La più grande risorsa online su turismo lento e borghi
Accedi alla community

Giardini d’Italia, viaggi nel verde e a ritmo slow


Mercoledì 25 novembre 2020

Un’eccellenza quantitativa e qualitativa di biodiversità, quella che ammanta i borghi e le città d’Italia

Condividi
Giardini d’Italia, viaggi nel verde e a ritmo slow

Il mare e le Alpi. Tra di loro, un patrimonio floreale che si aggira sulle seicentomila specie. Un’eccellenza quantitativa e qualitativa di biodiversità, quella che ammanta i borghi e le città d’Italia, dovuta a numerose variabili: la natura del suolo, per esempio, oppure i venti e le precipitazioni, o ancora “l’aggancio” al continente e un mare piuttosto calmo come il Mediterraneo. E dove arriva la natura si precipita l’uomo, in questo caso salvaguardandola ed “enfatizzandola” in giardini e orti botanici che rappresentano opportunità di scoperta all’aria aperta e a ritmo slow, sovente anche in cornici illustri con un passato storico e artistico di grande valore.
E’ il caso dei “Giardini all’italiana”, nati nella Penisola attorno al XVI secolo - basati sulle forme geometriche e sulla perfetta simmetria -, la perfetta evoluzione del giardino rinascimentale che assurge la concezione del “bello” come categoria autonoma e non più come ornamento alla forma. E’ con Donato Bramante - fra i massimi esponenti del Rinascimento – che il giardino assume una dimensione autonoma e diventa una cornice nella quale si ricevono gli amici e si stupiscono gli ospiti con la dovizia dei particolari.
Oggigiorno il Belpaese è ricchissimo di scenografie green e preziose da visitare, per passeggiare su tappeti verdi srotolati al sole dalla storia e inebriarsi di fragranze in un trionfo di fiori, piante, profumi e colori. Ogni regione italiana vanta i suoi masterpiece, dai giardini delle Isole Borromee e di Villa Taranto sul Lago Maggiore a quelli delle Residenze Sabaude (Piemonte), dal Giardino di Villa Durazzo Pallavicini di Genova ai Giardini Botanici Hanbury a Ventimiglia (Liguria), fra i più celebri del Belpaese.

Giardino Botanico a Trastevere
Giardino Botanico - foto di ValerioMei/shutterstock

Il Lago di Garda è la cornice del superbo giardino che circonda il Vittoriale degli Italiani - la dimora di Gabriele d’Annunzio -, la Lombardia è costellata da ville con giardini storici e altrettanto “fiorite” sono la Toscana e il Veneto, ricche di borghi e di dimore storiche. Alcuni esempi?  Villa Carlotta e Villa Varenna (la prima in provincia di Como, la seconda nel distretto di Lecco, entrambe in Lombardia), Parco Giardino Sigurtà – cinquanta ettari di superficie, uno dei complessi paesaggistici più vasti d’Italia – e il cinquecentesco Giardino Giusti a Verona (Veneto) mentre in Toscana tutto da conoscere è il giardino che circonda la Villa Medicea di Castello, sede dell’Accademia della Crusca!

Villa Carlotta
Villa Carlotta - foto di AerialVision_it/shutterstock

Villa Medicea di Castello
Villa Medicea di Castello - foto di Takashi Images/shutterstock

Nel Lazio spiccano i Giardini di Ninfa (Latina) e Villa Lante a Bagnaia (in provincia di Viterbo), una delle più ingegnose creazioni “verdi” del Cinquecento italiano, realizzata da Jacopo Barozzi da Vignola, conosciuto come il Vignola, fra i maggiori esponenti del manierismo italiano. In Campania Villa San Michele  - all’isola di Capri - stupisce con le fioriture che si alternano nel corso dell’anno mentre in Sicilia sono spettacolari l’Orto Botanico di Palermo e il Giardino della Kolymbethra, nella Valle dei Templi (Agrigento), il trionfo della mediterraneità italiana. Infine, una curiosità: ogni anno da aprile a maggio e a Firenze è possibile visitare il Giardino dell’Iris - interamente dedicato a questo fiore – nel suo splendore della fioritura. Il giardino, inaugurato nel lontano 1954 allo scopo di ospitare il “Concorso nazionale dell’iris”, ne ospita circa tremila varietà ed è aperto tutto l’anno. A questo fiore si deve, inoltre, l’emblema di Firenze: lo stemma della città, infatti, rappresenta l’iris florentina. 

Villa Lante
Villa Lante a Bagnaia - Foto di ValerioMei/shutterstock

Orto Botanico di Palermo
Orto Botanico di Palermo - foto di nikolpetr shutterstock

Immagine principale: Parco Giardino Sigurtà - Foto di pio3/shutterstock

Condividi
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2021 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950