La più grande risorsa online su borghi e turismo
Accedi alla community

Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli


Martedì 10 marzo 2020

I borghi storici della Lombardia conservano perfettamente le tradizioni enogastronomiche del territorio, grazie alle mani esperte delle massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione.

Condividi
Lombardia da gustare: alcuni dei piatti tipici della tradizione nei borghi più belli

La Lombardia è una terra tutta da scoprire, borghi storici perfettamente tenuti e tradizioni enogastronomiche preservate grazie alle mani esperte di massaie che hanno saputo tramandare i segreti della cucina più antica di questa regione. Culture che nei secoli si sono intrecciate per dar vita a sapori autentici e genuini, legati alla terra e ai prodotti che offre con generosità. Attraversando i borghi più belli di questa regione vi presenteremo alcuni dei piatti tipici più amati dai lombardi e dai suoi visitatori.

La Valle Brembana e la sua cucina tipica

Se giungete a San Pellegrino Terme nel cuore della Valle Brembana, riconoscerete subito il famoso marchio dell’omonima acqua minerale, benefica, secondo numerosi studi clinici, all’intero apparato digestivo. Il borgo lombardo è diviso in due dal fiume Brembo e prende il suo nome dal primo vescovo martire, San Pellegrino di cui è molto sentita la devozione. Oltre alle numerose escursioni che potete fare a piedi o in bici, il borgo vi offre spunti culinari eccellenti. Tra una passeggiata e l’altra vi consigliamo piacevoli soste nei caseifici della zona dove è famosa la produzione di formaggi di altissima qualità come il classico Taleggio D.O.P. e il Formai de Mut dell’Alta Val Brembana D.O.P dall’inconfondibile retrogusto. Ma anche lo Stracchino all’Antica delle Valli Orobiche, lo Strachitunt D.O.P e il Formaggio Branzi, da gustare su un tagliere come delizioso antipasto insieme agli ottimi salumi che si trovano nella zona. Alcuni di questi formaggi come il bitto o il Formai de Mut, inoltre, vengono spesso utilizzati per la preparazione del piatto tipico della Val Brembana, la Polenta Taragna. Un insieme di sapori e profumi decisi, che raccontano in modo mirabile di questa terra e dell’amore che i suoi abitanti le riservano. La polenta viene preparata secondo l’antica ricetta, che prevede una lenta cottura e braccia forti per mescolarla con un lungo cucchiaio, rigorosamente in legno, fino a completa cottura. Pochi minuti prima di spegnere, viene aggiunto abbondante formaggio a dadini; un piatto della cucina tipica da gustare con vino rosso realizzato con i migliori vigneti della regione.

Polenta taragnaFoto di Shutterstock

Dall’entroterra lombardo alle rive del Lago di Como: Arnosto e Bellagio

Giungendo nella Valle Imagna, ben lontano dai centri più popolati, si trova Arnosto, uno dei più suggestivi borghi della Lombardia, una località rimasta nell’ombra per molti anni, conservando i tratti del borgo montano tipico della regione lombarda. Come molti paesi dell’entroterra, anche Arnosto ha voluto conservare la sua profonda vocazione contadina. L’intero borgo è in pietra, anche i tetti cosiddetti tetti in piode perché realizzati con lastre in roccia calcarea chiamate piode. Visitare questi luoghi significa entrare a contatto con una cultura culinaria dai sapori forti e unici, come il terzo piatto tipico che vogliamo presentarvi, il famoso coniglio alle erbe. La carne viene messa a marinare per una notte intera con erbe e spezie profumate unite al miglior vino bianco di queste valli, dando vita ad un piatto dal profumo inebriante. Forse non tutti sanno che la carne del coniglio viene definita "nobile" perché ricca di ferro e sostanze benefiche ma povera di grassi. Un vero portento per chi ama i sapori delicati e il profumo di una carne che viene cotta a fuoco lento per molte ore, per renderla morbida e gustosa come in passato. Se decidete di visitare questa zona, non perdete un assaggio della pasta fresca fatta in casa. Impastata con farine non industriali prodotte nelle fattorie locali e tirata in modo artigianale come impone la tradizione, viene poi condita con sugo fatto con carne di maiale. Anche questo speciale ragù, secondo la ricetta, richiede carne locale e una lenta cottura con cipolla, aglio, vino rosso e spezie che esaltino il profumo della carne.

Coniglio alle erbeFoto di Shutterstock

Se, invece, non riuscite a fare a meno di un po’ di vita mondana, vi suggeriamo il borgo di Bellagio. Una località che non necessita di presentazioni vista la bellezza del luogo che è riconosciuta in tutto il mondo. Le acque del Lago di Como che si specchiano nelle favolose ville antiche e tanti turisti che affollano le sue strade rendendola una delle mete turistiche più glamour d’Italia. Nella perla del Lago di Como non potete perdere il piatto tradizionale tipico, il tóch, una pietanza che, appunto, si "tocca" con le mani. Si tratta di una speciale polenta cucinata con formaggio locale e burro, consumata solitamente durante occasioni importanti come le feste. Come in tutta la Lombardia, anche il tóch comasco è molto buono, ma dovendo essere consumato con le mani si presenta più solido rispetto al solito, per consentire di essere comodamente mangiato, una vera e propria delizia per i palati più golosi.

BellagioFoto di Shutterstock


Condividi

Dormire, mangiare, comprare...

Ristorante Alle Darsene di Loppia
Via Melzi d'Eril, Loppia - 22021, Bellagio
cos'altro vuoi scoprire?
e-borghi 2019-2020 Tutti i diritti riservati • 3S Comunicazione - P. IVA 08058230965
Corso Buenos Aires, 92 - 20124 Milano | 02 87071950