Tutti gli ospiti di eccezione del classico Capodanno di Raiuno, quest'anno in diretta da Maratea.
 
CERCA PER ZONA

Raiuno sceglie un borgo per la diretta del Capodanno 2018

Sat, 23 Dec 2017
Raiuno sceglie un borgo per la diretta del Capodanno 2018

Come tutti gli anni anche Raiuno avrà il suo classico show di Capodanno e non mancheranno i super ospiti, i cantanti, le starlette e tutto quel che ci si aspetterebbe dal grande spettacolo di fine anno targato Rai.

Anche quest'anno alla guida de 'L'anno che verrà' ci sarà un fortunatissimo Amadeus, reduce da un 2017 d'oro, con i suoi 5 milioni e mezzo di spettatori a serata per 'I soliti ignoti', il prime time di Raiuno che quest'anno ha avuto la meglio sulla concorrenza di 'Striscia la notizia'.

Dalle 21 all'1 di notte il Capodanno 2018 di Raiuno vedrà sul palco tantissimi ospiti e artisti della musica italiana, nella splendida cornice del borgo di Maratea. In questi giorni sono state rivelati i primi nomi delle star del panorama nostrano che parteciperanno al programma. Tra gli altri infatti ci saranno Albano e Romina Power, Marco Carta e Valerio Scanu.

Ma al di là dei nomi, di chi lo presenterà e di come verrà riempito anche quest'anno quel grande contenitore che è lo show di Capodanno di Raiuno, la trasmissione di fine anno del primo canale della televisione di stato italiana è sinonimo di tradizione e di cultura italiana (se di cultura vogliamo parlare); di capodanno in famiglia, del brusio televisivo lasciato in sottofondo ai suoni della tavola imbandita a festa per il cenone. La nonna ad un certo punto dirà: 'alza che voglio sentire Albano!' e subito dopo 'però com'è bella la romina pauer!', per poi riabbassarlo nel momento in cui la mamma riemerge dalla cucina con un bollito, un arrosto, il baccalà o il capitone (con insalata di rinforzo), a seconda del punto dello stivale dal quale state leggendo.

E quando giunti agli ultimi istanti prima dello scoccare della mezzanotte, si tirava fuori la bottiglia per il brindisi e si alzava di nuovo il volume per sincronizzare il countdown del programma con quello di casa nostra e con quello degli altri milioni di case italiane, pronte a tuffarsi con il cuore e i sentimenti nell'anno appena iniziato.

Quest'anno, se ogni tanto vi verrà da alzare lo sguardo verso il televisore, potrete godere sicuramente di alcune riprese del magnifico borgo di Maratea.

Foto da basilicataturistica.it

COMMENTI :

Eventi a Maratea

  • San Biagio
    03-05-2020 | Maratea (PZ)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-03 2020-05-03 Europe/Rome San Biagio Maratea

    Borgo di Maratea

  • Traslazione delle reliquie di San Biagio
    Dal 02-05-2020 Al 10-05-2020 | Maratea (PZ)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-02 2020-05-10 Europe/Rome Traslazione delle reliquie di San Biagio Dura dal primo sabato di Maggio alla seconda domenica del mese. Viene celebrato l'arrivo delle reliquie del santo a Maratea, avvenuta, secondo alcuni, nel mese di maggio del 732. Nel 1695 venne istituito, con il consenso del vescovo della diocesi di Cassano allo Ionio, il protocollo della manifestazione. Il primo sabato del mese si tiene la prima processione della statua argentea del santo, detta San Biagio va per la terra, che si svolge per le strade del Castello. Dopo alcuni giorni di preghiera, il secondo giovedì del mese si svolge la seconda processione, detta San Biagio scende dal Castello, in cui la statua viene trasportata, attraverso un antico sentiero, dal Castello al Borgo. Questa è una processione davvero particolare, in quanto il simulacro del santo viene coperto da un panno rosso fino all'arrivo alla località detta Capo Casale: ciò avviene poiché l'atto del passaggio della statua tra le due parrocchie di Maratea è qualcosa di strettamente privato, come stabilito nel 1781 dopo una lite tra i due parroci, infatti il prete che porta la statua non indossa né cotta né stola. A Capo Casale la statua viene spogliata e consegnata alla responsabilità del sindaco, che qui consegna al santo le chiavi della città, rendendolo simbolicamente la massima autorità di Maratea. Subito dopo la statua viene trasportata nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Il secondo sabato di maggio si tiene la terza processione, in cui il busto argenteo di San Biagio attraversa in pompa magna le strade del Borgo. Arrivati alla domenica che segue, si tiene l'ultima processione, detta San Biagio torna al Castello, in cui la statua, nuovamente coperta dal manto rosso, ripercorre all'indietro l'antico sentiero per ritornare alla Basilica al Castello, sua sede abituale. In seguito alla ricollocazione della statua nella Basilica, avviene saltuariamente il fenomeno della Manna, certificato già in una bolla papale del 1562. Maratea

    Dura dal primo sabato di Maggio alla seconda domenica del mese. Viene celebrato l'arrivo delle reliquie del santo a Maratea, avvenuta, secondo alcuni, nel mese di maggio del 732. Nel 1695 venne istituito,...

    Borgo di Maratea


Notizie correlate

Prestigioso riconoscimento per la Famiglia Tommasi al Great Wine Capitals
Prestigioso riconoscimento per la Famiglia Tommasi al Great Wine Capitals
Great Wine Capitals: Villa Quaranta Tommasi Wine Hotel & SPA è Global Winner al Best of Wine Tourism International Award. Premiata la ricettività della famiglia Tommasi.
By Redazione
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
La nostra rivista digitale lancia una rubrica dedicata alle opere di grandi artisti che, con il loro talento creativo, ci raccontano il mondo dei borghi e dei paesaggi
By Redazione
Manufactory Project: a Comacchio torna il festival della street art
Manufactory Project: a Comacchio torna il festival della street art
Dal 14 al 16 giugno con Man O ‘Matic, Sfhir, Solo, Diamond, Kikiskipi, Luca Ledda, Luogo Comune, Giulio Vesprini, Riccardo Buonafede e tanti altri. Tutti insieme per valorizzare l'arte urbana del borgo romagnolo
By Redazione
Le Associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi Autentici sposano il progetto 'e-borghi'
Le Associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi Autentici sposano il progetto 'e-borghi'
Il nostro circuito, dedicato alla valorizzazione dei borghi e del turismo slow, ha ottenuto il prestigioso patrocinio dell'organizzazione del Touring Club Italiano e dell'associazione che riunisce i piccoli e medi comuni del Belpaese
By Redazione
 E-borghi travel n° 4:  un 'mare' di meraviglie
E-borghi travel n° 4: un 'mare' di meraviglie
La nostra rivista digitale di questo mese è dedicata ai borghi marinari, in un viaggio sensoriale tra le isole più belle della Sardegna, navigando verso il litorale toscano e laziale, fino a toccare le coste del Salento, della Sicilia e avventurandoci oltre le acque italiane, alla scoperta delle mitologiche isole greche
By Redazione

Piú letti del mese

Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Ricetta: i Chneffléné di Gressoney
Piccoli gnocchetti tipici della cucina valdostana che possono essere conditi in modi differenti.
By Redazione
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Ricetta: le Ferratelle abruzzesi
Le Ferratelle o pizzelle abruzzesi sono un dolce simile ai noti “waffles”.
By Redazione
Sauris, passaggio a nord-est
Sauris, passaggio a nord-est
Incorniciato dai suggestivi paesaggi della Carnia, il borgo alpino di Sauris è noto per il suo Lago, il Prosciutto IGP, lo speck e la birra artigianale, la Zahre Beer.
By Redazione E-borghi Travel
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
A Modena va in scena il meglio della musica lirica
E' iniziata la stagione concertistica 2019-20 presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Un'occasione per ascoltare artisti di livello mondiale e visitare gli incantevoli borghi del modenese
By Redazione
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
I borghi del tartufo: il profumo della buona terra
Gioiello delle nostre tavole, il tartufo è uno dei prodotti più buoni e pregiati che ci siano.
By Antonella Andretta
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
AgrieTour e il circuito e-borghi: il volto dell’Italia più vera, all’insegna dell’ospitalità rurale
Il 15 e il 16 novembre AgrieTour sarà in grado di offrire un panorama completo del mercato e della cultura dell'ospitalità rurale.
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di