Il taglio del nastro c’è stato: con questo numero di Borghi Magazine parte la nuova rubrica firmata dal Campus Etoile Academy, un appuntamento fisso per guardare alla tavola tradizionale da un’angolazione inedita

 
CERCA PER ZONA

La cucina dei Borghi secondo Campus Etoile Academy
Sat, 04 Mar 2017

La cucina dei Borghi secondo Campus Etoile Academy

La cucina dei Borghi secondo Campus Etoile Academy

Il taglio del nastro c’è stato: con questo numero di Borghi Magazine parte la nuova rubrica firmata dal Campus Etoile Academy, un appuntamento fisso per guardare alla tavola tradizionale da un’angolazione inedita, quella della prestigiosa scuola di cucina e pasticceria fondata dal maestro Rossano Boscolo. Il taglio del nastro c’è stato: con questo numero di Borghi Magazine parte la nuova rubrica firmata dal Campus Etoile Academy, un appuntamento fisso per guardare alla tavola tradizionale da un’angolazione inedita, quella della prestigiosa scuola di cucina e pasticceria fondata dal maestro Rossano Boscolo.

Vi faremo viaggiare da nord a sud dello Stivale, accompagnandovi alla scoperta di un primato gastronomico saldamente ancorato all’Italia “nascosta” dei borghi. Non tutti sanno, infatti, che la cucina italiana vanta il più grande corpus di ricette al mondo: se ne contano oltre 70 mila.

Per essere valorizzato, questo patrimonio gastronomico richiede un’indispensabile dose di rigore professionale ed è quello che la scuola Etoile mette in pratica ogni giorno insegnando agli chef e ai pasticceri del futuro a riconoscere le materie prime, ad avere rispetto per la territorialità e a reinterpretare la tradizione senza snaturarla.Gli italiani stanno tornando al piacere vero del mangiare, cibi e sapori del passato tornano a galla con una nuova attenzione verso la qualità. Oggi più che mai la cucina non può essere un mestiere da improvvisare.

Ecco perché il marchio Etoile, con i suoi più di trent’anni di storia e di successi alle spalle, ha fatto del Campus di Tuscania un fiore all’occhiello della formazione culinaria: qui i percorsi didattici Diventa Chef e Diventa Pasticcere, al termine dei quali viene rilasciata la qualifica professionale, offrono tutti gli strumenti necessari per spingere verso il mondo lavorativo anche chi non ha alcuna esperienza pregressa.

Collocata nel cuore della Tuscia viterbese, l’Academy sorge in un ex convento francescano finemente ristrutturato e vanta la possibilità di alloggio per gli allievi, classi a numero chiuso, laboratori di ultima generazione, lezioni interamente pratiche, uno staff docenti altamente qualificato e convenzioni di stage con le principali strutture italiane ed estere.

Notizie correlate

Ricetta: La Befana, il tradizionale biscotto dell’Epifania del borgo di Barga
Preparato secondo una ricetta antica, la Befana è il biscotto tradizionale del borgo di Barga per festeggiare l'epifania in famiglia o con amici
By Redazione
Ricetta: La Ciambella del borgo di Veroli. Capodanno a tutto gusto
Rinomata in tutta la Ciociaria, la Ciambella di Veroli, ha un inconfondibile aroma all’anice e la sua forma ricorda una corona. Per festeggiare l’inizio del nuovo anno all’insegna di serenità e prosperità
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: Pastorelle del borgo di Cuccaro Vetere, il sapore del Natale nel Cilento
Fagottini dolci e ripieni, tipici della tradizione natalizia del Cilento, precisamente del borgo di Cuccaro Vetere. Il trionfo delle castagne e dell’abilità dolciaria locale, tramandata nel tempo per la più importante festività della famiglia
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: i Susumelli, i biscottini natalizi del borgo Sant’Agata di Puglia
Sono le prelibatezze natalizie del borgo di Sant’Agata di Puglia, in provincia di Foggia, quando scocca l’Avvento e si attende con trepidazione il Natale. Biscottini dai sapori antichi, i Susumelli portano in tavola tutta l’emozione del presente
By Luciana Francesca Rebonato
Ricetta: La leggenda natalizia dei mostaccioli nei borghi del Molise
A forma di rombo, ricoperti di glassa al cioccolato e con un cuore tenero a base di mele cotogne. Sono i mostaccioli, che rallegrano nelle festività natalizie i borghi della regione anche con la curiosa leggenda che aleggia intorno al loro nome.
By Luciana Francesca Rebonato
5 imperdibili borghi del vino
Gavi, Castagneto Carducci, Sirolo, Venafro e Sant’Agata dei Goti, borghi straordinari del vino e non solo.
By Luca Sartori