16 ottobre, giornata mondiale dell’alimentazione. Moltissime le tematiche  trattate per questa edizione 2017, dalle ondate migratorie all’incremento ed ecosostenibilità produttiva.

 
CERCA PER ZONA

Giornata Mondiale dell’alimentazione:  migrazioni e sostenibilità le tematiche 2017
Mon, 16 Oct 2017

Giornata Mondiale dell’alimentazione:  migrazioni e sostenibilità le tematiche 2017

16 ottobre, giornata mondiale dell’alimentazione. Questo importante appuntamento nasce per commemorare la nascita della Fondazione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, la FAO,  nel 1945. L’obiettivo di questa ricorrenza è quello di sensibilizzare e mobilitare l’opinione pubblica a sostegno di chi soffre la fame, e di garantire sicurezza alimentare e diete nutrienti per tutti. Ogni anno la tematica è differente: quest’anno il titolo è il seguente: “Cambiamo il futuro delle migrazioni. Investiamo nella sicurezza alimentare e nello sviluppo rurale.”

L’attenzione è rivolta quindi al fenomeno dei movimenti migratori, dovuti a squilibri politici e ambientali, e alla ricerca sempre più urgente di un’ecosostenibilità e una crescita sostanziale della produzione alimentare.

Considerando il tasso attuale di crescita della popolazione mondiale, si prevede infatti che entro il 2050 la produzione di alimentare dovrà aumentare del 60% per garantire nutrimento ad ognuno. L’agricoltura infatti è tra i settori economici che risente maggiormente dei cambiamenti climatici.

Per quanto riguarda il nostro Paese, verranno messe in atto delle iniziative per contrastare gli sprechi e promuovere uno stile di vita più sano e sostenibile. Una politica fiscale è stata pensata appositamente per i prodotti meno sostenibili a livello ambientale, che potrebbe ridurre del 19% in Italia le emissioni derivanti dai processi di produzione e consumo agro-alimentare, senza pesare sulle tasche dei consumatori. Aiutandoli invece ad orientarsi verso scelte alimentari più salutari. È quanto è emerso dal progetto di ricerca europeo Susdiet - Understanding consumer behaviour to encourage a (more) sustainable food choice - appena concluso, che ha coinvolto studiosi di 9 Paesi e di aree disciplinari diverse.

La dieta mediterranea, basata principalmente sull’agricoltura stagionale e grande varietà di materie prime, rappresenta come sempre un ottimo stile di vita. Giusto bilanciamento dei tre macrogruppi alimentari, carboidrati, vegetali e proteine, diversificazione delle varietà di materie prime e molti prodotti italiani DOP e DOC, IGP e STG.

Notizie correlate

e-borghi travel: la nuova rivista di viaggi digitale e gratuita
Una nuova spettacolare rivista digitale dedicata ai borghi, ai territori e al turismo slow ci accompagnerà attraverso nuove memorabili avventure
By Redazione
Arona, Entracque e Guarene, tre perle piemontesi entrano tra le Bandiere Arancioni
Con questi tre nuovi borghi, il Piemonte raggiunge la seconda posizione tra le regioni più "arancioni" d’Italia.
By Redazione
Borghi digitali con Open Fiber
Rete ultraveloce nei borghi. Una nuova Italia grazie a Open Fiber, che cambia la velocità del Belpaese: le sue reti in fibra ottica, infatti, scorrono come in una strada a cento corsie e fanno viaggiare velocemente le informazioni
By Redazione
Luciana Francesca Rebonato
Petralia Soprana: il borgo dei Borghi autunno 2018
Il celebre concorso Borgo dei Borghi si è concluso con la vittoria di Petralia Soprana, incantevole comune situato all'interno del parco delle Madonie, in Sicilia
By Redazione
Borghi Photo Marathon 2018: le foto e la premiazione al TTG di Rimini
Un'entusiasmante manifestazione e mostra fotografica che non premia soltanto gli autori ma anche, e sopratutto i borghi
By Redazione
La bella Bevagna è 'Città del Cinema'
Il fascino della cittadina umbra
By Marino Pagano
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi