Il principale centro della Val di Fassa, nello splendido scenario delle Dolomiti. Terra di storia e del suo formaggio, il Puzzone.
 
CERCA PER ZONA

Trentino: il borgo di Moena, nel cuore della val di Fassa, dove nasce il formaggio Puzzone

Fri, 24 Aug 2018
Trentino: il borgo di Moena, nel cuore della val di Fassa, dove nasce il formaggio Puzzone

E’ nello straordinario scenario della val di Fassa, tra le principali valli dolomitiche, che è situato il delizioso borgo di Moena.

Conosciuta come la “Fata delle Dolomiti”, Moena è circondata da alcuni fra i più scenografici gruppi montuosi della regione tra cui la Valaccia ed il Latemar.

Allo scenario naturale nel quale è immerso l’abitato si contrappone un interessante centro storico nel quale si alternano edifici di particolare valore storico tra cui “Ciasa Ramon”, situata nell’omonima piazza, eretta nel Seicento su uno stabile trecentesco. Sulla stessa piazza s’affaccia anche quello che un tempo era l’albergo Alpino, con a fianco il “Tabià Janac”, il fienile; sul lato opposto della piazza c’è il “Tabià Bander”, altro caratteristico fienile del centro storico.

Poi “Ciasa Cioto” e l’affrescata “Ciasa Chiochet” affrescata nel 1658.

E’ invece la via dedicata all’ufficiale ingegnere austriaco Riccardo Lowy, la principale arteria del paese, sulla quale s’affacciano alcuni tra i suoi principali alberghi.

Patrimonio architettonico di Moena che propone anche la bella chiesa arcipretale di San Vigilio, sovrastante l’abitato, consacrata nel 1164 per essere poi risistemata in stile gotico nel 1533. L’aspetto attuale risale al 1929, quando furono comunque conservate la parte gotica e la primitiva abside. Dall’interno a tre navate propone il presbiterio affrescato in stile liberty.

Vicina alla chiesa di San Vigilio sorge quella di San Volfango, considerato il più antico tempio di Moena, che custodisce affreschi del XV secolo ed un bellissimo soffitto barocco in legno.

E’ invece risalente al 1898 il forte Someda, fortificazione militare austro-ungarica situata nella frazione di Someda.

La lavorazione del latte in Val di Fassa

Terra di sentieri e spettacolari scenari montani, Moena è meta turistica estiva ed invernale, ma anche piccola capitale dell’enogastronomia, che celebra con importanti rassegne sui sapori della valle, tra cui “A tavola con la fata delle Dolomiti” nella stagione invernale, e “Sapori d’autunno” a settembre, dove svariati sono i piatti tipici proposti, e dove spesso il protagonista è il celebre formaggio locale, il famoso “Puzzone di Moena DOP”, che deve il suo nome al suo caratteristico odore che molti tendono a definire puzza.

Puzzone di Moena

Prodotto nelle valli di Fassa e di Fiemme, il Puzzone è un formaggio riconoscibile per la crosta umida, ricoperta da una patina untuosa. Ottenuto da latte crudo di bovine di razza bruna o grigio alpina, viene stagionato per un minimo di novanta giorni fino ad un massimo di otto o dieci mesi.

Di pasta morbida e dal colore paglierino chiaro, con occhiatura sparsa, si presenta in forme che vanno dai 9 ai 12 chili.

Formaggio da tavola o da degustazione ben si abbina a vini rossi particolarmente corposi. Viene servito sulle tavole della val di Fassa con la polenta, con cipolle e patate.

Se più stagionato è ottimo per insaporire gli gnocchi, gli strudel salati e gli arrosti.

COMMENTI :

Notizie correlate

Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Nel Lazio, tra noccioleti e costoni tufacei si cela un borgo magnifico che ospita uno dei gioielli dell’architettura di tutti i tempi: Caprarola
By Roberto Giarrusso
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Vi portiamo in uno dei borghi medievali meglio conservati dell'Emilia-Romagna e dell'intero Nord Italia, alla riscoperta di un'atmosfera d'altri tempi e di un mistero ancora tutto da risolvere
By Stefano De Bernardi
Positano tra leggende, spiaggette incantevoli e moda
Positano tra leggende, spiaggette incantevoli e moda
Ecco qualche curiosità sulla perla della Costiera Amalfitana
By Redazione
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Vi raccontiamo una fresca giornata di primavera trascorsa nel minuscolo borgo medievale sui verdi colli piacentini
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Dal 16 al 22 settembre torna l'evento promosso dai comuni delle Terre di Castelli: noti protagonisti del teatro, del cinema e della musica animeranno l'attesissima edizione numero 15
By Redazione
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Nel Lazio, tra noccioleti e costoni tufacei si cela un borgo magnifico che ospita uno dei gioielli dell’architettura di tutti i tempi: Caprarola
By Roberto Giarrusso
Ricetta: il Brasato al Barolo
Ricetta: il Brasato al Barolo
Il brasato al Barolo è un piatto piemontese ricco di sapori gustosi per il palato
By Redazione
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Fritto tradizionale, simbolo di abbondanza, la Scurpella è il dolce che festeggia le grandi occasioni
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di