Dopo il sisma del 2016, undici comuni hanno aderito a un'iniziativa regionale volta a sviluppare le risorse interne e a mantenere vivo il fascino artistico dei centri storici
 
CERCA PER ZONA

I borghi dell'Abruzzo si mettono in cooperativa per rinascere a nuova vita

Tue, 19 Mar 2019
I borghi dell'Abruzzo si mettono in cooperativa per rinascere a nuova vita

L'unione fa la forza. Lo sanno bene gli abitanti dei borghi dell'Abruzzo che, dopo il sisma dell'estate 2016, si sono rimboccati le maniche per mantenere vivo il fascino artistico e culturale dei paesi colpiti dal terremoto attraverso laboratori di cittadinanza attiva. Si tratta di cooperative volte a rispondere alle esigenze quotidiane dei cittadini. Vere e proprie imprese locali concepite per rendere più agevoli le dinamiche delle piccole comunità: dalla riapertura dell'emporio storico al trasporto scolastico dei bambini, dall'assistenza agli anziani alla spesa a domicilio, passando per la valorizzazione dei prodotti alimentari tipici e lo sviluppo del settore turistico. Grande attenzione, inoltre, è dedicata alla cura del territorio naturalistico e alla gestione sostenibili delle risorse forestali.

Atri

Una rete di borghi cui partecipano undici comuni, dal più piccolo, Santo Stefano Sessanio (113 abitanti) al più grande, Tollo (4.122):

 «Le cooperative di comunità - ha spiegato Massimiliano Monetti, architetto di Chieti e presidente di "Confcooperative Abruzzo" - possono rappresentare una svolta per i nostri piccoli paesi delle aree interne, in primis quelli colpiti dai terremoti, perché uniscono gli abitanti in un progetto comune, competitivo e ad ampio raggio, ma la Regione Abruzzo deve prevedere subito un incentivo economico e modificare alcuni aspetti troppo vincolanti della legge approvata nel 2015».

Scanno

La strada è lunga ma è quella giusta. Anche se l'Abruzzo ha bisogno degli stessi abruzzesi per risorgere e attirare sempre di più i visitatori.

«Serve un incentivo per far nascere queste cooperative - conferma Monetti - Basterebbero per cominciare 10mila euro a cooperativa, 100mila euro in tutto, se teniamo fermo l’obiettivo alle dieci realtà da appoggiare come realtà pioniere. Anche "Confcooperative", del resto, è pronta a fare la sua parte, con fondi e il sostegno per le start up. Intanto abbiamo uno staff tecnico che può supportare queste cooperative, il che rappresenta un aiuto diretto in termini di servizi». 

Insomma, l'Abruzzo, terra famosa per borghi caratteristici come Atri, Castel del Monte, Roccascalegna e Scanno, riparte dal gioco di squadra dei suoi abitanti. E invita i turisti di tutta Italia e da tutto il mondo ad assistere allo spettacolo di una regione meravigliosa.

Eventi a Atri

  • Sant'Antonio da Padova
    13-06-2019 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-06-13 2019-06-13 Europe/Rome Sant'Antonio da Padova Atri

    Borgo di Atri

  • Madonna delle Grazie
    02-07-2019 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-07-02 2019-07-02 Europe/Rome Madonna delle Grazie Atri

    Borgo di Atri

  • Festa dell'Assunta e apertura della Porta Santa del Duomo
    Dal 14-08-2019 Al 15-08-2019 | Atri (TE)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-08-14 2019-08-15 Europe/Rome Festa dell'Assunta e apertura della Porta Santa del Duomo Atri

    Borgo di Atri

  • Maggiolata
    15-08-2019 | Atri (TE)
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2019-08-15 2019-08-15 Europe/Rome Maggiolata Sfilata dei carri trainati da buoi. Atri

    Sfilata dei carri trainati da buoi.

    Borgo di Atri

  • Atri a Tavola
    Dal 01-07-2019 Al 31-08-2019 | Atri (TE)
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2019-07-01 2019-08-31 Europe/Rome Atri a Tavola Rappresenta la maggiore manifestazione gastronomica dell'Abruzzo. Atri

    Rappresenta la maggiore manifestazione gastronomica dell'Abruzzo.

    Borgo di Atri

  • Festa dell'Uva e Madonna del SS. Rosario
    05-10-2019 | Atri (TE)
    Sagre

    Aggiungi al tuo calendario 2019-10-05 2019-10-05 Europe/Rome Festa dell'Uva e Madonna del SS. Rosario Primo weekend di Ottobre Atri

    Primo weekend di Ottobre

    Borgo di Atri

  • I Faugni (li Faégnë)
    08-12-2019 | Atri (TE)
    Festival

    Aggiungi al tuo calendario 2019-12-08 2019-12-08 Europe/Rome I Faugni (li Faégnë) Ogni anno, all'alba dell'8 dicembre, ad Atri si ripete l'antichissima tradizione popolare dei faugni (dal latino "fauni ignis", cioè fuoco di Fauno). I contadini accendevano dei fuochi, a fini propiziatori prima del solstizio d'inverno, in onore di Fauno, divinità pagana associata alla fertilità della terra. La sera del 7 dicembre il parroco benedice il falò che servirà all'accensione dei Faugni. Il giro dei faugni termina nella piazza del Duomo, dove i fasci di canne ardenti formano un grande falò. Il corteo è molto festoso, e vede procedere i Faugni (che a volte possono arrivare anche a 100) per le strade della città, diventando dei veri "fiumi" di fuoco. Nei secoli l'originario rito pagano s'è mescolato a quello della festa cattolica per l'Immacolata Concezione di Maria, per cui oggi la processione dei fuochi e il grande falò davanti alla concattedrale sono seguiti dalla celebrazione della messa mattutina in onore della Madonna. Tra le 18 e le 19 c'è la processione con la statua dell'Immacolata, statua vestita della Madonna del 1800, issata su un baldacchino dello stesso periodo (l'altezza della statua può essere di 2m). Nella sera dell'8 dicembre, infine, dopo la processione il tutto si conclude con l'accensione di due pupe, fantocci dalle fattezze femminili che vengono animati da due persone che si nascondono nell'interno cavo dei fantocci. Le pupe danzano al suono della musica della banda e si accendono di fuochi pirotecnici. Dopo questo spettacolo pirotecnico, da terra, lanciati da particolari macchinari in legno che rischiarano il cielo notturno e danno appuntamento all'anno prossimo. Dal 2006, alla festa dei Faugni si è correlata una notte bianca, con l'apertura notturna di tutti i bar, locali, pub e anche musei e alcune chiese. Atri

    Ogni anno, all'alba dell'8 dicembre, ad Atri si ripete l'antichissima tradizione popolare dei faugni (dal latino "fauni ignis", cioè fuoco di Fauno). I contadini accendevano dei fuochi, a fini propiziatori...

    Borgo di Atri


Notizie correlate

Le Associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi Autentici sposano il progetto 'e-borghi'
Le Associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi Autentici sposano il progetto 'e-borghi'
Il nostro circuito, dedicato alla valorizzazione dei borghi e del turismo slow, ha ottenuto il prestigioso patrocinio dell'organizzazione del Touring Club Italiano e dell'associazione che riunisce i piccoli e medi comuni del Belpaese
By Redazione
 E-borghi travel n° 4:  un 'mare' di meraviglie
E-borghi travel n° 4: un 'mare' di meraviglie
La nostra rivista digitale di questo mese è dedicata ai borghi marinari, in un viaggio sensoriale tra le isole più belle della Sardegna, navigando verso il litorale toscano e laziale, fino a toccare le coste del Salento, della Sicilia e avventurandoci oltre le acque italiane, alla scoperta delle mitologiche isole greche
By Redazione
A Montefioralle parte la 'Slow Road'
A Montefioralle parte la 'Slow Road'
Nel Chianti sarà presto attivo un progetto che mira a valorizzare le bellezze paesaggistiche, i profumi e i sapori della campagna toscana attraverso un percorso turistico da fare a piedi, con aree relax, panchine d'autore e visite alle vigne
By Redazione
Corchiano dice no alla plastica
Corchiano dice no alla plastica
Presentato in comune il progetto "Plastic Free", che dal primo giugno vieterà la distribuzione di materiale non biodegradabile in un territorio, quello viterbese, che deve tornare a respirare
By Redazione
Angera lancia il dialetto... digitale!
Angera lancia il dialetto... digitale!
Il borgo che sorge sulla sponda lombarda del Lago Maggiore rilancia il patrimonio linguistico locale attraverso una iniziativa molto innovativa presso la Biblioteca Civica
By Redazione
La Rocca Sanvitale di Fontanellato diventa family friendly
La Rocca Sanvitale di Fontanellato diventa family friendly
All'interno del castello arrivano fasciatoio e scalda biberon per bambini, due servizi in più per rendere ottimale l'accoglienza delle famiglie con bimbi piccoli
By Redazione

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di