Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie - Cosa vedere a Maniago - Castelli, chiese, monumenti e musei - Il Museo dell'arte fabbrile e delle coltellerie di Maniago, in Friuli, sorge all'interno dell'ex industria Co.ri.ca.ma.
 
CERCA PER ZONA

Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie

Cosa vedere a Maniago, Pordenone

  • Via Maestri del Lavoro d'Italia, 1, Maniago (PN)
  • +39 0427 709063
  • Visita il sito

La prima parte del percorso propone una ricostruzione degli ambienti della produzione fabbrile dai primi battiferro e botteghe artigiane fino all’industria e lavorazione odierna dei metalli. La sezione, organizzata per sequenze storiche e tecnologiche, riproduce ambientazioni, contesti lavorativi e si snoda tra macchinari, utensili, gesti e riproduzioni delle varie tecniche e saperi dei coltellinai. La seconda descrive le caratteristiche e i cicli di lavorazione dei principali materiali usati per realizzare coltelli; l’ergonomia e la tecnica della lama e del manico e i loro trattamenti tecnologici.

Al piano superiore l’allestimento è dedicato completamente alla produzione e commercializzazione di coltelli, forbici e vari strumenti da taglio realizzati a Maniago, da quelli tradizionali alle ultime produzioni. Il percorso si snoda tra bacheche che raggruppano i materiali in base alla loro funzione d’uso e di produzione, con un’iconografia evocativa e un allestimento mirato ad esaltare l’estetica e il design dei prodotti.

Si può datare 1454 l’inizio della storia dei fabbri maniaghesi, quando Nicolò di Maniago avvia la derivazione di una roggia dal torrente Còlvera, lungo la quale l’energia dell’acqua alimenta mulini, segherie e alcuni battiferri: qui si costruiscono attrezzi per contadini e boscaioli, coltellacci, nonché spade e altre armi d’asta per la Repubblica di Venezia. Oggi alla roggia di Maniago viene riconosciuto il proprio tributo storico, nonché la sua valenza come strumento da sempre utile all’agricoltura, portatrice di acqua e quindi di vita.

“Il percorso” parte dal Museo dell’arte fabbrile e delle coltellerie, segue via Unità d’Italia per giungere in via dei Fabbri dove si può vedere uno degli ultimi battiferri con mulino. Da qui si risale via Molini, fino a raggiunger i Lavatoi. Attualmente il percorso del roiale è stato interrato fino alla filanda (biblioteca civica) dove parte della roggia è diventata arredo urbano e sono visibili i due canali di sfogo e lavoro della ruota idraulica, che forniva energia all’antica filanda. Di qui si può proseguire, sempre costeggiando la roggia, lungo la Val Colvera, verso gli abitati di Frisanco e Poffabro, oppure scegliere un sentiero tra il bosco che conduce a via Giovanni Pascoli, arrivare da qui alle rovine del Castello o rientrare nella Piazza di Maniago.

Orari: Lunedì, giovedì, venerdì, sabato e domenica: 9.30-12.30 e 15.30-18.30
Martedì e mercoledì: 9.30-12.30
Per visite di gruppo si consiglia la prenotazione.

Contatta ora Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie

Compila questo modulo per metterti in contatto direttamente

Accetto i termini della privacy
Voglio ricevere la newsletter
TAGS :

Visita Maniago

Eventi a Maniago

Cosa vedere nei dintorni

Lis Aganis Ecomuseo Regionale delle Dolomiti Friulane
Lis Aganis Ecomuseo Regionale delle Dolomiti Friulane
L'Ecomuseo Regionale Lis Aganis delle Dolomiti Friulane ha sede a Maniago, in Friuli Venezia Giulia.
Via Maestri del Lavoro, 1, Maniago (PN)
0.13 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
Chiesa di San Mauro
Chiesa di San Mauro
La chiesa dedicata a San Mauro martire è il duomo del borgo di Maniago, in Friuli Venezia Giulia.
Piazza Italia, 24, Maniago (PN)
0.24 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
Castello di Maniago
Castello di Maniago
Il castello di Maniago domina dall'alto il borgo omonimo, in Friuli Venezia Giulia.
Strada Valpiccola, Maniago (PN)
0.83 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
Sorgenti del Gorgazzo
Sorgenti del Gorgazzo
Gorgazzo è il nome di uno dei borghi di Polcenigo, sviluppato sulle sponde dell’omonimo torrente, in Friuli Venezia Giulia.
Vicolo Festina, 24, Polcenigo (PN)
22.02 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
Ecomuseo Liquentia
Ecomuseo Liquentia
Il centro Liquentia, situato di fronte al municipio, è il centro di interpretazione dell’acqua del borgo di Polcenigo, in Friuli Venezia Giulia.
Piazza Plebiscito, Polcenigo (PN)
22.41 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
 Museo di Arte Cucinaria
Museo di Arte Cucinaria
Il Museo dell’Arta Cucinaria è ospitato al primo piano del cinema-teatro di Polcenigo, in Friuli Venezia Giulia.
Vicolo del Teatro, 1, località Coltura, Polcenigo (PN)
22.46 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
Castello di Polcenigo
Castello di Polcenigo
Il complesso del Castello di Polcenigo si erge sulla collina che domina il borgo, in Friuli Venezia Giulia.
Via S. Giacomo, 1, Polcenigo (PN)
22.47 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
Chiesa del Santissimo Corpo di Cristo
Chiesa del Santissimo Corpo di Cristo
La chiesa del Santissimo Corpo di Cristo si trova a Valvasone, in Friuli Venezia Giulia.
Piazza Libertà, 7, Valvasone (PN)
22.65 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie
Parco di San Floriano
Parco di San Floriano
Il Parco San Floriano del borgo di Polcenigo, in Friuli, è uno straordinario esempio di recupero ambientale e l’unico parco rurale esistente in Italia.
Localita' Colle S. Floriano, 2, Polcenigo (PN)
23.09 Chilometri da Museo dell'Arte Fabbrile e delle Coltellerie

Piú letti del mese

La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
La leggenda di Aloisa, il fantasma degli innamorati del borgo di Grazzano Visconti
Un luogo incantato, ricostruito come il set di un film, e il suo fantasma, protettore dell'amore puro
By Ivan Pisoni
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Ricetta: le Fave ncrapiate di Ostuni
Assaggiamo i sapori tipici di uno dei più caratteristici borghi pugliesi, Ostuni
By Nadia Calasso
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Ricetta: Pan De Mej - Dolce tipico di Angera
Il Pan De Mej è un dolce tipico di Angera, un caratteristico borgo che si trova sul Lago Maggiore. Da assaggiare assolutamente e preparare a casa. Ecco la ricetta
By Nadia Calasso
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Ricetta: Sagne piccantine specialità d'Abruzzo
Sagne piccantine, specialità d'Abruzzo da assaggiare assolutamente se in uno di questi giorni estivi siete in vacanza in Abruzzo, una bontà che vi piacerà anche preparandola a casa.
By Nadia Calasso
La città incantata 2019 al Castello di Santa Severa
La città incantata 2019 al Castello di Santa Severa
Zingaretti: il meeting internazionale cambia location ma non spirito e obiettivi
By Redazione
Cosa vedere e cosa fare a  Metaponto Lido
Cosa vedere e cosa fare a Metaponto Lido
Splendide località a pochi passi da Matera, che vi offriranno un viaggio emozionante tra storia e mare.
By Nadia Calasso
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di