La risorsa online sul turismo lento e borghi italiani
Accedi alla Community

e-borghi travel 46, Speciale borghi delle invenzioni: Teatro Comunale Pavarotti-Freni di Modena, stagione al via

Opere liriche, concerti, balletti. Ma anche musical e appuntamenti per avvicinare il pubblico più giovane alla musica e al fascino del palcoscenico. È ricchissimo il cartellone messo a punto quest’anno dal Teatro Comunale Pavarotti-Freni di Modena, teatro intitolato dal 2007 al grande maestro e due anni fa alla famosa soprano. Un gioiello artistico che fin dalla sua inaugurazione nel 1841 è stato considerato un punto di riferimento imprescindibile per l’opera lirica. Ma anche un teatro che negli anni ha saputo trasformarsi, diventando uno spazio di confronto fra idee e linguaggi diversi. Di qui un cartellone trasversale particolarmente nutrito che, come di consueto, alternerà opere della tradizione a titoli meno rappresentati della musica antica, balletti di danza a coreografie contemporanee, concerti di musica classica a musical di grido. E lo stesso per gli interpreti: nomi affermati e conosciuti dal grande pubblico si avvicenderanno ad astri nascenti della scena internazionale.

Lirica, classico e non solo

Nove in tutto i titoli che scandiranno la stagione lirica del Teatro Comunale di Modena. L’inaugurazione sarà affidata a un classico della tradizione poco rappresentato: il Fedora di Umberto Giordano, che torna a calcare le scene del teatro modenese dopo trent’anni d’assenza. L’opera, una storia d’amore con risvolti noir, fu interpretata per la prima volta a Milano nel 1898 da Enrico Caruso e oggi viene rivisitata con un allestimento realizzato in coproduzione con Piacenza, curato da Pier Luigi Pizzi. Ma sarà solo l’inizio. La programmazione vedrà anche tre capolavori verdiani come Don Carlo, Il Trovatore e Otello, e grandi classici come Turandot di Puccini, Anna Bolena di Donizetti, quest’ultima in coproduzione con i teatri di Piacenza e Reggio Emilia, e l’Orlando Furioso di Vivaldi. Nella cornice del Comunale troveranno inoltre spazio opere d’attualità come Voci di Hebron, dramma sul conflitto israelo-palestinese firmato da Cristian Carrara, e una prima assoluta come I salvatori della mezzanotte, scritta da Bruno Tognolini con la musica di Daniele Furlati.

A tutto musical

Ma non c’è solo il belcanto a illuminare la stagione del Teatro Comunale Pavarotti-Freni. Grande protagonista sarà anche il musical con tre titoli di produzione italiana, fra i quali due spettacoli originali. Il cartellone si aprirà il 21 gennaio prossimo con Sister Act, frizzante musical americano tratto dal film con Whoopy Goldberg nell’indimenticabile ruolo di Deloris. La produzione allestita per la scena modenese è quella firmata da Stage Entertainment Matteo Forte & Dan Hinde per la regia di Chiara Noschese. Una versione irresistibile che è stata lo spettacolo teatrale campione d’incassi in Italia nel 2022 e nel 2023. A fine marzo la compagnia dell’Ora presenterà invece La leggenda di Belle e la Bestia, un’opera inedita con testi di Luca Cattaneo e musiche di Enrico Galimberdi. Mentre ad aprile sarà possibile assistere a Vlad Dracula, un musical dalle atmosfere gotiche basato su un testo originale di Ario Avecone e Manuela Scotto Pagliara, che insieme a Simone Martino firmano musiche e canzoni inedite.

Passione danza

Un viaggio di esplorazione tra generi diversi, dal classico al contemporaneo, dalla tradizione alla sperimentazione. Saranno 11 gli spettacoli della rassegna ModenaDanza al Teatro Comunale di Modena. Fra gli appuntamenti più attesi, quello con la stella Natalia Osipova con il gala Force of Nature, e le performance di compagnie storiche come quelle fondate da Alvin Ailey e Paul Taylor. E poi i grandi titoli di repertorio, sia in versione tradizionale, come Il lago dei cigni del Balletto dell’Opera di Tbilisi, che nella rivisitazione di coreografi contemporanei, come Giulietta e Romeo del Balletto di Roma. Infine, la stagione concertistica con ben 13 appuntamenti con orchestre e interpreti di prestigio internazionale. Tra le performance imperdibili quella di Yuja Wang con la Mahler Chamber Orchestra e dei compositori Giovanni Sollima e John Zorn. Tre in tutto, invece, i concerti della Filarmonica del Teatro Comunale di Modena, fra i quali l’atteso Concerto di Capodanno con i grandi classici della tradizione viennese.

di Amina D’Addario

Torna alla versione sfogliabile con foto della rivista

TAGS :
  • #ModenaDanza
  • #TeatroComunalePavarotti-FrenidiModena
  • #calendarioteatrocomunaledimodena
  • #musical
  • #stagioneliricadelTeatroComunalediModena

Sommario

cosa vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2024 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Via Achille Grandi 46, 20017, Rho (Milano) | 02 92893360