Il Parco Archeologico di Castelseprio: crocevia fra popoli medievali in Lombardia, la descrizione tecnica e votiva delle pitture rinvenute nella Basilica di Santa Maria Foris Portas, che hanno reso Castelseprio luogo di cultura e fama internazionale.

 
CERCA PER ZONA

Castelseprio: Gran Parco Altomedievale in Lombardia

Castelseprio: Gran Parco Altomedievale in Lombardia

Castelseprio, in provincia di Varese, nella Lombardia più verdeggiante, sorse all'inizio del IV secolo d.C. come accampamento militare, definito in latino castrum, lungo la Via Como-Novara, allo scopo di difendere i confini sulle Prealpi.

Durante il regno di Teodorico, re degli Ostrogoti, furono costruite le mura difensive del baluardo di Torba, la casa torre, la Basilica di San Giovanni Evangelista, e il Battistero di San Giovanni Battista. All' epoca longobarda, VI-VIII secolo d.C., risalgono alcuni ampliamenti della Chiesa Grande di San Giovanni, nuove abitazioni, e la Basilica di Santa Maria Foris Portas. La Basilica di Santa Maria Foris Portas, fuori dalle porte, sorse fuori dal castrum, nell'area del borgo. In pianta rettangolare a tre absidi, si caratterizza per le finestre a fungo e le lesene rastremate.

La riscoperta delle pitture altomedievali ha reso Castelseprio luogo di interesse culturale internazionale. La tecnica di realizzazione delle pitture della Basilica è il buon fresco, che si differenzia da quella dell' affresco: disegni abbozzati con sinopia e ridipintura degli stessi disegni con colori a calce. Il ciclo pittorico narrativo è ispirato ai Vangeli Apocrifi di tradizione orientale: lo Pseudo-Matteo e il Protovangelo di Giacomo, e illustra l'infanzia di Gesù. Il nord-est absidale comprende il Cristo Pantocratore, tema molto diffuso nell'iconografia bizantina. Vi sono rappresentate anche la Natività, la Strage degli Innocenti e la Fuga in Egitto. La datazione è ipotizzabile tra il VI-X secolo d.C., e l'autore è un esule ignoto Maestro da Costantinopoli che introdusse in Occidente il gusto migliore della tradizione ellenistico-bizantina, la quale ispirò la Rinascita Carolingia.

Eventi a Castelseprio


Notizie correlate

Comacchio: il borgo, le anguille e la laguna
Comacchio: magia delle acque nel Delta del Po, da percorrere in barca per assaporarne il ritmo slow per poi dedicarsi alla star del borgo: l‘anguilla. Con tanto di museo dedicato e ben 48 ricette che la vedono protagonista
By Luciana Francesca Rebonato
Vrù (Torino), il borgo dei presepi dove Torino e Pisa si incontrano
Vrù è un piccola frazione di Cantoira, nelle Valli di Lanzo. Si tratta di un un borgo diroccato sulle montagne fermo in cui vivevano i minatori che estraevano il talco. Oltre che per i presepi e per le miniature della Mole di Torino e della Torre di Pisa.
By Antonia Gorgoglione
Puglia: il borgo di Locorotondo, meraviglia della Murgia dei Trulli, terra del vino e dell’olio.
Tra il pittoresco centro storico, gli affacci sulle distese di ulivi e vigneti, il vino bianco Locorotondo DOC, l’olio extravergine di oliva, le orecchiette, gli involtini di trippa e il galletto castrato al forno.
By Luca Sartori
Saint Vincent e Chatillon: i borghi simbolo della Valle d'Aosta
Due meravigliosi borghi che racchiudono tutta l'anima della Valle d'Aosta caratterizzati da attrazioni storiche, culturali, naturalistiche e legate al benessere
By Redazione
Polignano a Mare: bellezza sempre di stagione
Il fascino del mare d'inverno, un’emozione che in Puglia non si può non vivere
By Marino Pagano
Enzo Siciliano e Falerna, bellezze di 'Diamante'
Nel territorio del borgo di Castiglione Marittimo, qui Enzo Siciliano pensa il suo 'Diamante'.
By Marino Pagano
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi