Siamo ad Amendolea vecchia, frazione di Condofuri, in provincia di Reggio Calabria. Siamo in uno dei borghi abbandonati di Calabria, e uno dei diversi arroccati sulle alture aspromontane.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Amendolea, tra le nuvole, in mezzo ai fichi

Tue, 04 Sep 2018
Amendolea, tra le nuvole, in mezzo ai fichi

Amendolea si trova a pochi chilometri dalla strada statale 106, una delle arterie calabresi che mette in comunicazione la parte meridionale e orientale della Calabria per poi finire in Puglia. Amendolea si raggiunge, dunque, facilmente in auto. Per chi desidera utilizzare i mezzi pubblici, però, può salire a bordo di uno dei treni regionali con fermata a Condofuri e da lì servirsi del bus di linea (ma solo nel periodo scolastico, da ultime ricerche), con fermata ad Amendolea paese, o percorrere circa due ore di cammino, e giunti in cima ai ruderi del borgo ammirare la vallata circostante.

Il panorama che mostra la natura è incantevole: il cielo azzurro ed anche grigio; il mare Jonio all'orizzonte, e la fiumara Amendolea - o  potamò èrchete an tin oscìa ce catevènni càtu ston jalò (il fiume viene dalla montagna e scende giù in marina), come canta un autore grecanico nella lingua del loco-.

La fiumara Amendolea, chiamata così secondo testimonianza di popolo per via dei molti alberii di mardorlo lungo il tragitto fluviale, disegna nella vallata omonima ampie e strette curve e larghi tratti, grigi durante la stagione secca, nei quali l'occhio registra, con fare attento e meticoloso, il lento scorrere del tempo, contestualmente al consapevole mutar delle stagioni.

Dalla vallata dell'Amendolea, ricca di sentieri e mulattiere che un tempo mettevano in comunicazione i diversi paesi della zona, a poco a poco lo sguardo si avvicina al vecchio borgo: alle torri del castello, alle mura della chiesa, alle travi in legno a vista.    A poco a poco lo sguardo si avvicina ad una scala dai gradini in cemento, segno quest'ultimo dell'ultimo periodo vissuto nel borgo, la quale conduce ad un piano superiore con il cielo a tutta vista; sotto la scala un'apertura testimonia, forse, un vecchio magazzino dove un tempo, chissà, si potevano conservare i prodotti del luogo: le mandorle, i fichi (presenti lungo il sentiero nel borgo), le olive (che nutrono i passi dei locali, dei turisti e dei viandanti), i formaggi caprini, che stagionati insaporiscono pietanze e freschi deliziano il palato. Nutrimento per il corpo e per lo spirito!

Amendolea vecchia pare dunque un dipinto; una poesia; un silenzio che fa rumore; uno sguardo che dice senza parlare; un rudere che edifica emozioni!

COMMENTI :

Notizie correlate

Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Castrocaro Terme, armonia e well-being
Castrocaro Terme, armonia e well-being
Castrocaro Terme, dominato da una fortezza, racchiude tutti gli ingredienti del tipico bien vivre romagnolo.
By Simona PK Daviddi
Marzamemi
Marzamemi
Marzamemi, ovvero ‘marsà al-ḥamāma’, (baia delle tortore), borgo marinaro siciliano incastonato su una lastra di roccia che si affaccia sullo Ionio e posto geograficamente tra Pachino a (Sud) e Noto a (Nord), nella parte Sud Orientale dell’isola sicula.
By Luca Mandalà
San Candido, destinazione per tutte le stagioni
San Candido, destinazione per tutte le stagioni
Un borgo trentino di origine antiche che ancora oggi sa coniugare tra le sue vie il sapore della tradizione sudtirolese con la calda accoglienza italiana.
By Simona PK Daviddi
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di