Scenografico e medievale, racchiude nei suoi scorci l’integrità e la suggestione del passato, proposto anche con rievocazioni in costume
 
CERCA PER ZONA

Storia, arte e letteratura si intrecciano ad Arquà Petrarca, borgo incastonato nei Colli Euganei, fra i più belli d’Italia

Mon, 13 Aug 2018
Storia, arte e letteratura si intrecciano ad Arquà Petrarca, borgo incastonato nei Colli Euganei, fra i più belli d’Italia

Arquà Petrarca, borgo medievale alle pendici dei Colli Euganei e in provincia di Padova, vede il suo nome originale, Arquà, modificato nel 1868 in Arquà Petrarca, in omaggio al Poeta che scelse la località per vivervi. I siti e i monumenti di interesse storico e culturale che il borgo racchiude, uniti al fascino e alla quiete che conquistarono il poeta Francesco Petrarca, hanno consentito al borgo di essere inserito nel prestigioso panel dei "Borghi più Belli d'Italia". Gli esempi di eccellenza artistica sono diversi, a iniziare da Palazzo Contarini, in stile gotico veneziano, che si affaccia su piazza Roma così come a prospettare sulla piazza è la chiesa di S. Maria Assunta, al cui interno è custodita la pregevole tela dell'Ascensione, opera di Palma il Giovane. Nel sagrato adiacente, è collocata la tomba del Poeta, un'arca in marmo rosso di Verona che tuttora contiene le spoglie del Petrarca. Da piazza Roma si arriva nella vicina piazza San Marco, cornice dell’Oratorio della Santissima Trinità – il Petrarca era solito recarvisi per pregare -, contenente un altare ligneo seicentesco e un'altra pala di Palma il Giovane. Annessa all’Oratorio è la Loggia dei Vicari, decorata con gli stemmi dei nobili rettori padovani. Nei pressi dell’Oratorio si trova la casa del Petrarca, dimora del poeta dal 1369, quando si trasferì ad Arquà: immerso in un giardino, l'edificio conserva una serie di cimeli storici e opere appartenuti al Poeta. L'attuale allestimento museale prevede diverse sezioni, per esempio “Iconografia del Petrarca e di Laura”, “Arquà e il territorio circostante”, “La tomba del Petrarca”, “Il mito della Casa: i registri dei visitatori”. Ancora arte per le strade del borgo, con Casa Strozzi, Villa Rova - tipico esempio di villa veneziana del Quattrocento -, Villa Centanin – con una mostra permanente di antichi pianoforti – e Villa Alessi, sede di concerti. E numerose sono le rievocazioni storiche del borgo di Arquà Petrarca, da abbinare alla scoperta della località e del suo mosaico di attrattive storiche, artistiche e letterarie.

COMMENTI :

Notizie correlate

Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Nel Lazio, tra noccioleti e costoni tufacei si cela un borgo magnifico che ospita uno dei gioielli dell’architettura di tutti i tempi: Caprarola
By Roberto Giarrusso
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Vi portiamo in uno dei borghi medievali meglio conservati dell'Emilia-Romagna e dell'intero Nord Italia, alla riscoperta di un'atmosfera d'altri tempi e di un mistero ancora tutto da risolvere
By Stefano De Bernardi
Positano tra leggende, spiaggette incantevoli e moda
Positano tra leggende, spiaggette incantevoli e moda
Ecco qualche curiosità sulla perla della Costiera Amalfitana
By Redazione
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Vi raccontiamo una fresca giornata di primavera trascorsa nel minuscolo borgo medievale sui verdi colli piacentini
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione

Piú letti del mese

Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Piccoli gnocchetti tipici della cucina valdostana che possono essere conditi in modi differenti.
By Redazione
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
By Redazione
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
E' iniziata la stagione concertistica 2019-20 presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Un'occasione per ascoltare artisti di livello mondiale e visitare gli incantevoli borghi del modenese
By Redazione
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
By Antonella Andretta
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di