Un mosaico di sole e di oro che illumina i borghi che lo costellano e pennellate di azzurro del mare che lambisce un’esuberante vegetazione. Un unicum d’arte e natura, tutto da scoprire
 
CERCA PER ZONA

Sicilia, viaggio fra borghi e icone del sud - parte 2

Sicilia, viaggio fra borghi e icone del sud - parte 2

Dal capoluogo dell’antica Trinacria l’emozione si mette in viaggio in un susseguirsi di icone archeologiche, storiche e naturali, testimonianze arabe e normanne, templi silenti e richiami ellenici, riserve naturali e fondali marini che incantano per colore e trasparenza. Un elisir di Sicilia, questo itinerario che la percorre a nord, a iniziare dal borgo marinaro di Mondello, racchiuso tra il Monte Pellegrino e il Monte Gallo e costellato da ville Liberty affacciate sul lungomare.

Un borgo da conoscere per la sua celebre spiaggia, certo, ma anche per assaggiare il tipico pane con panelle e crocchè, il più rinomato baluardo gastronomico del capoluogo siciliano. Tra Palermo e Mondello si erge il santuario dedicato a Santa Rosalia - patrona del capoluogo siciliano -, che qui visse da eremita in una grotta fra i boschi: l’acqua, incanalata dal soffitto della grotta verso un’ampia fonte, pare abbia proprietà miracolose. Ispirato da una ben più terrena sete di immortalità, Guglielmo II fu il sovrano che commissionò il duomo del borgo arabo-normanno Monreale. E’ considerato il massimo capolavoro dell’architettura normanna in Sicilia ed è anche l’opera religiosa più grande e completa dell’epoca. Due portali conducono all’interno del duomo che costituisce una delle espressioni artistiche più alte del Medioevo italiano con pareti – ben 6.340 metri quadrati – ricoperte di mosaici a fondo oro che raffigurano 42 episodi biblici, ordinati cronologicamente e sublime è il grande mosaico del Cristo Pantocratore che orna l’abside.

Dalle coreografie ecclesiastiche ci si dirige a occidente: tra Alcamo e Trapani, nell’entroterra, colli rocciosi e paesaggi lunari incorniciano l’ampia pianura che, con le saline e gli infiniti vigneti, si estende verso il mare sino a Marsala. E una mezzaluna sembra il disegno del golfo di Castellammare, nel quale sorge Castellammare del Golfo, nel cui porto troneggiano i resti di un castello saraceno. Sempre nel golfo si trova Scopello, piccolo borgo marinaro costruito intorno a un baglio – costruzione rurale siciliana cinta da mura e formata da edifici che si aprono su un ampio cortile interno – che domina la tonnara sulla spiaggia sottostante. Con il suo agglomerato di case bianche e vie lastricate, la località ricorda le commedie italiane in bianco e nero degli anni Cinquanta.

Scopello

Da Scopello ci si può dirigere alla Riserva Naturale dello Zingaro: è stata la prima area protetta istituita in Sicilia ed è rifugio della rara aquila di Bonelli così come di altre quaranta specie di uccelli e di settecento varietà di piante mediterranee. Tutt’intorno, piante di carrubo e macchie di euforbia rivestono i fianchi delle colline. Nella Riserva dello Zingaro sono importanti anche le tracce lasciate dall’uomo come la grotta dell’Uzzo, la torre dell’Impiso e la Tonnarella. Lunga, bianca, sabbiosa e incorniciata da alture rocciose è la spiaggia di San Vito lo Capo, borgo protagonista ogni anno a settembre del “Festival internazionale del cuscus”. San Vito Lo Capo, dal mare terso e cristallino, era già in epoca romana un importante centro marinaro come testimoniano i resti di vasche per la pescicoltura, rimasti presso la tonnara.

Il porto di Trapani è sorvegliato dal leggendario Monte Erice, 750 metri sul livello del mare: raggiungibile anche in funicolare, è qui arroccato il borgo medievale di Erice, pervaso di magnetismo, con vista a perdita d’occhio sulla vallata sottostante e sul mare. Virgilio paragonò Erice al Monte Athos per l’altitudine e l’importanza spirituale che rivestiva e il luogo conserva tuttora un’aura magica grazie alla presenza di vicoli, nicchie votive e cortili “segreti”. A sud di Trapani si distendono infinite e pianeggianti saline, con le bianche collinette di sale grezzo e i mulini a vento, mentre sul mare si stagliano le isole e sottocosta si innalzano i faraglioni. Il paesaggio è affascinante e tra un borgo è l’altro merita una visita alle saline, un viaggio fra vasche, canali, mulini, bagli antichi: camminando lungo gli argini, i suoni che si possono percepire appartengono alle onde del mare, al vento e ai richiami dei gabbiani.

Tindari

Dal sale si passa al vino e quindi al borgo medievale di Alcamo e al famoso vino Bianco d’Alcamo, che brinda anche alla letteratura italiana con Cielo d’Alcamo: autore del contrasto “Rosa fresca aulentissima”, ha dato origine a uno dei più antichi documenti della letteratura italiana. E poi ecco il levante: da Palermo la scoperta dello spaccato settentrionale che muove a est conduce innanzitutto a Capo Tindari e al santuario di Tindari, borgo protetto dalla Madonna Nera: situata proprio sul promontorio, la maestosa chiesa - con la cupola che scintilla sotto il sole - custodisce la statua lignea della Madonna Nera, di stile bizantino, mentre lungo le pareti delle navate laterali splendono memorabili mosaici. Dal santuario un sentiero conduce agli scavi di Tindari, in perfetto isolamento tra fichi d’india, ulivi e cipressi, con un teatro greco all’estremità superiore. Da Tindari si vedono le Eolie, le sette isole sotto l’egida dell’Unesco che da lontano sembrano coni argentei sospesi sulle acque. Il frangersi delle onde ha eroso il morbido tufo, mentre la lava più dura si è solidificata in enormi massi sulle coste.

COMMENTI :

Eventi a Polizzi Generosa

  • Festa di Santa Lucia
    13-12-2019 | Polizzi Generosa (PA)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-12-13 2019-12-13 Europe/Rome Festa di Santa Lucia La sera prima è caratterizzata dalla cena a base di "cuccia", una minestra a base di frumento, ceci e fagioli secchi. Il giorno seguente, durante la celebrazione delle liturgie religiose, vengono distribuiti tra i fedeli dei biscotti dalla singolare forma ad occhio, detti appunto "ucchiuzzi di Santa Lucia". Il pomeriggio è dedicato alla solenne processione. Polizzi Generosa

    La sera prima è caratterizzata dalla cena a base di "cuccia", una minestra a base di frumento, ceci e fagioli secchi. Il giorno seguente, durante la celebrazione delle liturgie religiose, vengono distribuiti...

    Borgo di Polizzi Generosa

  • Novena di Natale
    Dal 16-12-2019 Al 23-12-2019 | Polizzi Generosa (PA)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-12-16 2019-12-23 Europe/Rome Novena di Natale Ogni sera alle 21.00 nella Chiesa Maria SS. dell'Udienza si celebra la Novena, con la liturgia dei Padri Benedettini di Subiaco, con canti natalizi della tradizione popolare accompagnati dal suono di strumenti musicali. Polizzi Generosa

    Ogni sera alle 21.00 nella Chiesa Maria SS. dell'Udienza si celebra la Novena, con la liturgia dei Padri Benedettini di Subiaco, con canti natalizi della tradizione popolare accompagnati dal suono di strumenti...

    Borgo di Polizzi Generosa

  • Veglia di Natale
    24-12-2019 | Polizzi Generosa (PA)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-12-24 2019-12-24 Europe/Rome Veglia di Natale Secondo la tradizione vengono allestiti vari presepi e si preparano piatti tipici come: "u cunigghiu" cucinato con cardi, olive, patate, baccalà, sedano, zucchine e carciofi; ed i "cucciddati ", sfoglie ripiene di frutta secca e zuccata. Polizzi Generosa

    Secondo la tradizione vengono allestiti vari presepi e si preparano piatti tipici come: "u cunigghiu" cucinato con cardi, olive, patate, baccalà, sedano, zucchine e carciofi; ed i "cucciddati ", sfoglie...

    Borgo di Polizzi Generosa

  • Santo Stefano
    26-12-2019 | Polizzi Generosa (PA)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-12-26 2019-12-26 Europe/Rome Santo Stefano Viene eseguita una processione pomeridiana, mentre la sera nella suggestiva Commenda ha luogo il tradizionale falò detto "pogghiaru". Polizzi Generosa

    Viene eseguita una processione pomeridiana, mentre la sera nella suggestiva Commenda ha luogo il tradizionale falò detto "pogghiaru".

    Borgo di Polizzi Generosa

  • Festa di San Giuseppe
    19-03-2020 | Polizzi Generosa (PA)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-03-19 2020-03-19 Europe/Rome Festa di San Giuseppe Dopo un ottavario di orazione, il giorno della festa si svolgono le celebrazioni liturgiche e di pomeriggio la processione della statua di S. Giuseppe e del Bambin Gesù. È usanza preparare piatti tipici: tagliatelle con fagioli secchi e finocchi selvatici, baccalà, cardi e le deliziose sfingi. Polizzi Generosa

    Dopo un ottavario di orazione, il giorno della festa si svolgono le celebrazioni liturgiche e di pomeriggio la processione della statua di S. Giuseppe e del Bambin Gesù. È usanza preparare piatti tipici:...

    Borgo di Polizzi Generosa

  • Venerdì Santo
    10-04-2020 | Polizzi Generosa (PA)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-10 2020-04-10 Europe/Rome Venerdì Santo La sera del Venerdì Santo si svolge una delle processioni più suggestive e emozionanti. I confrati, tutti con abito nero, corona al capo e guanti bianchi, portano per le vie del paese alcune statue raffiguranti momenti della Passione, il Cristo morto ed infine l'Addolorata, mentre la banda intona la marcia funebre. Polizzi Generosa

    La sera del Venerdì Santo si svolge una delle processioni più suggestive e emozionanti. I confrati, tutti con abito nero, corona al capo e guanti bianchi, portano per le vie del paese alcune statue raffiguranti...

    Borgo di Polizzi Generosa

  • Festa del Crocifisso
    Dal 01-05-2020 Al 04-05-2020 | Polizzi Generosa (PA)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-05-01 2020-05-04 Europe/Rome Festa del Crocifisso Preceduta da un ottavario di preghiera si svolge nella Chiesa del Carmine, il primo maggio avviene "a scinnuta du Signuri". Il simulacro viene portato, dalla Cappella nella quale è conservato alla piazza antistante la Chiesa per benedire le campagne e successivamente posto sull'altare maggiore. Nel pomeriggio vengono benedetti i pani che in seguito saranno distribuiti ai devoti. La sera del 2 viene portato in processione il Crocifisso "piccolo". All'alba del 3 maggio si svolge la particolare "arricugghiuta da cira", fedeli e confrati, accompagnati dalle bande musicali, girano perle vie del paese a raccogliere i ceri votivi offerti al Crocifisso dai fedeli. Nel pomeriggio avviene la solenne processione del Crocifisso "grande", opera del Gallusca, portato dai fedeli vestiti in abito bianco, e accompagnato dalle congregazioni e deputazioni, dalle autorità e dall'intera popolazione. Le sere della festività sono vivacizzate da fuochi d'artificio e dalle bande musicali. Polizzi Generosa

    Preceduta da un ottavario di preghiera si svolge nella Chiesa del Carmine, il primo maggio avviene "a scinnuta du Signuri". Il simulacro viene portato, dalla Cappella nella quale è conservato alla piazza...

    Borgo di Polizzi Generosa


Notizie correlate

Treviso: weekend nelle terre patrimonio UNESCO, tra Pieve di Soligo, Follina e Cison di Valmarino.
Treviso: weekend nelle terre patrimonio UNESCO, tra Pieve di Soligo, Follina e Cison di Valmarino.
La meraviglia delle terre del Prosecco, patrimonio mondiale dell’UNESCO, a due passi da Treviso. Tra chiese, ville e antichi lanifici.
By Luca Sartori
Cosa vedere e cosa fare a  Metaponto Lido
Cosa vedere e cosa fare a Metaponto Lido
Splendide località a pochi passi da Matera, che vi offriranno un viaggio emozionante tra storia e mare.
By Nadia Calasso
Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Dalla Versilia alla Maremma, viaggio alla scoperta di splendidi borghi che, oltre a offrire eccellenti servizi balneari, custodiscono opere d'arte di valore inestimabile. E per coloro che arrivano dalla Sardegna ci sono traghetti disponibili tutto l'anno
By Redazione
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Alla scoperta del borgo orobico che nel Medioevo rappresentava un importante snodo commerciale e diede i natali alla stirpe del celebre poeta Torquato Tasso
By Redazione
'Arte a Pedali': sapori, natura e musica montano in sella!
'Arte a Pedali': sapori, natura e musica montano in sella!
L'8 giugno, dalle Terme di Comano, tra il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, parte il tour e-bike, che unisce la passione per la bicicletta al gusto del buon cibo locale, lungo un tragitto panoramico alla scoperta di borghi antichi e con le sette note in sottofondo
By Redazione
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Sulla sponda occidentale del Lario, a pochi chilometri da Menaggio, di fronte a Bellagio e Varenna, sorge un piccolo borgo antico, meritevole di una bella gita primaverile
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Poesia Festival '19, versi d'autore nel cuore dell'Emilia
Dal 16 al 22 settembre torna l'evento promosso dai comuni delle Terre di Castelli: noti protagonisti del teatro, del cinema e della musica animeranno l'attesissima edizione numero 15
By Redazione
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Caprarola - Storia di papi, cardinali, architetti… e di un meraviglioso palazzo-fortezza.
Nel Lazio, tra noccioleti e costoni tufacei si cela un borgo magnifico che ospita uno dei gioielli dell’architettura di tutti i tempi: Caprarola
By Roberto Giarrusso
Ricetta: il Brasato al Barolo
Ricetta: il Brasato al Barolo
Il brasato al Barolo è un piatto piemontese ricco di sapori gustosi per il palato
By Redazione
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Ricetta: la Scurpella di Civitella Alfedena
Fritto tradizionale, simbolo di abbondanza, la Scurpella è il dolce che festeggia le grandi occasioni
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di