Lo scricchiolio delle foglie secche sotto i nostri piedi, i colori caldi e avvolgenti, il profumo della terra e le temperature: perfette per camminare. Viva le passeggiate nel foliage autunnale!
 
CERCA PER ZONA

Foliage, che passione. La foresta umbra, a pochi km da Vieste e Vico del Gragano.

Foliage, che passione. La foresta umbra, a pochi km da Vieste e Vico del Gragano.

Una delle cose migliori della stagione autunnale sono i colori dei quali si tinge la natura circostante: ocra, rossi vivi e moltissime sfumature di arancio, che abbracciano i sempreverdi, facendoli svettare nel paesaggio circostante. Oggi abbiamo pensato di condividere con voi un luogo magico, perfetto per godersi appieno il fenomeno del “foliage”, l’effetto delle foglie arrossate dai primi freddi.

Ci troviamo nella cosiddetta Foresta umbra sul promontorio del Gargano, compresa all’interno del Parco Nazionale del Gargano. Un territorio di rara bellezza, a pochi chilometri dai borghi di Vieste, Vico del Gargano e Monte Sant’Angelo.

Il nostro percorso tra i colori autunnali comincia qui, in questa foresta, che rappresenta il ceppo residuo dell’antico “Nemus Garganicum”, che ricopriva l’intero promontorio, ed è una delle più estese formazioni di latifliglie in Italia, una delle più grandi in Europa. Con una superficie di circa 10.500 ettari, la Foresta Umbra occupa la parte nord orientale del Gargano ad un’altitudine che, dagli 832 metri sul livello del mare di Monte Iacotenente, scende fino ai 165 metri sul livello del mare nella zona di Caritate.

Questo esteso tappeto naturale vanta una grande varietà di alberi, come  faggi, cerri, querce, aceri e lecci. Tra questi, una speciale menzione va ad un antico leccio di Vico del Gargano, alto 50 metri con una circonferenza di 5. Si erge davanti a un convento francescano e sembra che a piantarlo sia stato fra’ Nicola da Vico, morto nel 1719.

Le faggete vetuste della Foresta Umbra rappresentano per noi un motivo di orgoglio ancora più grande: Da quest'anno sono infatti diventate Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO!

Notizie correlate

Circeo, nel mito di Ulisse
Circeo, nel mito di Ulisse
Alla scoperta del parco nazionale del Lazio, tra natura incontaminata, scenari leggendari e sapori inconfondibili
By Cinzia Meoni
Arbatax diventa uno spettacolo 'a luci rosse'
Arbatax diventa uno spettacolo 'a luci rosse'
Dalla prossima estate le famose Rocce Rosse saranno illuminate da un impianto led che renderà ancora più suggestivo uno dei simboli naturalistici dell'Ogliastra e di tutta la Sardegna
By Redazione
5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
5 tra i borghi più belli e caratteristici incastonati nella roccia
Un viaggio alla scoperta di cinque località incantevoli arroccate nell’austerità della roccia del Belpaese
By Pier Volpato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi marinari da visitare in inverno
4 borghi marinari da visitare in inverno
La suggestione intimista di 4 borghi di mare in inverno, quando rivelano la loro anima senza i fronzoli del chiacchiericcio estivo. Mentre le onde si infrangono sulla riva, la poesia regna fra i vicoli dei borghi, ricchi di seduzione e di storia
By Luciana Francesca Rebonato
5 Borghi pugliesi magici in inverno
5 Borghi pugliesi magici in inverno
5 Borghi pugliesi da scoprire in inverno, forzieri di tradizioni, arte e folclore. La Puglia più autentica e più suggestiva, per emozioni che durano nel tempo.
By Luciana Francesca Rebonato

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di