Le sfogliatelle di Lama dei Peligni sono decisamente le dirette discendenti delle note sfogliatelle napoletane
 
Diventa partner
CERCA PER ZONA

Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna

Ricetta: Le Sfogliatelle di donna Anna

Natale si avvicina e a Napoli non possono di certo mancare le tipiche sfogliatelle. Oggi però vi faremo conoscere le loro discendenti, le sfogliatelle di Lama dei Peligni. La sfogliatella di Lama dei Peligni ha origine verso la fine del 1800 e i primi anni del 1900. La sua creazione è attribuita ad una nobildonna dal palato raffinato che si avvalse dei prodotti abruzzesi locali creando un dolce incredibilmente gustoso. Nei primi anni del secolo, donna Francesca, madre del barone Giampietro Tabassi, diede a sua nuora donna Anna Di Guglielmo di Civitella Messer Raimondo, un paesino vicino a Lama, la ricetta della sfogliatella napoletana, in occasione di un breve soggiorno a Santa Maria Capua Vetere nella sua casa. Nel 1902, la giovane donna stabilitasi definitivamente a Lama, dove suo marito possedeva uno dei palazzi di famiglia, portò con sé la famosa ricetta. Fu appunto qui che la ricetta subì sostanzialmente delle varianti dalla baronessa Annina che pensò di adattarla ai suoi gusti ed alla facile reperibilità degli ingredienti. La sfoglia, con l’aiuto dello strutto, diventò più morbida, mentre la farcitura fu sostituita con l’utilizzo di prodotti locali quali la marmellata d’uva Montepulciano, vitigno molto coltivato da tutte le famiglie lamesi dell’epoca, la marmellata di amarena che nasceva spontanea a ridosso della Maiella che sovrasta il paese, il mosto cotto e le noci, allora facilmente reperibili. Un’altra caratteristica sta nella loro forma, poiché si presentano a forma ovale e fortemente schiacciate.
Questo dolce, semplice e raffinato al tempo stesso, veniva offerto ad invitati e commensali di rango quando si ritrovavano a festeggiare ricorrenze particolari e la ricetta, gelosamente custodita, non uscì mai dalle mura del Palazzo Tabassi. Solo intorno agli anni '60, questa ebbe diffusione tra i Lamesi grazie al cuoco della famiglia Tabassi che ne fece conoscere i segreti ad alcune signore che a loro volta facilmente la resero di dominio pubblico. Per celebrare e promuovere la bontà di questo dolce a Lama dei Peligni si celebra a fine aprile la Sagra della Sfogliatella, che a ogni edizione richiama sempre più visitatori.
Vediamo come prepararle.

Ingredienti

Per la sfoglia:
1 uovo
1 mestolo di strutto
1 mestolo di acqua
1 cucchiaino di zucchero
farina 00 nella stessa quantità di strutto e acqua
sale q.b.

Per la farcitura:
250 gr di marmellata di uva
250 gr di marmellata di amarena
100 gr di noci tostate e macinate
100 gr di cacao amaro
50 gr di biscotti macinati

Procedimento

Per prima cosa prepariamo il ripieno. Amalgamiamo e riscaldiamo in un tegame gli ingredienti del ripieno mescolando fino a che il composto non risulti uniforme, e lasciamo freddare.
Per la sfoglia disponiamo la farina a fontana al centro della quale aggiungeremo gli altri ingredienti. Impastiamo con cura e stendiamo l'impasto fino a che non sarà diventato sottilissimo. Ungiamo la sfoglia con lo strutto, poi ripieghiamola su sé stessa fino ad ottenere una striscia di circa 10 centimetri continuando ad ungere le superfici di volta in volta e giriamo. Arrotoliamo l'impasto ricavandone un lungo cilindro che ricopriremo con la pellicola lasciandolo poi riposare al fresco. Una volta che lo strutto si sarà rappreso, affettiamo il rotolo di sfoglia, ottenendo rotolini di pasta che spianeremo con un mattarello cercando di ottenere delle forme ovali. Al centro di ognuno, poniamo un cucchiaino di farcitura e ripieghiamo la sfoglia facendo aderire per bene i bordi. Inforniamo a 150° per circa mezz'ora e una volta cotti spolveriamole con zucchero a velo prima di servirle in tavola.

Buone Feste!
Foto di www.visitterredeitrabocchi.it

COMMENTI :

Eventi a Lama dei Peligni


Notizie correlate

Ricetta: I Tortellini di Valeggio
Ricetta: I Tortellini di Valeggio
In onore del tortellino di Valeggio, conosciuto anche come "Ombelico di Venere" o "Nodo d'amore", annualmente a giugno viene celebrata a Valeggio sul Mincio la “Festa del Nodo d'Amore”
By Redazione
Ricetta: Is Arrubiolus
Ricetta: Is Arrubiolus
Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
By Redazione
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Ricetta: I Tozzetti alle nocciole
Un dolce tipico della tradizione viterbese che ricorda i famosi “cantucci” ma che si differenziano per l’uso delle nocciole tostate
By Redazione
Prelibatezze dei parchi da nord a sud
Prelibatezze dei parchi da nord a sud
Un percorso enogastronomico che seduce le papille gustative, andando alla scoperta dei migliori parchi d'Italia
By Renata Giolli
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
Ricetta: spaghetti alla colatura di alici, un piatto tipico della Costiera Amalfitana
La Colatura di Alici è un prodotto tradizionale che negli anni ha caratterizzato gastronomicamente il piccolo borgo di pescatori di Cetara
By Redazione
Ricetta: i Culurgiones d’Ogliastra
Ricetta: i Culurgiones d’Ogliastra
Gustosissimi ravioloni tipici dell'Ogliastra, unici sia per il sapore che per la loro forma a spiga di grano.
By Redazione

Piú letti del mese

La vecchia Grosseto, l’antico cuore della Maremma toscana
La vecchia Grosseto, l’antico cuore della Maremma toscana
L’antico centro della città tra piazze, edifici storici, chiese e strade dove passeggiare e acquistare. Tra le prelibatezze i salumi ed i formaggi locali, i pici all’amatriciana ed il cinghiale. Tra i dolci i cantuccini con il Vin Santo.
By Luca Sartori
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Itinerario tra borghi e paesaggi lungo le coste dell'Isola d'Elba
Da Cavo a Cavo, un itinerario lungo le coste e i centri abitati della più importante isola della Toscana
By Redazione
Ricetta: Is Arrubiolus
Ricetta: Is Arrubiolus
Tra i dolci di Carnevale più amati in Sardegna, gli arrubiolus ogliastrini si aggiudicano il podio. Si tratta di dolcetti fritti molto deliziosi, realizzati con un goloso impasto a base di ricotta fresca
By Redazione
5 borghi lungo la spettacolare 'costa del dito' in Corsica
5 borghi lungo la spettacolare 'costa del dito' in Corsica
Un itinerario oltreconfine che saprà regalare momenti indimenticabili tra mare, natura, relax, andando alla scoperta di 5 borghi della Corsica
By Redazione
Ricetta: I Tortellini di Valeggio
Ricetta: I Tortellini di Valeggio
In onore del tortellino di Valeggio, conosciuto anche come "Ombelico di Venere" o "Nodo d'amore", annualmente a giugno viene celebrata a Valeggio sul Mincio la “Festa del Nodo d'Amore”
By Redazione
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turismo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi

Con il patrocinio di