In questo articolo percorreremo insieme la splendida Costiera Amalfitana per scoprirne i suoi tesori ed apprezzarne le sue specialità enogastronomiche.
 
CERCA PER ZONA

Napoli: fuga in costiera

Mon, 24 Jul 2017
Napoli: fuga in costiera

Tra Cetara e Maiori, tra la Torre Vicereale, un piatto di spaghetti con colatura d’alici, le spiagge di Maiori e la Collegiata di Santa Maria a Mare.

Si resta senza fiato quando si approda in quest’angolo d’Italia. La Costiera Amalfitana lascia sempre a bocca aperta. Quando si giunge al cospetto di tale spettacolo prevalgono lo stupore e l’emozione e le parole incredibilmente vengono a mancare.

Da quest’angolo di costiera sembra tanto lontana la congestionata Napoli e le popolose cittadine del golfo all’ombra del Vesuvio che ci hanno accompagnato lungo il percorso. Torre Annunziata, Nocera Inferiore, Cava dè Tirreni, Vietri sul Mare e poi tanta meraviglia lungo questo primo tratto della famosa strada statale 163 Amalfitana, la sinuosa strada nota anche come “Nastro Azzurro” che tocca le perle di questo straordinario litorale.

Prima tappa della gita è il pittoresco borgo marinaro di Cetara, situata all’ombra del monte Falerio, che si insinua in una stretta vallata tra agrumeti e vigneti fino ad affacciarsi sul mare.

Un tempo roccaforte saracena fu a lungo sotto la dominazione della vicina potente Amalfi. Il mare cristallino ne ha sempre segnato la storia e le tradizioni, come quella della partenza primaverile dei suoi pescatori alla volta dei mari di Marocco ed Algeria per la pesca delle acciughe, importanti ingredienti della cucina tipica locale.

E’ la Torre Vicereale ad accoglierci all’arrivo, costruita in periodo angioino e ulteriormente fortificata durante la dominazione aragonese, edificio di difesa contro le scorrerie dei pirati e le invasioni dei Turchi. Passeggiando per le sue strade si apprezza il suo intatto fascino marinaro tra la spiaggia all’ombra della torre ed i suoi tesori artistici, tra cui la bella chiesa romanica di San Pietro Apostolo, dall’interno barocco, la cupola maiolicata ed il campanile duecentesco a bifore, e la seicentesca chiesa con convento di San Francesco, dalla cupola affrescata dal pittore Marco Benincasa.

Un piatto di spaghetti con la colatura d’alici, il ricavato della fermentazione di queste ultime messe a marinare, ed una frittura mista di pesce, tutto accompagnato con un buon Capri bianco DOC sono il meritato pranzo che ci concediamo prima di partire alla volta di Maiori, seconda tappa della gita in costiera.

In epoca medioevale fu il principale porto della Repubblica Amalfitana, luogo ricco di palazzi nobiliari e conventi. Pittoresco centro balneare, noto per la produzione di limoni, Maiori è dominata dalla rocca di San Nicola de Thoro Plano, e presenta una delle spiagge più estese della costiera. Ci si deve concedere una passeggiata sul suo lungomare prima di addentrarsi nel borgo e raggiungere il bel complesso duecentesco della Collegiata di Santa Maria a Mare, situato su un’altura nel cuore dell’abitato. Agli esterni settecenteschi, con il campanile del XIV secolo e la cupola emisferica rivestita di maioliche vietresi, si uniscono gli interni a tre navate, la sacrestia edificata nel 1866 e la cripta che custodisce le spoglie di San Clemente. Da non perdere una passeggiata in corso Regina fino a giungere al mare, mentre il sole inizia a calare.

E’ la poesia del tramonto a riaccompagnarci a Napoli. Dopo gli splendidi scenari delle coste frastagliate al tramonto, riecco comparire il Vesuvio che pare accoglierci e darci il benvenuto.  

Notizie correlate

Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Tour sulla costa toscana, per chi arriva in auto o... in nave!
Dalla Versilia alla Maremma, viaggio alla scoperta di splendidi borghi che, oltre a offrire eccellenti servizi balneari, custodiscono opere d'arte di valore inestimabile. E per coloro che arrivano dalla Sardegna ci sono traghetti disponibili tutto l'anno
By Redazione
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Cornello dei Tasso, l'antico crocevia della Val Brembana
Alla scoperta del borgo orobico che nel Medioevo rappresentava un importante snodo commerciale e diede i natali alla stirpe del celebre poeta Torquato Tasso
By Redazione
'Arte a Pedali': sapori, natura e musica montano in sella!
'Arte a Pedali': sapori, natura e musica montano in sella!
L'8 giugno, dalle Terme di Comano, tra il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, parte il tour e-bike, che unisce la passione per la bicicletta al gusto del buon cibo locale, lungo un tragitto panoramico alla scoperta di borghi antichi e con le sette note in sottofondo
By Redazione
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Rezzonico, la perla medievale del Lago di Como
Sulla sponda occidentale del Lario, a pochi chilometri da Menaggio, di fronte a Bellagio e Varenna, sorge un piccolo borgo antico, meritevole di una bella gita primaverile
By Joni Scarpolini
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
Grosio, tornando alle radici più antiche della Valtellina
L'antico borgo in provincia di Sondrio custodisce un'area archeologica che racconta, tramite incisioni rupestri, la vita delle prime popolazioni della valle lombarda
By Stefano De Bernardi
Tour in Valle d'Itria, per un Ponte del Primo Maggio... in bianco!
Tour in Valle d'Itria, per un Ponte del Primo Maggio... in bianco!
Polignano a Mare, Ostuni, Cisternino, Martina Franca, Locorotondo, Alberobello e Monopoli: viaggio tra i borghi pugliesi che più candidi non si può...
By Joni Scarpolini

Piú letti del mese

Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Una giornata a Castell'Arquato, tra vicoli saliscendi e una leggenda più viva che mai...
Vi portiamo in uno dei borghi medievali meglio conservati dell'Emilia-Romagna e dell'intero Nord Italia, alla riscoperta di un'atmosfera d'altri tempi e di un mistero ancora tutto da risolvere
By Stefano De Bernardi
Castel Savoia, una residenza da favola
Castel Savoia, una residenza da favola
Ai piedi del Monte Rosa, nei pressi di Gressoney-Saint-Jean, sorge l'antica villa della Regina Elisabetta, che in Valle d'Aosta trascorse molte estati, tra escursioni, scalate e amore per la botanica
By Joni Scarpolini
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Ricetta: le Bombette di Cisternino
Dalla Valle d'Itria, in Puglia, ecco i famosi involtini con ripieno di carne di maiale. Una vera e propria esplosione... di sapore!
By Redazione
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Calendario dei concerti nei borghi a luglio 2019
Un'imperdibile carrellata di concerti ed eventi musicali per gli amanti dei borghi e del buon sound
By Redazione
Ricetta: Brosega di Paciano
Ricetta: Brosega di Paciano
Piatto tipico umbro dalle origini antichissime, è l'ideale per chi ama le uova strapazzate
By Redazione
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
e-borghi travel e Assoarte: quando il binomio è... un capolavoro!
La nostra rivista digitale lancia una rubrica dedicata alle opere di grandi artisti che, con il loro talento creativo, ci raccontano il mondo dei borghi e dei paesaggi
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di