Un borgo nel cuore della Val d’Orcia. Un’espressione di grande bellezza e anche del senso concreto del progettare, in linea con la proverbiale magniloquenza toscana

 
CERCA PER ZONA

San Quirico d'Orcia, patrimonio dell’Unesco in provincia di Siena
Wed, 12 Sep 2018

San Quirico d'Orcia, patrimonio dell’Unesco in provincia di Siena

Nel Medioevo era un’importante tappa della Via Francigena e oggi il borgo mostra ancora la sua struttura dell’epoca all'interno di una caratteristica cinta muraria, divisa dalla via principale, via Dante Alighieri. San Quirico d’Orcia, però, vanta origini ancora più antiche, probabilmente etrusche, e si staglia nel cuore della Val d’Orcia - in provincia di Siena -, in un elisir di vigneti, uliveti e boschi di querce.

La spiccata presenza di beni artistici, architettonici e naturali collocano oggi il borgo di San Quirico d’Orcia - insieme ad altri cinque comuni nel Parco Artistico Naturale Culturale della Val d’Orcia. Un mosaico di storia da scoprire, un equilibrio tra natura e ingegno umano a iniziare dalla romanica Collegiata dei Santi Quirico e Giuditta, le cui prime notizie risalgono all’VIII secolo. Il suo esterno ha mantenuto l'aspetto originario in stile gotico e presenta una breve scalinata che conduce al grande portone d'entrata - con due colonne laterali sormontate da capitello ionico -, mentre l'interno rivela uno stile barocco e un’unica navata con pianta a croce latina. Fra le opere custodite e sotto un soffitto a capriate campeggia una pala dipinta da Sano di Pietro, pittore di scuola senese del XV secolo. Il disegno delle coreografie ecclesiastiche di San Quirico d’Orcia prosegue con la chiesa di San Francesco, il cui interno è caratterizzato da elementi gotici e da una pregevole Vergine attribuita ad Andrea della Robbia. All’esterno dell’edificio, stradine lastricate e fontane di pietra costellano il centro del borgo che testimonia la sua presenza – e importanza - lungo il tracciato Via Francigena, con l’Ospedale della Scala, nel quale veniva offerta ospitalità ai pellegrini. 

Da visitare sono anche i resti della torre del Cassero e gli Horti Leonini, significativo esempio di giardino all’italiana. Con un gioco di sponda, infine, ci si può recare a Bagno Vignoni, frazione di San Quirico d'Orcia: nella sua piazza centrale è collocata una grande vasca medievale, dove l'acqua sgorga direttamente dalla sorgente termale. Attorno alla vasca, si affacciano sulla piazza palazzi rinascimentali e il loggiato di Santa Caterina da Siena.

Notizie correlate

Comacchio: il borgo, le anguille e la laguna
Comacchio: magia delle acque nel Delta del Po, da percorrere in barca per assaporarne il ritmo slow per poi dedicarsi alla star del borgo: l‘anguilla. Con tanto di museo dedicato e ben 48 ricette che la vedono protagonista
By Luciana Francesca Rebonato
Vrù (Torino), il borgo dei presepi dove Torino e Pisa si incontrano
Vrù è un piccola frazione di Cantoira, nelle Valli di Lanzo. Si tratta di un un borgo diroccato sulle montagne fermo in cui vivevano i minatori che estraevano il talco. Oltre che per i presepi e per le miniature della Mole di Torino e della Torre di Pisa.
By Antonia Gorgoglione
Puglia: il borgo di Locorotondo, meraviglia della Murgia dei Trulli, terra del vino e dell’olio.
Tra il pittoresco centro storico, gli affacci sulle distese di ulivi e vigneti, il vino bianco Locorotondo DOC, l’olio extravergine di oliva, le orecchiette, gli involtini di trippa e il galletto castrato al forno.
By Luca Sartori
Saint Vincent e Chatillon: i borghi simbolo della Valle d'Aosta
Due meravigliosi borghi che racchiudono tutta l'anima della Valle d'Aosta caratterizzati da attrazioni storiche, culturali, naturalistiche e legate al benessere
By Redazione
Polignano a Mare: bellezza sempre di stagione
Il fascino del mare d'inverno, un’emozione che in Puglia non si può non vivere
By Marino Pagano
Enzo Siciliano e Falerna, bellezze di 'Diamante'
Nel territorio del borgo di Castiglione Marittimo, qui Enzo Siciliano pensa il suo 'Diamante'.
By Marino Pagano

Piú letti del mese

5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
5 borghi imperdibili dell’appennino tosco-emiliano
Fiumalbo, Compiano, Bagnone, Castelnuovo di Garfagnana e Coreglia Antelminelli, gioielli dell’appennino.
By Luca Sartori
Ricetta: Strangozzi al tartufo nero, eccellenza di Norcia
Una pasta artigianale, tipica dei borghi umbri e con il blasonato tartufo nero: uno dei fiori all’occhiello della gustosa gastronomia di Norcia, nel cuore della Valnerina
By Luciana Francesca Rebonato
Un itinerario lungo la Strada Romantica delle Langhe e del Roero tra borghi, castelli e vigneti piemontesi
La Strada Romantica delle Langhe e del Roero, un incantevole viaggio per vigne, borghi e castelli del Piemonte
By Pier Volpato
Salpa alla scoperta dei borghi più belli custoditi nel cuore della Sardegna
Un itinerario nel cuore del Mediterraneo, un viaggio alla scoperta di cinque tra i borghi più belli della Sardegna
By Redazione
Il numero dedicato al benessere di e-borghi travel è online
Non perdete lo speciale dedicato al benessere, ai borghi e al turismo slow di e-borghi travel, la rivista digitale di viaggi
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi