La più grande risorsa online su turismo lento e borghi
Accedi alla community

Su fiumi, laghi e sorgenti: i borghi sull'acqua più belli d'Italia


Lunedì 25 gennaio 2021

Lo scorrere dell'acqua, con la sua musicalità e il suo impatto scenografico, rende questi borghi dei suggestivi luoghi bucolici dove regna la quiete e l'autenticità.

Condividi
Su fiumi, laghi e sorgenti: i borghi sull'acqua più belli d'Italia

Spesso quando si parla di borghi sull'acqua la mente corre subito a quei comuni affacciati sul mare. Eppure nell'entroterra si celano veri e propri gioielli, alcuni dei quali poco noti e fuori dalle più frequentate rotte turistiche, nati ai margini di torrenti, fiumi, laghi o sorgenti. Lo scorrere dell'acqua, con la sua musicalità e il suo impatto scenografico, rende questi borghi dei suggestivi luoghi bucolici dove regna la quiete e l'autenticità.

Da Rasiglia a Peschiera del Garda
Tra i borghi sull'acqua più belli e iconici d'Italia non si può non citare Rasiglia in Umbria, soprannominato non a caso "il borgo dei ruscelli". Questo paese sito tra Colfiorito e Foligno è letteralmente attraversato dalle acque del fiume Menotre e da quelle della sorgente di Capovena: chi passeggia tra le sue antiche case in pietra e i suoi pittoreschi mulini si ritrova tra ruscelletti, canali, cascatelle e ponticelli che rendono questo borghetto una vera cartolina.
Lo stesso effetto scatena Dolceacqua, piccolo borgo ligure sito nel cuore della Val Nervia che ha incantato persino Monet, con i suoi portali in pietra nera e i suoi caratteristici carugi. L'artista impressionista ha raffigurato in molti suoi quadri, esposti nel "Musée Marmottan Monet" di Parigi, soprattutto l'antico ponte a schiena d'asino (definito da Renoir "gioiello di leggerezza") che solca il fiume Nervia con sullo sfondo il sovrastante Castello Doria.

Rasiglia
Rasiglia

È invece chiamato il "villaggio dei mulini" Borghetto sul Mincio, la graziosa frazione di Valeggio sul Mincio di origine longobarda nata proprio sulle sponde del fiume Mincio. Il borgo è caratterizzato da uno stile medievale e dalla presenza di mulini, con sullo sfondo il Ponte Visconteo voluto alla fine del '300 da Gian Galeazzo Visconti: questa costruzione era parte integrante di un grandioso sistema difensivo assieme alle fortificazioni del Serraglio e al Castello Scaligero.
Restando in Veneto, tra i più bei borghi sull'acqua non si può dimenticare Peschiera del Garda, il cui centro storico sorge letteralmente su isolotti collegati tra loro da tanti ponticelli quali il Ponte Pedonale. Splendide sono le sue fortificazioni veneziane dichiarate Patrimonio dell'UNESCO ma anche la Fortezza cinta da bastioni e porte, in primis la Porta Brescia con un camminamento di ronda che regala una vista panoramica su tutta Peschiera del Garda.

Borghetto sul Mincio
Borghetto sul Mincio

Da Bagno Vignoni all'Isola di Loreto
Alcuni dei borghi sull'acqua più incantevoli d'Italia sorgono in Toscana e tra questi c'è Bagno Vignoni, sito proprio sulla Via Francigena e frequentato da personalità illustri del passato come Caterina da Siena e Lorenzo de'Medici. Il borgo è una vera perla della Val d'Orcia e ha la sua caratteristica principale in Piazza delle Sorgenti dove sorge una grande vasca rettangolare dove confluiscono le calde acque termali di una sorgente sotterranea: tutto intorno svettano antichi edifici in pietra di stampo rinascimentale, con anche un pittoresco loggiato.
Spostandosi nella provincia di Arezzo si incontra Loro Ciuffenna: questo grazioso borgo sull'acqua è tagliato letteralmente in due dal fiume Ciuffenna, sulle cui sponde sorge uno dei più antichi mulini ad acqua di tutta la Toscana, risalente presumibilmente al 1100 e ancora oggi funzionante. Incantevole è anche il ponte romanico, un tempo parte del circuito de "I Sette Ponti" e la Pieve di San Pietro risalente al XII secolo.

Bagno Vignoni
Bagno Vignoni - Foto di Courtesy of©Dainela/iStock da turismo.it

Santa Fiora si trova invece nel grossetano, ai piedi del Monte Amiata ed è noto anche come il "Paese sull'Acqua". Questo piccolo paese, che ospita l'interessante Museo delle Miniere di Mercurio del Monte Amiata all'interno del Palazzo Cesarini Sforza, ha il suo punto forte nella Peschiera di Santa Fiora: quello che un tempo era una vasca utilizzata per allevare trote, è oggi il fulcro di un bellissimo parco dove defluiscono le acque di una fresca sorgente. Da non perdere anche la collezione di terracotte robbiane conservate nella splendida Pieve delle Sante Flora e Lucilla risalente al XIII secolo.
Nonostante non possa di fatto essere considerato un vero e proprio borgo, non si può non ricordare la bellezza onirica di Isola di Loreto, parte del comune di Monte Isola. Si tratta di un isolotto sito nel mezzo del Lago d'Iseo, non visitabile se non da lontano in barca essendo proprietà privata. Ebbene su questo eremo sorge un castello degno della più romantica delle fiabe, eretto nei primi anni del '900 dal cavaliere Richieri. Sulle acque del lago si riflettono le torrette, le mura di cinta con tanto di merlatura e i boschetti di larici e conifere che cingono il castello, regalando una vista davvero spettacolare.

Santa Fiora
Santa Fiora

Condividi

Dormire, mangiare, comprare...

cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2021 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360