Siamo nella striscia occidentale del Parco Regionale delle Serre calabresi, a Soreto e ad Arena: entrambe appartenenti alla provincia di Vibo Valentia. Un piccolo viaggio: in un antico convento francescano; in un piccolo borgo medioevale vibonese.
 
CERCA PER ZONA

Neo-eremiti e castellani

Tue, 06 Aug 2019
Neo-eremiti e castellani

Costruito sulla riva sinistra del fiume Marepotamo, principale affluente del fiume Mesima: uno dei maggiori corsi d'acqua della regione, che dalle Serre calabresi sfocia nel Mar Tirreno, l'antico convento/eremo di Soreto, località appartenente al vicino comune di Dinami, mostra agli studiosi, e a chi per caso di li vi si trova a passare, le proprie mura  secolari che ricche di storia e di devozione accolgono turisti e pellegrini da ogni parte.

Luogo di silenzio e di pace, l'antico convento/eremo, oggi affiancato da una struttura di recente costruzione: Eremo dei Santi Francesco in Soreto - a devozione di S.Francesco d'Assisi e di S.Francesco di Paola- realizzata da un devoto della zona nel 1990 e adesso in fase di ristrutturazione per accogliere eremi e pellegrini, e quanti desiderano trascorrere del tempo fra detti luoghi, ben si presta a piacevoli ritiri spirituali, a gradevoli camminate, verso il cuor si arricchisce e si alleggèra, in compagnia del fruscìo delle foglie e del cammino dei fiume.

A circa mezz'ora di automobile da Soreto, e per gli appassionati dell'andare a piedi a diverse ore di cammino, vi sono diversi borghi da visitare, fra cui Arena.

Arena, colonia greca prima e municipio romano dopo, durante il Medioevo fu capoluogo di un grande feudo, tra cui Soreto. Il castello, costruito dai normanni nell'XI secolo, fu dimora di diversi nobili e signori.

Distrutta dal grande flagello del 1783, il terremoto che colpì gran parte della Calabria meridionale e la città di Messina, e in seguito provata dall'alluvione del 1855, Arena oggi si mostra come uno scrigno di bellezze: un affascinante borgo affacciato su estesi uliveti, da cui si estrae un buon olio; su grandi boschi di faggio e castagno, sotto i quali trovare giovamento nelle giornate di calura.

I numerosi vicoli che dalla piazza del municipio salgono verso la parte alta del borgo trovano una piacevole sosta nelle diverse piazzette, circondate da casette basse e profumate di fiori, e nei tanti affacci che offrono ai visitatori incantevoli prospettive.

Incantevoli prospettive verticali, dunque, per quanti vorranno visitare il grazioso borgo che in questi giorni si sta preparando per accogliere i figuranti nella tradizionale Rievocazione storica, che quest'anno avverrà sabato 10 agosto e che culminerà con l'elezione delle Castellana, una fanciulla del luogo alla quale verranno consegnate simbolicamente le chiavi del castello.

Due piccoli viaggi da abitare e condividere, in una Terra ricca di Semplici sapori e di Delicati suoni,

COMMENTI :

Notizie correlate

Gran Paradiso… terrestre
Gran Paradiso… terrestre
Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è composto da uno straordinario mosaico di valli, ghiacciai, boschi, torrenti, laghi, cascate, prati e borghi.
By Luca Sartori
Circeo, nel mito di Ulisse
Circeo, nel mito di Ulisse
Alla scoperta del parco nazionale del Lazio, tra natura incontaminata, scenari leggendari e sapori inconfondibili
By Cinzia Meoni
Arbatax diventa uno spettacolo 'a luci rosse'
Arbatax diventa uno spettacolo 'a luci rosse'
Dalla prossima estate le famose Rocce Rosse saranno illuminate da un impianto led che renderà ancora più suggestivo uno dei simboli naturalistici dell'Ogliastra e di tutta la Sardegna
By Redazione
5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi marinari da visitare in inverno
4 borghi marinari da visitare in inverno
La suggestione intimista di 4 borghi di mare in inverno, quando rivelano la loro anima senza i fronzoli del chiacchiericcio estivo. Mentre le onde si infrangono sulla riva, la poesia regna fra i vicoli dei borghi, ricchi di seduzione e di storia
By Luciana Francesca Rebonato

Piú letti del mese

I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
By Antonella Andretta
Ricetta: Il Bagnun di acciughe
Ricetta: Il Bagnun di acciughe
Il Bagnun di acciughe è una succulenta ricetta dal sapore tradizionale di Sestri Levante.
By Redazione
Ricetta: il Chichì Ripieno
Ricetta: il Chichì Ripieno
È una focaccia rustica molto gustosa e saporita adatta per tutti gli spuntini.
By Redazione
Ricetta: la Seupetta di Cogne
Ricetta: la Seupetta di Cogne
La Seupetta di Cogne è un piatto tipico dell’antica tradizione valdostana.
By Redazione
Finlandia, borghi sospesi tra le acque
Finlandia, borghi sospesi tra le acque
La Finlandia è un paesaggio composto per il 10% da laghi, un luogo in cui si possono compiere esperienze autentiche nella natura e scoprire borghi tipici disseminati in ambiente singolare.
By Nicoletta Toffano
San Candido, destinazione per tutte le stagioni
San Candido, destinazione per tutte le stagioni
Un borgo trentino di origine antiche che ancora oggi sa coniugare tra le sue vie il sapore della tradizione sudtirolese con la calda accoglienza italiana.
By Simona PK Daviddi
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di