Coopup, l’incubatore di Confcooperative Toscana espone la sua mission: “Realizzare il primo foodhub italiano”

 
CERCA PER ZONA

La Toscana fa un salto in avanti nell’ innovazione tecnologica a servizio del food
Tue, 27 Jun 2017

La Toscana fa un salto in avanti nell’ innovazione tecnologica a servizio del food

Tecnologia e cibo:  un binomio che sembra andare sempre più a braccetto. Soprattutto se a parteciparvi c’è Coopup, l’incubatore di Confcooperative Toscana che stamani a Firenze ha organizzato l’incontro “Cibo e innovazione” dedicato ai food hub digitali per la ricostruzione di sistemi agro-alimentari locali sostenibili.

L’incontro ha visto la presenza di personalità di spicco, come  Alison Blay-Palmer, direttore del Centre for Sustainable Food Systems e professore associato della Wilfrid Laurier University. Insieme a lei anche Raffaella Grana, di Slow Food Toscana, Enzo Rossi, presidente di Fedagri Toscana, Mauro Lombardi, docente di economia dell'innovazione all'Università di Firenze e Fausta Fabbri, dirigente Innovazione della Regione Toscana.

Che cos’è un digitale locale? Un punto di contatto tra la produzione e il consumo di prodotti a basso impatto ambientale, ecosostenibili e, quando possibile, locali.  Una piattaforma commerciale digitale che interviene sui segmenti di mercato BtoC (consumatore finale individuale e collettivo) e BtoB, consumatori intermedi (agriturismi, ristoranti, mense, mercati contadini etc.)

Marco Tortora di CoopUp Firenze  ha affermato: “Nel rispetto della politica di opening innovation, CoopUp ha accolto l'idea innovativa di Food Hub –- un modello di business che sta riscuotendo grande successo e diffusione nel nord europa e in America e che potrebbe rappresentare la soluzione per molte aziende. Il Food Hub è un sistema in grado di portare concreti vantaggi in termini di risparmio ma anche di impatto ambientale e sociale. CoopUp cercherà di sviluppare questa idea perché possa costituirsi in impresa e possa effettivamente entrare nel mercato e creare valore per la comunità e per il territorio.”

Notizie correlate

e-borghi travel: la nuova rivista di viaggi digitale e gratuita
Una nuova spettacolare rivista digitale dedicata ai borghi, ai territori e al turismo slow ci accompagnerà attraverso nuove memorabili avventure
By Redazione
Arona, Entracque e Guarene, tre perle piemontesi entrano tra le Bandiere Arancioni
Con questi tre nuovi borghi, il Piemonte raggiunge la seconda posizione tra le regioni più "arancioni" d’Italia.
By Redazione
Borghi digitali con Open Fiber
Rete ultraveloce nei borghi. Una nuova Italia grazie a Open Fiber, che cambia la velocità del Belpaese: le sue reti in fibra ottica, infatti, scorrono come in una strada a cento corsie e fanno viaggiare velocemente le informazioni
By Redazione
Luciana Francesca Rebonato
Petralia Soprana: il borgo dei Borghi autunno 2018
Il celebre concorso Borgo dei Borghi si è concluso con la vittoria di Petralia Soprana, incantevole comune situato all'interno del parco delle Madonie, in Sicilia
By Redazione
Borghi Photo Marathon 2018: le foto e la premiazione al TTG di Rimini
Un'entusiasmante manifestazione e mostra fotografica che non premia soltanto gli autori ma anche, e sopratutto i borghi
By Redazione
La bella Bevagna è 'Città del Cinema'
Il fascino della cittadina umbra
By Marino Pagano
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi