Dopo il sisma del 2016, undici comuni hanno aderito a un'iniziativa regionale volta a sviluppare le risorse interne e a mantenere vivo il fascino artistico dei centri storici
 
CERCA PER ZONA

I borghi dell'Abruzzo si mettono in cooperativa per rinascere a nuova vita

Tue, 19 Mar 2019
I borghi dell'Abruzzo si mettono in cooperativa per rinascere a nuova vita

L'unione fa la forza. Lo sanno bene gli abitanti dei borghi dell'Abruzzo che, dopo il sisma dell'estate 2016, si sono rimboccati le maniche per mantenere vivo il fascino artistico e culturale dei paesi colpiti dal terremoto attraverso laboratori di cittadinanza attiva. Si tratta di cooperative volte a rispondere alle esigenze quotidiane dei cittadini. Vere e proprie imprese locali concepite per rendere più agevoli le dinamiche delle piccole comunità: dalla riapertura dell'emporio storico al trasporto scolastico dei bambini, dall'assistenza agli anziani alla spesa a domicilio, passando per la valorizzazione dei prodotti alimentari tipici e lo sviluppo del settore turistico. Grande attenzione, inoltre, è dedicata alla cura del territorio naturalistico e alla gestione sostenibili delle risorse forestali.

Atri

Una rete di borghi cui partecipano undici comuni, dal più piccolo, Santo Stefano Sessanio (113 abitanti) al più grande, Tollo (4.122):

 «Le cooperative di comunità - ha spiegato Massimiliano Monetti, architetto di Chieti e presidente di "Confcooperative Abruzzo" - possono rappresentare una svolta per i nostri piccoli paesi delle aree interne, in primis quelli colpiti dai terremoti, perché uniscono gli abitanti in un progetto comune, competitivo e ad ampio raggio, ma la Regione Abruzzo deve prevedere subito un incentivo economico e modificare alcuni aspetti troppo vincolanti della legge approvata nel 2015».

Scanno

La strada è lunga ma è quella giusta. Anche se l'Abruzzo ha bisogno degli stessi abruzzesi per risorgere e attirare sempre di più i visitatori.

«Serve un incentivo per far nascere queste cooperative - conferma Monetti - Basterebbero per cominciare 10mila euro a cooperativa, 100mila euro in tutto, se teniamo fermo l’obiettivo alle dieci realtà da appoggiare come realtà pioniere. Anche "Confcooperative", del resto, è pronta a fare la sua parte, con fondi e il sostegno per le start up. Intanto abbiamo uno staff tecnico che può supportare queste cooperative, il che rappresenta un aiuto diretto in termini di servizi». 

Insomma, l'Abruzzo, terra famosa per borghi caratteristici come Atri, Castel del Monte, Roccascalegna e Scanno, riparte dal gioco di squadra dei suoi abitanti. E invita i turisti di tutta Italia e da tutto il mondo ad assistere allo spettacolo di una regione meravigliosa.

COMMENTI :

Eventi a Atri

  • I Faugni (li Faégnë)
    08-12-2019 | Atri (TE)
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2019-12-08 2019-12-08 Europe/Rome I Faugni (li Faégnë) Ogni anno, all'alba dell'8 dicembre, ad Atri si ripete l'antichissima tradizione popolare dei faugni (dal latino "fauni ignis", cioè fuoco di Fauno). I contadini accendevano dei fuochi, a fini propiziatori prima del solstizio d'inverno, in onore di Fauno, divinità pagana associata alla fertilità della terra. La sera del 7 dicembre il parroco benedice il falò che servirà all'accensione dei Faugni. Il giro dei faugni termina nella piazza del Duomo, dove i fasci di canne ardenti formano un grande falò. Il corteo è molto festoso, e vede procedere i Faugni (che a volte possono arrivare anche a 100) per le strade della città, diventando dei veri "fiumi" di fuoco. Nei secoli l'originario rito pagano s'è mescolato a quello della festa cattolica per l'Immacolata Concezione di Maria, per cui oggi la processione dei fuochi e il grande falò davanti alla concattedrale sono seguiti dalla celebrazione della messa mattutina in onore della Madonna. Tra le 18 e le 19 c'è la processione con la statua dell'Immacolata, statua vestita della Madonna del 1800, issata su un baldacchino dello stesso periodo (l'altezza della statua può essere di 2m). Nella sera dell'8 dicembre, infine, dopo la processione il tutto si conclude con l'accensione di due pupe, fantocci dalle fattezze femminili che vengono animati da due persone che si nascondono nell'interno cavo dei fantocci. Le pupe danzano al suono della musica della banda e si accendono di fuochi pirotecnici. Dopo questo spettacolo pirotecnico, da terra, lanciati da particolari macchinari in legno che rischiarano il cielo notturno e danno appuntamento all'anno prossimo. Dal 2006, alla festa dei Faugni si è correlata una notte bianca, con l'apertura notturna di tutti i bar, locali, pub e anche musei e alcune chiese. Atri

    Ogni anno, all'alba dell'8 dicembre, ad Atri si ripete l'antichissima tradizione popolare dei faugni (dal latino "fauni ignis", cioè fuoco di Fauno). I contadini accendevano dei fuochi, a fini propiziatori...

    Borgo di Atri

  • Processione del Cristo Morto
    10-04-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-10 2020-04-10 Europe/Rome Processione del Cristo Morto Atri

    Borgo di Atri

  • Madonna di Pompei
    13-04-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-13 2020-04-13 Europe/Rome Madonna di Pompei Viene festeggiata fin dal 1899 nella contrada suburbana della Cona. La processione avviene la mattina, dopo la messa di mezzogiorno (unica processione che ad Atri ancora si svolge prima del Vespro). Atri

    Viene festeggiata fin dal 1899 nella contrada suburbana della Cona. La processione avviene la mattina, dopo la messa di mezzogiorno (unica processione che ad Atri ancora si svolge prima del Vespro).

    Borgo di Atri

  • Santa Reparata
    19-04-2020 | Atri (TE)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-19 2020-04-19 Europe/Rome Santa Reparata Atri

    Borgo di Atri

  • Santa Reparata di Cesarea di Palestina
    20-04-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-20 2020-04-20 Europe/Rome Santa Reparata di Cesarea di Palestina I festeggiamenti, una volta molto più grandi, onorano la patrona santa Reparata. Atri

    I festeggiamenti, una volta molto più grandi, onorano la patrona santa Reparata.

    Borgo di Atri

  • Santa Croce
    Dal 01-05-2020 Al 03-05-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-01 2020-05-03 Europe/Rome Santa Croce I festeggiamenti si svolgono nella contrada Santa Croce (o Crocifisso, che si trova lungo la direttrice per il mare, a lato della strada provinciale 28 per Pineto), dove si trova la chiesa del Crocifisso, fatta ristrutturare negli anni cinquanta da un emigrato atriano tornato in patria. L'emigrato, partito da Atri per la guerra negli anni quaranta e poi trasferitosi negli Stati Uniti, fece voto al Crocifisso di ristrutturare la chiesa in suo onore all'epoca abbandonata se gli avrebbe portato fortuna nel viaggio. L'emigrato in America fece fortuna e tornato in Abruzzo ristrutturò la chiesa di S.Croce (che oggi si presenta nell'aspetto conferitogli intorno al 1950) e vi mise anche una piccola reliquia della Croce. Atri

    I festeggiamenti si svolgono nella contrada Santa Croce (o Crocifisso, che si trova lungo la direttrice per il mare, a lato della strada provinciale 28 per Pineto), dove si trova la chiesa del Crocifisso,...

    Borgo di Atri

  • Santa Rita da Cascia
    Dal 19-05-2020 Al 22-05-2020 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-19 2020-05-22 Europe/Rome Santa Rita da Cascia È una festa molto sentita dalla popolazione, anche perché la santa avrebbe fatto molto miracoli agli atriani affetti da malattie molto gravi. Atri

    È una festa molto sentita dalla popolazione, anche perché la santa avrebbe fatto molto miracoli agli atriani affetti da malattie molto gravi.

    Borgo di Atri


Notizie correlate

e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
La nostra rivista digitale lancia una rubrica dedicata alle opere di grandi artisti che, con il loro talento creativo, ci raccontano il mondo dei borghi e dei paesaggi
By Redazione
Manufactory Project: a Comacchio torna il festival della street art
Manufactory Project: a Comacchio torna il festival della street art
Dal 14 al 16 giugno con Man O ‘Matic, Sfhir, Solo, Diamond, Kikiskipi, Luca Ledda, Luogo Comune, Giulio Vesprini, Riccardo Buonafede e tanti altri. Tutti insieme per valorizzare l'arte urbana del borgo romagnolo
By Redazione
Le Associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi Autentici sposano il progetto 'e-borghi'
Le Associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi Autentici sposano il progetto 'e-borghi'
Il nostro circuito, dedicato alla valorizzazione dei borghi e del turismo slow, ha ottenuto il prestigioso patrocinio dell'organizzazione del Touring Club Italiano e dell'associazione che riunisce i piccoli e medi comuni del Belpaese
By Redazione
 E-borghi travel n° 4:  un 'mare' di meraviglie
E-borghi travel n° 4: un 'mare' di meraviglie
La nostra rivista digitale di questo mese è dedicata ai borghi marinari, in un viaggio sensoriale tra le isole più belle della Sardegna, navigando verso il litorale toscano e laziale, fino a toccare le coste del Salento, della Sicilia e avventurandoci oltre le acque italiane, alla scoperta delle mitologiche isole greche
By Redazione
A Montefioralle parte la 'Slow Road'
A Montefioralle parte la 'Slow Road'
Nel Chianti sarà presto attivo un progetto che mira a valorizzare le bellezze paesaggistiche, i profumi e i sapori della campagna toscana attraverso un percorso turistico da fare a piedi, con aree relax, panchine d'autore e visite alle vigne
By Redazione
Corchiano dice no alla plastica
Corchiano dice no alla plastica
Presentato in comune il progetto "Plastic Free", che dal primo giugno vieterà la distribuzione di materiale non biodegradabile in un territorio, quello viterbese, che deve tornare a respirare
By Redazione

Piú letti del mese

Ricetta: I Bocconotti
Ricetta: I Bocconotti
Dolci tipici del Sud Italia, il ripieno dei bocconotti varia in base alla località in cui vengono prodotti
By Redazione
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Ricetta: gli Strascinati di Cascia
Un piatto simile alla carbonara originario dell'Umbria, gli strascinati di Cascia
By Redazione
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Ricetta: le Manfrigole Valtellinesi
Un piatto gustosissimo ideale per cene in compagnia nelle fredde serate invernali
By Redazione
Un giorno con Napoleone
Un giorno con Napoleone
La manifestazione culturale "Un giorno con Napoleone" è organizzata dall’Associazione Amici del Luogo della Firma del Trattato di Campoformio col sostegno del Comune di Campoformido e con l’aiuto di molti altri enti e associazioni del territorio, ma anche internazionali.
By Francesca Meneghin
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di