Le ampie distese prative, gli altopiani e le vallate, i borghi arroccati sui poggi, gli antichi manieri e le cattedrali. Acerenza e Venosa sono gioielli di questa terra di storia e arte, ma anche sapori unici.
 
CERCA PER ZONA

Potenza: gita ai borghi di Acerenza e Venosa

Mon, 20 Aug 2018
Potenza: gita ai borghi di Acerenza e Venosa

E’ dal capoluogo lucano che partiamo alla volta di due tra i centri più belli della regione. Acerenza e Venosa sono borghi profondamente diversi tra loro ma entrambi molto affascinanti.

Situati nel nord della regione, terra di altopiani e vallate, continuo alternarsi di zone caratterizzate da fitta vegetazione, aree coltivate e ampie distese prative, ma anche zona costellata di minuscoli borghi spesso aggrappati ai poggi e addossati ad affascinanti manieri, cattedrali o chiese più piccole, e di cittadine talvolta adagiate sugli altopiani.

E’ una terra di centri minori, lontana dalle grandi aree metropolitane, così come lontano è il mare.

Acerenza compare davanti a noi su una rupe tufacea.

Acerenza

Ad oltre 800 metri d’altitudine è scenograficamente più apprezzabile per chi proviene dalla Puglia. 

E’ infatti giungendovi da quest’ultima che si riesce ad ammirare al meglio la compattezza del borgo dominato dalla Cattedrale del XI secolo, gioiello architettonico del paese, situata nel cuore del fitto abitato. Autentico tesoro, va goduta lentamente senza tralasciarne i dettagli, osservandone l’esterno dalle tante angolazioni, talvolta provando addirittura ad allontanarsi per apprezzarne la bellezza dai vicoli che la avvolgono.

Marmi di età romana, colonnine di fattura greca e figure scolpite di lapidi funerarie sono il meglio che propone l’esterno.

Poi l’interno con i bassorilievi, le testine di scimmia alla base delle colonne, le antiche acquasantiere e gli affreschi. La straordinarietà di questo gioiello d’arte rinascimentale sono sicuramente i dettagli ma ancor più la sua singolare ubicazione, nel cuore dell’abitato dominante l’immensa distesa di campagne. Lasciata la Cattedrale è d’obbligo lasciarsi guidare dal groviglio di vicoli popolati dai numerosi palazzi seicenteschi impreziositi da sculture e stemmi delle antiche famiglie acheruntine. Ci concediamo una sosta gastronomica concedendoci un piatto di fave e cicorie ed un assaggio di formaggi locali tra cui il caciocavallo e la burrata.

Seconda tappa dell’itinerario in terra lucana è Venosa, terra natia del poeta Quinto Orazio Flacco, situata su uno sperone di origine vulcanica.

Venosa

Caratterizzata da vari siti archeologici, straordinarie espressioni del succedersi delle svariate fasi culturali della città, presenta anche un interessante centro storico.

Tra porticati e vicoli lastricati è bello perdersi alla scoperta di qualche bottega artigiana o per l’acquisto di qualche specialità locale.

Da vedere il Museo Archeologico Nazionale, ubicato nell’imponente castello aragonese a pianta quadrata con quattro torri cilindriche alle estremità, dove sono esposti reperti che consentono di percorrere la storia dell’antica colonia romana Venusia.

Da vedere l’area archeologica che racchiude i resti monumentali tra cui l’impianto termale, i quartieri abitativi e l’anfiteatro. Tra gli angoli più suggestivi della città vi è la Chiesa Incompiuta del complesso dell’abbazia benedettina della Trinità, quella che doveva essere la Chiesa Nuova, finanziata a metà del 1100 dai Benedettini ma mai portata a termine da questi ultimi, costretti ad abbandonare Venosa a causa della soppressione del loro Monastero per volere di papa Bonifacio.

Anche Venosa propone tante prelibatezze alle quali rendiamo onore concedendoci Lagane e Ceci, le tipiche tagliatelle di grano duro, i tradizionali “U cutturidd”, carne d’agnello o pecora a pezzi in umido condita con pomodori, peperoncino piccante e lardo, e un assaggio di lampascioni fritti, tutti sapori straordinari delle terre lucane.

Eventi a Acerenza

  • Festa patronale di San Canio Vescovo e Martire
    25-05-2019 | Acerenza (PZ)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2019-05-25 2019-05-25 Europe/Rome Festa patronale di San Canio Vescovo e Martire Acerenza

    Borgo di Acerenza

  • Dai Longobardi ai Normanni - Storia di una Cattedrale
    Dal 10-08-2019 Al 11-08-2019 | Acerenza (PZ)
    Rievocazioni storiche

    Aggiungi al tuo calendario 2019-08-10 2019-08-11 Europe/Rome Dai Longobardi ai Normanni - Storia di una Cattedrale Rievocazione storica in costumi medievali. Acerenza

    Rievocazione storica in costumi medievali.

    Borgo di Acerenza

  • Festa della Madonna Assunta in Cielo
    15-08-2019 | Acerenza (PZ)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-08-15 2019-08-15 Europe/Rome Festa della Madonna Assunta in Cielo Acerenza

    Borgo di Acerenza

  • Festa di San Canio Vescovo e Martire
    01-09-2019 | Acerenza (PZ)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-09-01 2019-09-01 Europe/Rome Festa di San Canio Vescovo e Martire Acerenza

    Borgo di Acerenza

  • Triduo di Preghiere per San Laviero Martire
    Dal 14-11-2019 Al 16-11-2019 | Acerenza (PZ)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2019-11-14 2019-11-16 Europe/Rome Triduo di Preghiere per San Laviero Martire Acerenza

    Borgo di Acerenza

  • Festa patronale di San Laviero Martire
    17-11-2019 | Acerenza (PZ)
    Feste patronali

    Aggiungi al tuo calendario 2019-11-17 2019-11-17 Europe/Rome Festa patronale di San Laviero Martire Acerenza

    Borgo di Acerenza

  • Festa di San Mariano Martire Acheruntino
    30-04-2020 | Acerenza (PZ)
    Ricorrenze religiose

    Aggiungi al tuo calendario 2020-04-30 2020-04-30 Europe/Rome Festa di San Mariano Martire Acheruntino Acerenza

    Borgo di Acerenza


Notizie correlate

Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Dalla Versilia alla Maremma, viaggio alla scoperta di splendidi borghi che, oltre a offrire eccellenti servizi balneari, custodiscono opere d'arte di valore inestimabile. E per coloro che arrivano dalla Sardegna ci sono traghetti disponibili tutto l'anno
By Redazione
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Alla scoperta del borgo orobico che nel Medioevo rappresentava un importante snodo commerciale e diede i natali alla stirpe del celebre poeta Torquato Tasso
By Redazione
'Arte a Pedali': sapori, natura e musica montano in sella!
'Arte a Pedali': sapori, natura e musica montano in sella!
L'8 giugno, dalle Terme di Comano, tra il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, parte il tour e-bike, che unisce la passione per la bicicletta al gusto del buon cibo locale, lungo un tragitto panoramico alla scoperta di borghi antichi e con le sette note in sottofondo
By Redazione
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Sulla sponda occidentale del Lario, a pochi chilometri da Menaggio, di fronte a Bellagio e Varenna, sorge un piccolo borgo antico, meritevole di una bella gita primaverile
By Joni Scarpolini
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
L'antico borgo in provincia di Sondrio custodisce un'area archeologica che racconta, tramite incisioni rupestri, la vita delle prime popolazioni della valle lombarda
By Stefano De Bernardi
Tour in Valle d'Itria, per un Ponte del Primo Maggio... in bianco!
Tour in Valle d'Itria, per un Ponte del Primo Maggio... in bianco!
Polignano a Mare, Ostuni, Cisternino, Martina Franca, Locorotondo, Alberobello e Monopoli: viaggio tra i borghi pugliesi che più candidi non si può...
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

Fontanellato tra storia, giri
Fontanellato tra storia, giri "in gondola" e street food
Vi portiamo nel bellissimo borgo medievale in provincia di Parma alla scoperta della maestosa Rocca Sanvitale, circondata da un fossato navigabile, e delle prelibatezze culinarie provenienti da tutta Italia e dal mondo: un vero e proprio assedio gastronomico!
By Joni Scarpolini
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Il campanile del Lago di Resia e l'antico borgo sommerso
Vi raccontiamo la storia di un antico villaggio altoatesino che negli anni Cinquanta fu sommerso dalle acque della diga. E ciò che resta è uno spettacolo surreale, da film fantasy...
By Joni Scarpolini
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Cerenzia e la leggenda del drago a sette teste
Gli abitanti dell’antico borgo calabrese sono devoti a San Teodoro di Amasea, che nel 1528 sconfisse il terribile mostro: al loro condottiero hanno dedicato una giornata dell’anno per celebrare la sua impresa
By Redazione
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
Ricetta: Tagliolini con la Bomba di Gradara
E' il primo piatto tipico del borgo medievale marchigiano e il suo nome può trarre in inganno...
By Redazione
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Dentro le anguste prigioni del Forte di Bard
Vi portiamo nelle segreta della grande fortezza sabauda, che solo Napoleone riuscì a espugnare
By Stefano De Bernardi
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
Castello di Vogogna, la roccaforte che domina la Val d'Ossola
A pochi chilometri da Domodossola, immerso nella natura alpina, sorge un suggestivo maniero medievale che, dopo secoli di invasioni, oggi vigila sull'antico borgo in pietra e attira i turisti anche della vicina Svizzera
By Joni Scarpolini
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di