Un giro in Irpinia tra Lauro, Gesualdo e Montemiletto
 
CERCA PER ZONA

Irpinia: tre castelli, tre borghi

Sat, 23 Jun 2018
Irpinia: tre castelli, tre borghi

I castelli sono il segno dei borghi. Un paese si costruiva perché bisognava difendersi e in un certo senso isolarsi. Il castello sigla queste necessità. Oggi abbiamo un'idea romantica dei paesi e dei borghi. Una volta le prerogative di difesa erano preponderanti. Una storia in gran parte ancora da conoscere. Una storia che, specie al Sud, segue le dominazioni subite in questa parte della penisola. Furono soprattutto i Longobardi a volere i paesi così, attorno alle alture.

Per tornare a questa storia, vi proponiamo un tour attraverso tre castelli tutti da visitare.
Campania, insomma. Provincia di Avellino.

Partiamo da Lauro, terra dove il castello è "re" in un territorio semplice. Quando la catena del Partenio guarda ormai sempre più concretamente all'area partenopea, ecco che il vallo di Lauro, con i suoi omonimi monti, segna uno dei territori di confine tra le due province di Avellino e Napoli. Ed ecco la cittadina di Lauro, vista da una delle alture della zona. Questa è un'Irpinia semplice, estremamente rurale. Eppure, maestoso s'eleva il Castello Lancellotti, datato con certezza al XIII secolo ma con probabili prodromi di qualche secolo prima. È un valido motivo per seguire i solchi, anche d'intorno selvaggi e incolti, di questo particolare angolo campano, sconosciuto alle tracce turistiche di massa e forse, proprio per questo, incontaminato e arcaicamente puro. Da qui, anche dalla vicina Taurano, si ammira con trasporto il panorama verso il golfo di Napoli e il Vesuvio. L'antica capitale del Sud è lì, dominante la vista e le emozioni.

Spostandoci non poco, andiamo a conoscere il fascino del castello di Gesualdo.
Sempre provincia avellinese.

Catello di Gesualdo

Ecco appunto la bella cittadina di Gesualdo, con il suo celebre maniero. Il castello è stato il centro di potere della famiglia dei Gesualdo, che proprio da questo paese prese e derivò il nome. Fu la casa del principe Carlo Gesualdo, tra i padri della musica polifonica. Uomo legatissimo a Venosa (Pz), città dove nacque e di cui era feudatario. Qui il castello è ancora il vero principe del territorio. Tanti gli eventi che vi si organizzano, specie in nome della musica e del teatro. Gesualdo e Venosa sono unite proprio in onore dell'arte e della musica stessa. Il castello è maestoso, s'erge imperioso.

Castello di montemiletto

C'è poi un tesoro nascosto a Montemiletto (ancora Av). Qui siamo più vicini al capoluogo provinciale, ma anche Benevento non è lontana. Il borgo vanta un curioso e suggestivo castello, detto "Della Leonessa" dal nome degli storici feudatari. Il paese domina la valle dei fiumi Calore e Sabato, famosi fiumi campani e irpini. Un maniero che ospitò due volte Carlo III di Borbone. È stato recentemente restaurato. Montemiletto, Irpinia semplice e ben curata.

Piccoli tesori nascosti, insomma.

Un'Irpinia ormai amata dal turismo colto. Non resta che proseguire su questa strada.

Andateci, andiamoci.

Foto di Paky Cassano

COMMENTI :

Notizie correlate

Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Nel Lazio, tra noccioleti e costoni tufacei si cela un borgo magnifico che ospita uno dei gioielli dell’architettura di tutti i tempi: Caprarola
By Roberto Giarrusso
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Vi portiamo in uno dei borghi medievali meglio conservati dell'Emilia-Romagna e dell'intero Nord Italia, alla riscoperta di un'atmosfera d'altri tempi e di un mistero ancora tutto da risolvere
By Stefano De Bernardi
Positano tra leggende, spiaggette incantevoli e moda
Positano tra leggende, spiaggette incantevoli e moda
Ecco qualche curiosità sulla perla della Costiera Amalfitana
By Redazione
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Domenica a Vigoleno, un mini mondo (medievale) a parte
Vi raccontiamo una fresca giornata di primavera trascorsa nel minuscolo borgo medievale sui verdi colli piacentini
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione

Piú letti del mese

Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Piccoli gnocchetti tipici della cucina valdostana che possono essere conditi in modi differenti.
By Redazione
Un giorno con Napoleone
Un giorno con Napoleone
La manifestazione culturale "Un giorno con Napoleone" è organizzata dall’Associazione Amici del Luogo della Firma del Trattato di Campoformido col sostegno del Comune di Campoformido e con l’aiuto di molti altri enti e associazioni del territorio, ma anche internazionali.
By Francesca Meneghin
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
E' iniziata la stagione concertistica 2019-20 presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Un'occasione per ascoltare artisti di livello mondiale e visitare gli incantevoli borghi del modenese
By Redazione
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
By Redazione
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di