La più grande risorsa online su turismo lento e borghi
Accedi alla Community

Compiano, il magico borgo della Val di Taro


Martedì 29 novembre 2022

Un piccolo angolo medievale da scoprire in provincia di Parma, caratterizzato dal una fortificazione ben conservata: il Castello di Compiano

Condividi
Compiano, il magico borgo della Val di Taro

TinoFotografie/shutterstock

Il borgo di Compiano è un piccolo centro adagiato sull’Appennino Parmense, nel cuore della Val di Taro, in provincia di Parma. Immerso in un contesto naturalistico caratterizzato da una natura lussureggiante - a due passi dai castelli del Ducato di Parma e di Piacenza ed appoggiato sulle colline di Parma - fra i confini della Lunigiana e della Liguria, Compiano conta circa 1000 abitanti ed è considerato uno dei Borghi più belli d’Italia.
L’antico borgo si è meritato la fama di "San Marino d’Italia" per l’importanza della relazione che collega il paese con il suo castello, che sovrasta il borgo e che è da esso custodito come un gioiello.
Dal Castello ai suoi misteriosi musei, dalla Collezione della Marchesa Gambarotta agli splendidi viottoli di sasso che caratterizzano il cuore del centro storico, Compiano è un paese da scoprire, per godere appieno della sua bellezza e della tranquillità e pace che caratterizzano questo piccolo angolo medievale del parmense.

Compiano, Val di Taro
Val di Taro - Fabio Caironi/shutterstock

Cosa vedere a Compiano

Cosa vedere nel borgo di Compiano e cosa fare? La prima attrazione da visitare a Compiano è senza dubbio il Castello, simbolo del borgo emiliano. Il baluardo, edificato nel IX secolo, è molto ben conservato ed è caratterizzato dalla forma a quadrilatero che custodisce il cortile interno, e dalle tre torri. Al suo interno, fra i bellissimi saloni affrescati e decorati con oggetti dell’epoca, è possibile ammirare la Collezione Gambarotta, ovvero le stanze dell’antica dimora della Marchesa con tutti gli oggetti dell’epoca esposti in una preziosa collezione come: la boiserie di legno, la biblioteca, la saletta cinese ed un’ampia collezione che illustra il gusto della Marchesa per l’esotico e l’arte orientale.
Non solo: all’interno del castello di Compiano è possibile visitare anche il Museo della Massoneria, l’unico in Italia al cui interno si trova una ricca collezione (536 pezzi) di gioielli, filatelia, libri, quadri, stampi, documenti e oggetti di ogni genere, ed il Museo eno-gastronomico, un tempo la cucina del Castello, oggi dedicato ai prodotti di punta che sono l’orgoglio della provincia, come i funghi, i salumi e i formaggi tradizionali e le castagne. Nel maniero si tengono anche visite guidate, alcune tematiche e dedicate ai bambini con percorsi interattivi per tutta la famiglia.
Dalle finestre del castello è possibile dare uno sguardo sul bellissimo panorama della Val di Taro che circonda l’interno borgo, sui camminamenti e sui sentieri che si perdono fra il verde e le montagne.

Castello di Compiano
Fabio Caironi/shutterstock

Compiano: il suo centro storico e le tipicità gastronomiche locali

Vale la pena visitare il centro storico del piccolo borgo di Compiano, che è di ridotte dimensioni ma che rappresenta un’esperienza unica per calarsi nell’atmosfera del territorio. A Compiano, fra i vicoli stretti e silenziosi del centro storico, sembra che il tempo si sia fermato, lasciando il posto ad un luogo magico e sospeso dove rivivere l’atmosfera medievale.
Fra le cose da fare a Compiano, possiamo consigliare un assaggio delle tipicità gastronomiche locali, magari in una trattoria o ristorante del territorio. Da assaggiare assolutamente i panigacci, tradizionali della Toscana del Nord, e ovviamente i salumi e i formaggi locali.

Vicoli di Compiano
Fabio Caironi/shutterstock

Eventi e tradizioni a Compiano

A Compiano durante la stagione estiva si organizzano diversi eventi tradizionali, tra le più sentite del borgo: la Benedizione delle Acque del Taro, che si tiene ogni prima domenica di luglio, come da tradizione dal 1630. Un momento ricco di significato spirituale e di ricongiungimento con le tradizioni della nostra terra.
In questa occasione, la statua della Madonna e quella di San Rocco sono portate in processione fino al Taro per benedire le sue acque.
Nei mesi di luglio ed agosto si tengono spesso anche visite guidate nel paese, anche serali e notturne, e passeggiate al suono di musica. Molto apprezzato il Festival degli Artisti di Strada, che si tiene in genere ad agosto e che raccoglie le performance di tanti artisti.

Benedizione delle Acque del Taro
Benedizione delle Acque del Taro © VALGOTRABAGANZA

Condividi

Non perderti nulla dal mondo di e-borghi

Metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook e clicca su “Segui”
Ammira fantastiche foto sul nostro profilo Instragram
Iscriviti al nostro esclusivo canale Youtube
Segui i nostri tweet su Twitter
Iscriviti alla newsletter e potrai anche scaricare la nostra rivista e-borghi travel

Dormire, mangiare, comprare...

Agriturismo Il Cielo di Strela
Immerso nella campagna di Compiano, a 5 km dal Castello di Compiano, l'Agriturismo Il Cielo di S...
Strada Costalta, 62 - 43053 Strela , Compiano

Le nostre collaborazioni

cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2023 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360