I cannoli Siciliani devono il loro nome alle canne di fiume cui veniva arrotolata fino a pochi decenni fa la cialda durante la sua preparazione ed è uno dei dolci tipici della pasticceria siciliana.

 
CERCA PER ZONA

La Ricetta: Cannoli alla siciliana
Sun, 05 Mar 2017

La Ricetta: Cannoli alla siciliana

I cannoli Siciliani devono il loro nome alle canne di fiume cui veniva arrotolata fino a pochi decenni fa la cialda durante la sua preparazione ed è uno dei dolci tipici della pasticceria siciliana.

Ingredienti

PER I CANNOLI:

  • 800 g farina di riso
  • 200 g farina di mais tipo fumetto 300 g amido di mais (maizena) 10 g xantana
  • 120 g zucchero semolato
  • 15 g cacao amaro in polvere 15 g lievito chimico
  • 500 g marsala
  • 160 g uova intere
  • 100 g burro
  • 5 g sale

PER IL RIPIENO:

  • 3.750 g ricotta di pecora
  • 1.200 g zucchero semolato
  • 400 g cioccolato fondente in gocce 400 g arancia candita
  • 180 g cacao amaro in polvere
  • 2 g vaniglia in bacche bourbon 1 g cannella in polvere

Procedimento

PER L’IMPASTO:

Impastare a mano oppure in planetaria con il gancio la farina di riso setacciata insieme all’amido di mais, il cacao, la farina di mais e la xantana. Unire, lo zucchero, il marsala e le uova; completare l’impasto con il burro ammorbidito e il sale.
Lavorare bene fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciare riposare l’impasto per 30 minuti in frigorifero, coprendolo con la pellicola trasparente.

PER IL RIPIENO:
Passare la ricotta di pecora al setaccio, raccogliendola in una terrina, unire lo zucchero semolato e la vaniglia, mescolando il tutto accuratamente con una spatola.
Dividere il composto in due ed aromatizzare una parte con il cacao amaro in polvere e le gocce di cioccolato, mentre l’altra parte con la scorza di arancia candita.

PER LA FINITURA:
Riempire i cannoli da una parte con il ripieno al cioccolato e dall’altra con il ripieno all’aran-cia candita. Servire subito.

Notizie correlate

Ricetta: Mirto, sorsi di benessere dai borghi della Sardegna
Il mirto è considerata una pianta che apporta benessere e prosperità. E l’inebriante liquore che se ne ricava, è un vero e proprio elisir della Sardegna, dal colore variabile a seconda della fase di invecchiamento e con un gusto dalle note vellutate
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Jota, il gustoso minestrone dei borghi friulani
Una saporita minestra di verdura e legumi, un piatto tradizionale dei borghi friulani da apprezzare in tutte le stagioni: caldo e fumante in inverno, freddo e saporito in estate. Secondo le infinite varianti, anche con le costine di maiale
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Il Sarchiapone di Atrani, il trionfo del sapore in Costiera Amalfitana
In questa specialità è racchiusa tutta la bontà gastronomica di Atrani, borgo-gioiello della Costiera Amalfitana. Pare sia proprio il Sarchiapone l’antenato dei cannelloni, e si prepara con le tradizionali zucche verdi di forma allungata
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: La Michetta del borgo di Dolceacqua, tra amore e leggenda
La Michetta di Dolceacqua è tipica del borgo ligure e, rispetto all’omonimo tipo di pane, pare sia legata a una storia d’amore. Una prelibatezza semplice e gustosa, per tornare indietro nel tempo assaggiando il presente
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: La Befana, il tradizionale biscotto dell’Epifania del borgo di Barga
Preparato secondo una ricetta antica, la Befana è il biscotto tradizionale del borgo di Barga per festeggiare l'epifania in famiglia o con amici
By Redazione
Ricetta: La Ciambella del borgo di Veroli. Capodanno a tutto gusto
Rinomata in tutta la Ciociaria, la Ciambella di Veroli, ha un inconfondibile aroma all’anice e la sua forma ricorda una corona. Per festeggiare l’inizio del nuovo anno all’insegna di serenità e prosperità
By Luciana Francesca Rebonato
e-borghi travel - la rivista per chi ama viaggiare tra borghi e turisimo slow

Sfoglia gratuitamente e-borghi travel, la tua nuova rivista di viaggi