 1978 la Regione Piemonte ha acquistato il forte, impegnandosi a provvedere al restauro e recupero funzionale del monumento. Viene quindi sviluppato e avviato il progetto di restauro conservativo, interno ed esterno, finalizzato alla definizione di un assetto complessivo del Forte. Il Forte di Exilles è stato aperto al pubblico l’8 luglio del 2000, al suo interno sono visitabili due aree museali, caratterizzate da allestimenti particolarmente innovativi. In Estate è riccamente utilizzato per eventi musicali e culturali di vario genere.

Periodo di apertura: estate.

TAGS :

Visita Exilles

Eventi a Exilles

Cosa vedere nei dintorni

Cappella dei SS. Biagio e Pietro a Deveys
Cappella dei SS. Biagio e Pietro a Deveys
La Cappella dei Santi Biagio e Pietro si trova nel cuore del piccolo borgo di Deveys, vicino a Exilles in Alta Valle Susa.
Strada di S. Colombano, Frazione Deveys, Exilles (TO)
2.17 Chilometri da Forte di Exilles
Alambicco del Deveys
Alambicco del Deveys
L'alambicco consortile è soltanto una delle suggestive attrazione della borgata di Deveys, in Val di Susa.
Strada di S. Colombano, Exilles (TO)
2.22 Chilometri da Forte di Exilles
Parco Naturale Gran Bosco di Salbertrand
Parco Naturale Gran Bosco di Salbertrand
Dal 2012 i Parchi Naturali dei Laghi di Avigliana, Orsiera Rocciavrè, Gran Bosco di Salbertrand e Val Troncea sono stati unificati nelle Aree Protette delle Alpi Cozie, con sede a Salbertrand, presso l'ex Parco Naturale del Gran Bosco.
Via Fransuà Fontan, 1, Salbertrand (TO)
4.57 Chilometri da Forte di Exilles
Ecomuseo Colombano Romean
Ecomuseo Colombano Romean
L'ecomuseo Colombano Romean di Salbertrand è collocato all'interno del Parco Naturale del Gran Bosco.
Via Fransuà Fontan, 1 , Salbertrand (TO)
4.99 Chilometri da Forte di Exilles
Chiesa di San Giovanni Battista
Chiesa di San Giovanni Battista
La parrocchiale di Salbertrand è l'unica in tutta la Valle Susa ad avere un protiro monumentale.
Piazza Martiri della Libertà, Salbertrand (TO)
5.07 Chilometri da Forte di Exilles
Cappella dell'Annunciazione di Oulme
Cappella dell'Annunciazione di Oulme
A circa un km dal centro abitato di Salbertrand, nella frazione Oulme, si trova la cappella dell'Annunziata.
Via Luigi Gros, località Oulme, Salbertrand (TO)
5.76 Chilometri da Forte di Exilles
Punto Museo Brunetta d'Usseaux. Protagonisti ed Eroi
Punto Museo Brunetta d'Usseaux. Protagonisti ed Eroi
Il Museo, con sede ad Usseaux, in Piemonte, è dedicato alla figura del Conte Eugenio Brunetta d'Usseaux.
Via Conte Eugenio Brunetta, 53, Usseaux (TO)
9.17 Chilometri da Forte di Exilles
Aree Archeologiche di Susa
Aree Archeologiche di Susa
Susa, città di origine celtica, acquisì con la conquista romana l'importantissimo ruolo di punto nevralgico lungo la via delle Gallie.
Arco di Ottaviano Augusto, Via degli Archi, Susa (TO)
9.34 Chilometri da Forte di Exilles
Castello di Susa - Museo civico
Castello di Susa - Museo civico
Il castello della Contessa Adelaide di Susa si apre al pubblico con un percorso di scoperta delle sue origini.
Via al Castello, 14, Susa (TO)
9.39 Chilometri da Forte di Exilles

Piú letti del mese

Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Piccoli gnocchetti tipici della cucina valdostana che possono essere conditi in modi differenti.
By Redazione
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
By Redazione
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
E' iniziata la stagione concertistica 2019-20 presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Un'occasione per ascoltare artisti di livello mondiale e visitare gli incantevoli borghi del modenese
By Redazione
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
By Antonella Andretta
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di