Etroubles, Fènis, Gressoney-Saint-Jean, Arnad e Saint-Rhèmy-en-Bosses, perle all’ombra dei quattromila.
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

5 borghi imperdibili della Valle D’Aosta

Tue, 29 Jan 2019
5 borghi imperdibili della Valle D’Aosta

E’ la terra dei quattromila. Monte Bianco, Monte Rosa, Cervino e Gran Paradiso dominano, con le loro nevi perenni, quest’angolo di arco alpino, estremo lembo settentrionale d’Italia che s’insinua tra Svizzera e Francia. Terra di valli e boschi, pascoli e cascate, la Valle D’Aosta è natura talvolta selvaggia ma anche vivaci cittadine e pittoreschi borghi di storia e tradizioni. Etroubles, Fenis, Arnad, Saint-Rhemy e Gressoney-Saint-Jean sono alcuni tra i centri più belli della regione.

ETROUBLES - MUSEO A CIELO APERTO  

Etroubles

E’ uno dei borghi museo della Valle d’Aosta. Situato a metà strada tra il capoluogo e il confine svizzero, è situato sulla strada che sale al Colle del Gran San Bernardo. Vi transitò Napoleone Bonaparte nella sua discesa in Italia, sostandovi nel maggio del 1800 diretto a Marengo. La chiesa parrocchiale del 1815, il campanile romanico che XV secolo e i musei rendono Etroubles una delle mete più interessanti della regione.

Il museo a cielo aperto, con opere di artisti di fama internazionale, e un buon piatto di zuppa valpellinentse, meritano la visita.

 

FENIS – MEDIOEVO DI CONFINE  

Fenis

Fènis è soprattutto il suo straordinario castello, monumento nazionale, considerato tra le più rappresentative espressioni medievali valdostane. Tra le maggiori attrazioni turistiche della Valle D’Aosta, fu la prestigiosa sede di rappresentanza dei maggiori esponenti della famiglia Challant e propone un’architettura scenografica con la doppia cinta di mura merlate che racchiudono l’edificio centrale e le varie torri. Da vedere a Fenis anche il MAV, museo dell’artigianato valdostano di tradizione, esposizione di oggetti che raccontano l’evoluzione dell’artigianato valdostano.

 

GRESSONEY-SAINT-JEAN – VISTA SUL MONTE ROSA

Gressoney Saint Jean

E’ lo spettacolo del Monte Rosa a dominare la scena a Gressoney-Saint-Jean, elegante centro della valle del Lys, dal caratteristico centro storico dove alcune case Walser ben conservate fanno da cornice alla chiesa di San Giovanni Battista dal bel campanile cinquecentesco.

Ai margini dell’abitato ci sono le acque verde smeraldo del suggestivo lago Gover nel quale si specchiano i ghiacciai del Rosa, mentre poco fuori dal paese, immerso nel verde dei boschi, c’è Castel Savoia, voluto e fatto erigere dalla Regina Margherita nel 1894 come residenza per le sue villeggiature in valle.

 

ARNAD – ARTE E LARDO

Arnad

Arnad è un piccolo borgo del fondovalle dalla grande tradizione agricola che ha fatto del lardo la sua tipicità. Apprezzato salume, servito su tutte le tavole della regione, il gustoso e profumato lardo di Arnad DOP, stagionato con sale, spezie e aromi di montagna è una delle eccellenze gastronomiche della Valle D’Aosta. Tra i tesori del borgo ci sono il ponte di Echallod, esemplare opera in muratura settecentesca, l’antico e sontuoso Castello di Vallaise e la chiesa di San Martino risalente all’anno Mille.

  

SAINT-RHEMY-EN-BOSSES – PROSCIUTTO D’ALTA QUOTA

Saint Rehemy en Bosses

Sono poche centinaia gli abitanti di Saint-Rhèmy-en-Bosses, piccolo borgo sparso dell’alta valle del Gran San Bernardo. A una manciata di chilometri dal passo del Gran San Bernardo, ha nella bella chiesa di San Lorenzo, nel bel campanile della chiesa di Saint-Lèonard e nel castello di Bosses le principali emergenze architettoniche. Saint-Rhèmy-en-Bosses è anche sede del più alto prosciuttificio d’Europa, da dove esce il prosciutto crudo Valleè d’Aoste Jambon de Bosses DOP servito nei migliori ristoranti della regione.

COMMENTI :

Notizie correlate

Penisole del cuore
Penisole del cuore
Un tour tra le penisole e i promontori più belli d'Italia
By Antonella Andretta
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Treviso: weekend nelle terre patrimonio UNESCO, tra Pieve di Soligo, Follina e Cison di Valmarino.
Treviso: weekend nelle terre patrimonio UNESCO, tra Pieve di Soligo, Follina e Cison di Valmarino.
La meraviglia delle terre del Prosecco, patrimonio mondiale dell’UNESCO, a due passi da Treviso. Tra chiese, ville e antichi lanifici.
By Luca Sartori
Cosa vedere e cosa fare a  Metaponto Lido
Cosa vedere e cosa fare a Metaponto Lido
Splendide località a pochi passi da Matera, che vi offriranno un viaggio emozionante tra storia e mare.
By Nadia Calasso
Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Dalla Versilia alla Maremma, viaggio alla scoperta di splendidi borghi che, oltre a offrire eccellenti servizi balneari, custodiscono opere d'arte di valore inestimabile. E per coloro che arrivano dalla Sardegna ci sono traghetti disponibili tutto l'anno
By Redazione
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Alla scoperta del borgo orobico che nel Medioevo rappresentava un importante snodo commerciale e diede i natali alla stirpe del celebre poeta Torquato Tasso
By Redazione

Piú letti del mese

Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Quattro passi… in 4 borghi fortificati
Poker d’assi di borghi fortificati per andare alla scoperta della storia e delle curiosità. Leggende intrecciate ad arte e architettura, epopee medievali o rinascimentali che rivelano al visitatore tutta l’unicità di questi gioielli italiani
By Luciana Francesca Rebonato
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
4 borghi da non perdere per l’artigianato d’autore
Quattro borghi italiani che si distinguono per il loro artigianato, essenza di un’arte antica tramandata nei secoli. Un viaggio nella tipicità, itinerari emozionali che puntano i riflettori sull’unicità
By Luciana Francesca Rebonato
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, l’antica perla dell’Impero
Sperlonga, piccolo centro della Riviera di Ulisse, è una continua sorpresa tra panorami e scorci caratteristici dove ci si deve far guidare esclusivamente dalla curiosità
By Luca Sartori
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
Aci Trezza, Ciclopi e Acireale
La Riviera dei Ciclopi, che prende il nome dalle isole antistanti, è quel tratto di costa siciliana che va da Aci Castello ad Acireale
By Redazione
Genga, natura da record
Genga, natura da record
Per gli appassionati di arte e cultura il borgo marchigiano di Genga racconta la sua storia attraverso i suoi edifici storici, le sue chiese e i musei
By Luca Sartori
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di