Case colorate intorno alla piazza principale, l’anfiteatro roccioso che racchiude il porticciolo turistico, le due rocche saracene e un’insolita chiesa
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Vernazza, borgo da Unesco

Wed, 25 Jul 2018
Vernazza, borgo da Unesco

Nella Liguria di Levante l’Unesco accende i riflettori sulle Cinque Terre, all’estrema propaggine orientale della regione. Fra i borghi ricchi di storia e salsedine, ecco Vernazza, le cui tipiche case colorate disposte intorno alla piazza principale risalgono l’anfiteatro roccioso che racchiude il porticciolo turistico già noto in epoca romana. Lo scenario è completato da due rocche saracene e da un’insolita chiesa, quella di Margherita d’Antiochia: sorge su una roccia a picco sul mare protetta da una fila di scogli e venne costruita nel 1318 in stile gotico-ligure dai maestri Antelami su un preesistente edificio, del quale resta oggi solo l’abside con decorazioni ad archetti pensili e lesene. La sua abside - e non la facciata - prospetta sulla piazza principale di Vernazza, borgo marinaro famoso nel presente ma la sua storia affonda le radici nel periodo romano. Il suo sviluppo prosegue nel Medioevo e nel 1088 il suo nome – da Gens Vulnezia – diventa Castrum Vernatio. Fra i più importanti monumenti di Vernazza spicca innanzitutto il castello dei Doria di Vernazza, proteso sul mare verso il Mesco, che oggi appare come un imponente bastione da cui s’innalza una torre cilindrica su un basamento quadrangolare, il Belforte. Sul versante opposto al castello si staglia il cinquecentesco "Torrione", che si erge all’interno del giardino dei Padri Minori Riformati di San Francesco. Da qui partiva la cinta muraria che difendeva il monte di Vernazza la quale, infatti, risultava essere un borgo fortificato già nel 1080. La visita di Vernazza prosegue con la chiesa dei Frati, costruita sulla collina sovrastante il borgo nella metà del XVII secolo: al suo interno accoglie quattro cappelle decorate e sotto il pavimento quattordici tombe con lapidi in marmo scritte in latino.

COMMENTI :

Notizie correlate

Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Nonantola: Storia del Duca diventato Monaco e dell’Abbazia da lui fondata
Il borgo di Nonantola, in Emilia, ospita la celebre Abbazia carica di storia e tesori. Il suo fondatore fu un personaggio coraggioso e carismatico che svestì i panni della nobiltà per abbracciare quelli più umili del monachesimo.
By Roberto Giarrusso
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Castrocaro Terme, armonia e well-being
Castrocaro Terme, armonia e well-being
Castrocaro Terme, dominato da una fortezza, racchiude tutti gli ingredienti del tipico bien vivre romagnolo.
By Simona PK Daviddi
Marzamemi
Marzamemi
Marzamemi, ovvero ‘marsà al-ḥamāma’, (baia delle tortore), borgo marinaro siciliano incastonato su una lastra di roccia che si affaccia sullo Ionio e posto geograficamente tra Pachino a (Sud) e Noto a (Nord), nella parte Sud Orientale dell’isola sicula.
By Luca Mandalà
San Candido, destinazione per tutte le stagioni
San Candido, destinazione per tutte le stagioni
Un borgo trentino di origine antiche che ancora oggi sa coniugare tra le sue vie il sapore della tradizione sudtirolese con la calda accoglienza italiana.
By Simona PK Daviddi

Piú letti del mese

Ricetta: le Melanzane Ripiene
Ricetta: le Melanzane Ripiene
Un piatto tipico, semplice e gustoso della cucina calabrese che non può mancare durante il pranzo domenicale o durante i giorni di festa
By Redazione
Ricetta: Pitta di patate
Ricetta: Pitta di patate
La pitta di patate alla pizzaiola è un piatto tipico salentino adatto sia per una cena o per un antipasto, da gustare sia caldo che freddo
By Redazione
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Il panettone pasquale: La Pasimata della Garfagnana
Un dolce pasquale tipico della città di Lucca e i suoi dintorni. La pasimata della Garfagnana si contraddistingue per la presenza dell'uvetta
By Redazione
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Bolgherirun2020: l'evento che ti permette di scoprire gli angoli più belli della Toscana
Torna Bolgherirun, l'evento sportivo che permette di scoprire, attraverso il divertimento, il fantastico paesaggio della Toscana.
By Redazione
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli
I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.
By Redazione
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Paesaggi, scorci e sentieri tra i borghi dell'amore
Per chi ama un viaggio sensoriale con note romantiche, la costa ligure e i borghi di Lucignano e Varenna sono ricchi di paesaggi, scorci e sentieri.
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di